10 cose da fare in Lombardia

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

La Lombardia è una delle più grandi regioni italiane, il toponimo deriva dalla parola Longobardia, utilizzata nell’Esacrato d’Italia per indicare l’area del Paese che si trovava sotto il dominio della popolazione di origine germanica dei Longobardi. Tale regione si traduce in un concentrato di grandi spazi verdi, arte, storia e cultura che ci impegnerà non poco per essere vissuto in pieno. In questa guida verranno indicate le 10 cose da poter fare in Lombardia, elencando attività eterogenee tra loro in modo da lasciare ampio spazio di scelta a chi legge e soddisfare tanto gli animi sportivi quanto quelli più affini agli aspetti storico-artistici del territorio.

211

Visitare le Grotte di Catullo a Sirmione

Le Grotte di Catullo fanno riferimento a una villa romana costruita intorno al 1 secolo d. C. A Sirmione, sulla riva meridionale del Lago di Garda. Ad oggi tale costruzione è la testimonianza più importante del periodo romano nel territorio di Sirmione oltre a costituire l’esempio più eclatante di villa romana nell'Italia settentrionale.

311

Prendere il trenino Rosso del Bernina

Il treno rosso del Bernina, chiamato pure Bernina Express è un treno diretto della compagnia svizzera Ferrovia Retica, che copre la tratta Tirano, Sankt Moritz e Coira. Il Bernina Express svolge un ruolo importante dal punto di vista turistico poiché percorre un itinerario paesaggistico facilmente godibile attraverso le sue carrozze panoramiche. Il percorso del Bernina è stato inserito nel 2008 nell'elenco dei Patrimoni dell’umanità dall'UNESCO.

Continua la lettura
411

Visitare l'Accademia di Carrara (Bergamo)

L’accademia di Carrara deve il suo nome al conte Giacomo Carrara, mecenate e collezionista che fece un generoso lascito alla città di bergamo sul finire del 1700. Alla morte del conte i sui beni furono amministrati da una "Commisarìa" che li gestì nel nobile intento di far grande l’Accademia di Bergamo. Ad oggi l’Accademia incrementa continuamente il proprio patrimonio artistico con oltre 1800 dipinti, raccolte di stampe, bronzi, sculture, porcellane, mobili, arredamenti del tempo e una raccolta di medaglie. Fu proprio per volere di Giacomo Carrara che qui si iniziarono a svolgere i primi corsi di disegno e pittura fino al 1988, anno in cui divenne Accademia di Belle Arti legalmente riconosciuta. La sede ospita pure una pinacoteca e la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea (GAMeC).

511

Visitare il Parco dello Stelvio

Il parco dello Stelvio è stato istituito nel 1935 ed è uno dei parchi naturali italiani più antichi. Il parco si prefigge l’obiettivo di tutelare la flora, la fauna e le bellezze del paesaggio del gruppo montuoso Ortles-Cevedale. Grazie alle sue dimensioni il parco di estende sul territorio di 24 comuni e di 4 province. Al suo interno non è difficile incontrare cervi, caprioli, stambecchi, volpi, scoiattoli, lepri, donnole, tassi e marmotte. Tra i volatili nidificano la pernice bianca, lo sparviero, il gufo, l’aquila reale e il gipeto. Per quanto riguarda la flora, dai 1000 ai 2000 m è possibile imbattersi nell'abete rosso e in quello bianco, Oltre i 2500 m segue la fascia degli arbusti nani fino ai 3000 m dove resistono solo alcune specie di licheni.

611

Visitare il comune di Bormio

Bormio è un comune di poco più di 4000 abitanti della provincia di Sondrio. Il comune si trova in Lombardia nell'alta Valtellina ed è rinomato in quanto importante località turistica, estiva ed invernale, delle Alpi. Bormio è stato pure ospite dei campionati mondiali di sci alpino nel 1985 e nel 2005. Questo comune oltre che per lo sport è noto per le sue terme, già nel periodo dell’Antica Roma; gli impianti termali sono tre: le terme del Bormio, i Bagni Nuovi e i Bagni Vecchi.

711

Visitare il Monastero di Santa Maria delle Grazie

Il monastero di Santa Maria delle Grazie è un complesso monumentale storico che comprende oltre al monastero pure un santuario. Si trova nel comune di Certosa di Pavia, non distante dal capoluogo di provincia. Fu edificato per voler di Gian Galeazzo Visconti, signore di Milano, intorno alla fine del 1300. Affidato prima alla comunità certosina e poi a quella cistercense, passò per poco tempo in mano alla comunità benedettina per poi essere dichiarato nel 1866 monumento nazionale di proprietà del demanio dello stato italiano. Dal 1968 ospita una piccola comunità monastica cistercense.

