5 consigli per scegliere un luogo di vacanza adatto ai bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Organizzare una vacanza con i propri figli è una cosa tutt'altro che semplice e scontata, soprattutto se non si tengono a mente poche semplici regole che rendono il viaggio adatto anche ai più piccoli. Alcune possono essere abbastanza evidenti e quasi appare superfluo sottolinearle, altre invece non sono così scontate e ce ne si rende conto solo nel momento in cui si è già nel luogo prescelto o se salta fuori qualche imprevisto. Peccato che con i bambini non si può lasciare nulla al caso, per cui meglio ricordarsi di considerare questi 5 consigli quando scegliete la vostra meta.

26

Scegliere attività non troppo stancanti

Quante camminate, tutto il giorno in giro per visitare ogni angolo della città che abbiamo scelto, per goderci appieno quel bellissimo parco, per arrivare in tempo a quell'evento! E magari le escursioni nella natura, arrampicate e trekking fino a sera, per arrivare a dormire in una tenda quando ormai il sole è calato.
Sicuramente molto divertente, ma forse un po' troppo stancante per un bambino, perché anche se a noi sembra che abbiano tante energie che non si possono esaurire in realtà hanno una resistenza minore della nostra.
Meglio scegliere quindi delle mete che non prevedono grandi sfacchinate, ma che pur con attività varie anche stancanti consentano eventuali soste o il ritiro qualora il bambino si stancasse a metà e volesse tornare indietro. Portarsi dietro un bambino esausto può essere decisamente poco divertente.

36

Cercare attività interessanti per i più piccoli

Che spettacolo il Musée du Louvre, la cattedrale di Notre Dame, il cimitero di Père Lachaise. L'arte e la storia affascinano moltissimi... Adulti! E già, difficile trovare un bambino che si appassioni a questo genere di attività, mentre è molto più probabile che dopo la prima mezz'ora già non ne possa più e inizi ad avvertire la stanchezza solo perché si sta annoiando a morte.
Forse è meglio rimandare il viaggio culturale a quando i bambini saranno più grandi e troveranno interessante visitare una città d'arte, ma finché sono più piccoli è preferibile scegliere mete in cui si possano facilmente svolgere attività a loro più consone: il mare, le escursioni, i parchi giochi. Studiare cosa entusiasma il bambino in modo che non si annoi e quindi stanchi facilmente.
E se proprio non volete rinunciare ad una parentesi culturale, cercate di trovare un elemento di interesse per loro: al Louvre non passate tutto il tempo a guardare i meravigliosi quadri del Rinascimento italiano, ma inoltratevi anche nella sezione egizia, così che magari vi scappa una foto con qualche mummia!

Continua la lettura
46

Non stravolgere le abitudini alimentari

Non si può dire di aver visitato un paese senza aver provato la cucina locale. Sapori nuovi, particolari e strani, che difficilmente si possono ritrovare vicino casa, e che persino nei ristoranti tipici della nostra città sono completamente snaturati.
Ma se a noi piace provare non è detto che lo stesso valga per i nostri figli. Anzi, è molto probabile che un cambio delle abitudini alimentari rappresenti un bel problema per i più piccoli, che hanno bisogno di rispettare le loro routine e per i quali trovarsi davanti strani piatti con strani sapori potrebbe rappresentare un vero incubo.
Meglio scegliere una meta dove si è sicuri di poter trovare degli alimenti che sono sicuramente graditi ai nostri figli, magari proponendogli anche qualche nuovo sapore, ma mettendogli sempre a disposizione un'alternativa sicura.

56

Assicurarsi di trovare strutture mediche vicine

Si spera che in vacanza non succeda mai nulla e che tutti stiano bene per tutta la durata del soggiorno. Ma i bimbi sono delicati e purtroppo può capitare che si ammalino o si facciano male. Non sottovalutate per nessun motivo la presenza/assenza di strutture mediche adeguate alle emergenze, perché qualora succedesse qualcosa è bene essere sicuri di potergli prestare le cure migliori. Quando sarà più grande allora potrà scegliere di recarsi in qualche paese esotico e andare all'avventura zaino in spalla, ma fino ad allora è fondamentale essere coperti e sicuri per ogni evenienza.

