5 consigli utili per fare un viaggio in bicicletta in sicurezza

di Francesco Vernaglione tramite: O2O

Sempre più gente sceglie di viaggiare in bicicletta piuttosto che con i convenzionali mezzi a carburante. Quest'attività prende il nome di cicloturismo, e sebbene non permetta di effettuare lunghi spostamenti in tempi brevi, porta con sé numerosi benefici: per cominciare, si risparmiano soldi in carburante e di conseguenza si aiuta l'ambiente, e inoltre si fa della sana attività fisica rilassando la mente. Spostandosi in bici, non è la destinazione l'unica protagonista del viaggio, ma assumono grande importanza anche il percorso in sé, le tappe affrontate e le soste intermedie. Ma viaggiare con questo mezzo non è privo di pericoli, ed in questa lista vedremo 5 utili consigli per fare un viaggio in bici in totale sicurezza.

1 Fare allenamento in bici prima del viaggio Un viaggio in bicicletta non è semplice da affrontare per chi non è abituato a lunghe pedalate. Si rischia di doversi fermare più del previsto, di perdere l'entusiasmo o peggio ancora di affaticarsi troppo ed avere crampi o giramenti di testa. Per evitare ciò, è sufficiente concedersi una o due sessioni di bicicletta per settimana per allenarsi ed assicurarsi che il viaggio sia fattibile.

2 Studiare il percorso del viaggio Può sembrare una banalità, ma progettare e studiare il percorso da affrontare per il viaggio è molto importante, soprattutto per chi ha poca esperienza di cicloturismo. In questo caso infatti è fondamentale evitare di prendere strade troppo lunghe e distanti dai centri urbani, programmando soste molto numerose in modo da poter riprendere fiato ed evitare sforzi inutili. Conviene inoltre non percorrere strade particolarmente faticose, ad esempio non asfaltate o in forte salita, e percorsi ricchi di insidie, magari per la fauna che lo popola o perché particolarmente trafficate. Un novellino potrebbe scegliere di affidarsi ad un organizzatore di viaggi in bici in modo da avere un itinerario sicuro e alla propria portata, e potrebbe anche viaggiare in compagnia in modo da poter stare più sicuri. È infine utile, una volta scelto il percorso da affrontare, utilizzare anche una bicicletta adatta per il viaggio: leggera ma robusta, con cambio marce e gomme lisce, e non priva del supporto per la bottiglia d'acqua.

Continua la lettura

3 Portare le giuste scorte alimentari Quando si va in bici, l'alimentazione diventa molto importante sicché prende il posto del carburante usato nelle autovetture.  È fondamentale restare idratati durante tutto il viaggio, quindi bisogna bere di continuo e riempire la bottiglia d'acqua ad ogni sosta, portandone una extra come scorta.  Approfondimento Come organizzare una gita in bici (clicca qui) Molti scelgono anche di portare con sé bustine di zucchero ed integratori energetici come supporto nelle lunghe pedalate, specialmente nei periodi più caldi.  Non devono inoltre mai mancare snack zuccherati da mangiare tra una pasto e l'altro.  Per quanto riguarda l'alimentazione generale, è essenziale assumere grandi quantità di carboidrati e sali minerali a colazione e pranzo, attraverso cereali, succhi di frutta, tè, pane, pasta e tanta frutta, evitando cibi grassi o difficili da digerire come latte e carni grasse; la sera si recuperano invece proteine e vitamine.

4 Attrezzare una cassetta di pronto soccorso Viaggiare in sicurezza vuol dire viaggiare con un kit di pronto soccorso a portata di mano, e ciò è vero anche nel cicloturismo. Anzi, spostandosi in bici si è più soggetti agli agenti esterni e può capitare di essere colpiti da una pietra sollevata da un'automobile, o di affrontare male una curva e cadere, procurandosi tagli e abrasioni. Naturalmente viaggiando su due ruote si vuole anche restare leggeri il più possibile, quindi non bisogna portarsi dietro una farmacia ma giusto lo stretto indispensabile: cerotti, garze, disinfettante, forbici, tagliaunghie, pinzette, una pomata per le irritazioni cutanee e, se necessario, una protezione per il sole e per gli insetti.

5 Indossare casco e occhiali sportivi Infine, velocipede e ciclista devono disporre di tutti gli accessori di sicurezza del caso. Oltre alla presenza sulla bici di luci frontali e posteriori, ed il possesso per il conducente di un giubbotto catarifrangente da utilizzare in galleria o nelle ore di poca luce, come previsto dal Codice della strada, è molto importante per la sicurezza del ciclista che egli indossi un casco protettivo e degli occhialini sportivi. Il primo riduce sensibilmente le probabilità che, nella malaugurata eventualità di un incidente, si subiscano danni considerevoli al capo, mentre gli occhiali bloccano il vento, gli insetti, le luci forti ed eventuali detriti che potrebbero colpire gli occhi del viaggiatore. In caso si voglia percorrere un tracciato sterrato, ginocchiere e gomitiere potrebbero evitare ferite in caso di urti o cadute.

Come visitare la Cambogia in bicicletta La Cambogia è sicuramente il paese ideale per tutti coloro che ... continua » Come imbarcare una bici in aereo Attraverso questa guida, passo dopo passo, ci occuperemo di spiegarvi come ... continua » Il giro della Sicilia in bicicletta Ecco una valida ed anche efficace guida, che sarà molto utile ... continua » 5 errori da evitare quando si programma un viaggio in bicicletta Quando si programma un viaggio in bicicletta è facile lasciarsi contagiare ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.