811

Praticare rafting sul Ticino

Il Ticino è un importante fiume che bagna la Svizzera meridionale e l’Italia settentrionale. Principale affluente del Po, il Ticino è lungo 248 km ed è uno dei fiumi meno inquinati di Italia dove è possibile praticare rafting. Con tale termine si intende una discesa fluviale su un gommone inaffondabile e autosvuotante chiamato raft. L’equipaggio, variabile in base alle dimensioni del raft, gestisce le manovre tramite delle pagaie. L’attività sportiva del rafting è molto praticata sul Ticino, soprattutto nei punti in cui la portata d’acqua è più abbondante. Se non si possiede l’attrezzatura e l' equipaggiamento non c’è da disperarsi, considerato che sono vari gli impianti, dedicati a tale sport, disposti lungo tutto il percorso.

911

Visitare il tempio civico dell'Incoronata di Lodi

La chiesa di Lodi è conosciuta soprattutto per il numero notevole di opere d’arte che custodisce al suo interno. Riconosciuta anche come uno dei massimi capolavori del rinascimento lombardo rappresenta un monumento nonché simbolo religioso di grande prestigio per l’intera città. Fu denominata “tempio civico” poiché la proprietà dell’edificio fu del comune e non della diocesi, fin dal momento in cui iniziarono i lavori di costruzione, la quale fu promossa dalle autorità laiche di Lodi.

1011

Visitare il Duomo di Monza

Il duomo di Monza è dedicato a San Giovanni Battista e fu realizzato tra il 1300 e il 1600. Situato non distante dall'omonima città lombarda di Monza, ha acquisito pure la dignità di basilica minore. Tra le cose che possono essere visitate al suo interno vi sono i vari organi musicali che sono disposti ai 2 punti cardinali (Nord, Sud) della struttura e la Corona Ferrea, che secondo la tradizione contiene uno dei chiodi utilizzati per la Crocefissione di Cristo.

1111

Visitare il Torrazzo di Cremona

Il Torrazzo di Cremona è situato accanto al Duomo di Cremona ed è il secondo campanile storico più alto d'Italia dopo il campanile di Mortegliano. Il Torrazzo di Cremona è inoltre la torre in muratura più alta d'Europa (111,12 m). Tra gli elementi di spicco della torre v’è l’orologio del quarto piano, considerato uno degli orologi astronomici più grandi del mondo, rappresenta una volta celeste con le costellazioni zodiacali attraversate dal moto del Sole e della Luna,.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Sciare in Lombardia: le migliori località

L'Italia è un paese che offre tantissime attività da svolgere ai suoi visitatori. A tal proposito il primo pensiero che risalta alla mente è il mare, le spiagge ed il sole, ma oltre a tutto questo il nostro paese ha molto altro da offrire; infatti,...
Consigli di Viaggio

I migliori luoghi per pic nic in Lombardia

State progettando una gita fuori porta o i prossimi ponti primaverili a contatto con la natura e siete alla ricerca dei migliori luoghi per un pic nic in tutta libertà nell'area della Lombardia? Innanzi tutto è un'ottima idea da condividere con tutta...
Italia

I più bei borghi medievali da visitare in Lombardia

La Lombardia è una stupenda regione: oltre ad essere la più popolata d'Italia, è ricca di luoghi magnifici da vistare. Circa la metà del suo territorio è composto da pianura e sono presenti numerosi laghi nella regione. La Lombardia è anche ricca...
Consigli di Viaggio

Guida ai centri di benessere in Lombardia

Un tempo si chiamavano terme oppure stazioni termali e vi si recavano solo le persone che avevano problemi di salute. Oggi, invece, sono di gran moda i termini centri benessere, wellness & fitness, SPA, ma la sostanza non è cambiata: relax e salute allo...
Italia

Itinerari dei borghi più belli della Lombardia

Alla ricerca di terre bellissime spesso siamo propensi a spingerci oltre i confini del nostro bel paese, o a pensare che un territorio senza mare non possa offrire panorami mozzafiato e orizzonti che ti rimangono nel cuore per tutta la vita. Eppure basta...
Italia

10 fiere gastronomiche da non perdere in Italia

Il nostro paese ci regala ogni anno numerosi eventi enogastronomici dove i protagonisti principali sono alcuni dei prodotti culinari più celebri, ed apprezzati non solo in Italia ma in tutto il resto del mondo. A tal proposito, non ci resta che scoprire...
Consigli di Viaggio

5 motivi per intraprendere un viaggio in Svizzera

Se siete amanti delle località in montagna, perché non scegliere di visitare almeno per una volta gli splendidi territori della Svizzera? Fatevi trasportare nelle meravigliose atmosfere dei cantoni svizzeri alla scoperta delle magnifiche attrazioni...
Italia

Miti e leggende della Lombardia

Geograficamente strategica, culturalmente attiva, economicamente superlativa: stiamo parlando della Lombardia. Terra che prende il nome dall'invasione medievale da parte dei Longobardi, le vicende storiche di questa città sono antiche e piene di affascinante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.