66

Evitare viaggi troppo lunghi

Farsi 8 ore d'aereo, 14 di pullman, 20 di nave. Siamo sicuri che non c'è un luogo più vicino adatto alle nostre esigenze? Costringere un bambino a viaggi troppo lunghi può diventare un problema, perché si annoia e si stanca molto più velocemente di un adulto, e i tempi di ripresa possono essere più lunghi tanto da rovinargli la prima parte del soggiorno.
Scegliere quindi mete la cui distanza è adeguata alla lunghezza della permanenza, in modo che il viaggio sia proporzionato al tempo trascorso nel luogo prescelto, senza quindi sballottare da una parte all'altra il bambino.
Per lo stesso motivo meglio evitare vacanze troppo itineranti, con cambiamenti di struttura troppo frequenti e continui viaggi in auto o treno o qualsivoglia mezzo. Scegliere un punto di riferimento e farne la propria base, da cui allontanarsi il giusto senza stressare troppo il bambino. Ricordiamoci che è una vacanza anche per lui!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Lussemburgo: cosa vedere

Come indicato nel titolo che contraddistingue questa guida, il tema centrale sarà l'aspetto turistico, culturale e geografico, in quanto ci sposteremo, sempre all'interno dei confini europei, fino ad arrivare nel piccolo Lussemburgo, per darvi qualche...
Consigli di Viaggio

I 10 piatti più strani al mondo

È davvero molto importante ampliare gli orizzonti gastronomici, conoscere nuove abitudini alimentari, cucine diverse dalla nostra e scoprire nuovi sapori. E allora cosa c'è di più bello che assaggiare le numerose specialità che i posti che state visitando...
Europa

I 10 musei più strani del mondo

Ognuno di noi, prima o poi, si è ritrovato a visitare un museo. Spesso si organizzano gite scolastiche con visite guidate nei musei, oppure quando andiamo in vacanza. Ce n'è per tutti i gusti, non esistono solo musei storici o specifici per appassionati...
Europa

Come e cosa visitare al Louvre

Il complesso enorme del Louvre è il centro emblematico e topografico di Parigi. Le opere da ammirare, sono così tante che l'ideale sarebbe spezzettare la visita in giorni diversi. Ciò nonostante, se avete a disposizione soltanto una giornata da dedicare...
Consigli di Viaggio

Come organizzarsi per visitare il museo del louvre

Il museo del Louvre di Parigi è il più importante di tutta la Francia, nonché uno dei più visitati al mondo. Il motivo di così tanto successo va ricercato nel fatto che, all'interno di esso, sono ospitati numerosissimi quadri dei più illustri pittori...
Europa

Come visitare il Louvre nel miglior modo possibile

Il Louvre è uno dei musei più grandi e famosi del mondo che vanta più di otto milioni di visitatori all'anno. Comprende molte collezioni. È una tappa fondamentale per chiunque si rechi a Parigi, ma è anche uno luogo che spaventa molto i turisti,...
Europa

Parigi: breve guida del Louvre

Il museo del Louvre rappresenta sicuramente una tappa obbligata per chi decide di visitare la splendida città di Parigi. Non a caso, è il museo più visitato al mondo! Questa breve guida vi spiegherà cosa non dovete assolutamente perdervi nel caso...
Europa

Come visitare alcune delle più belle opere d'arte del Louvre

Il museo del Louvre rappresenta una delle più importanti collezioni d’arte, contando circa 380.000 tra dipinti ed opere d’arte, alcune di queste tra le più belle esistenti. Essendo piuttosto vasto e comprendendo diverse aree tematiche, questo museo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.