5 cose da fare a Mosca

di Manuela Indelli tramite: O2O

Mosca, un tempo cittadella medievale fortificata dalla caratteristica pianta circolare, oggi la megalopoli più settentrionale e fredda della Terra, nonché capitale e principale centro economico e culturale della Federazione Russa, è una città unica al mondo: senza dubbio, da vedere almeno una volta nella vita.
Se avete l'occasione di visitare una delle capitali europee più affascinanti e ricche di storia, queste sono le 5 cose che assolutamente non dovete perdervi! Durante un breve weekend o un soggiorno più lungo, ecco cosa fare a Mosca.

1 Vedere la Piazza Rossa La Piazza Rossa, patrimonio dell'Unesco, è la piazza centrale da cui si snodano tutte le strade di queste città, sviluppatasi attorno ad essa come in cerchi concentrici. Impossibile perciò perdersi una della piazze più famose al mondo, da cui si ammirano in tutta la loro eccentrica bellezza il Cremlino e la Cattedrale di San Basilio, e su cui si affacciano il Mausoleo di Lenin e i Magazzini Statali GUM, un'altra attrazione imperdibile.

2 Fare shopping al GUM I Magazzini Statali che occupano tutto il lato della Piazza Rossa di fronte al Cremlino, furono costruiti alla fine del XIX secolo ed occupano ben 80.000 metri quadri di superficie, divise su tre piani e per tre gallerie di complessivo splendore architettonico: oggi sono sede di lussuose boutique griffate, che fanno di Mosca una delle capitali moderne del lusso mondiale.
Da qui è possibile ammirare il Mausoleo di Lenin - solo uno dei contrasti di questa città dalla storia travagliata.

Continua la lettura

3 Passeggiare lungo via Arbat Via Arbat Vecchia (da non confondersi con Arbat Nuova che corre parallela) è la strada storica di Mosca, cuore dell'omonimo quartiere ed oggi zona interamente pedonale fra le più frequentate dai turisti.  È qui infatti che si comprano cartoline e souvenir, ci si ferma in uno dei numerosi chioschetti e ristorantini, si ammirano statue di personaggi storici e scrittori e si respira, in generale, l'originale atmosfera russa.

4 Visitare la casa di Pushkin Mosca ha dato i natali a gran parte dei poeti e scrittori che hanno reso la letteratura russa famosa in tutta il mondo. Pushkin, Checov, Gogol': oggi è possibile visitare le loro case trasformate in monumenti da non perdere durante una visita alla città.
Se nella casa museo di Gogol' quasi nulla è rimasto dell'originale, vale invece la pena di visitare l'abitazione di Pushkin ad Arbat, dove si comprende appieno la vita quotidiana del grande autore russo.

5 Provare il borsch Infine, una volta in Russia, non la si può lasciare senza aver assaggiato una delle rustiche zuppe tipiche della cucina russa originale: fra queste la più famosa è senz'altro il Borsch, a base di carni e barbabietole e spesso accompagnata dall'immancabile panna acida.
Da provare anche i "piroshki", sorta di panzerottini con varie farciture, ed ovviamente il caposaldo della cultura russa: la vodka!

Come girare nei dintorni di Mosca Mosca è una delle città più popolate d'Europa, è ricca ... continua » Cosa vedere a Mosca La gelida e nevosa città di Mosca, definita così pare meta ... continua » Come e cosa visitare a Mosca Mosca è tra le capitali europee più visitate da turisti provenienti ... continua » Come girare nei dintorni di Mosca Mosca risulta essere una delle città più popolate d'Europa, è ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare la Russia

Ancora toccata dai postumi del comunismo, la Russia è una nazione tanto vasta quanto complessa ed interessante, patria dei nuovi ricchi e di una fiorente ... continua »

Le 10 piazze più belle d'Europa

È risaputo: il classico stile architettonico Europeo è un vero affare per il turismo, in quanto attrazione di numerosi stranieri dalle più disparate nazionalità verso ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.