5 itinerari per visitare l'America del Sud

di Anna Avallone tramite: O2O

L'America del sud è tra le Americhe quella più affascinante sia per le bellezze naturali rappresentate da foreste, deserti, montagne e cascate, sia per la cultura storica racchiusa in numerose città antiche.  Per chi è ammagliato dalla bellezza di quei luoghi e vuole visitarli, può stabilire una sorta di itinerari principali che non deve assolutamente dimenticare.
Vediamo insieme allora 5 itinerari per visitare l'America del Sud che sono quelli maggiormente rappresentativi ed indimenticabili.

1 Perù: Machu Picchu Impossibile non mettere la meraviglia di Machu Picchu tra i posti più belli e da visitare del Sud America che supera di gran lunga tutte le aspettative.
Fa parte dei Patrimoni dell'Umanità dell'Unesco spesso preoccupato proprio dal grande carico turistico che questo sito archeologico sopporta ogni anno.
L'impatto estetico è di una meraviglia mozzafiato perché conta un'altitudine di ben 2.340 metri e che sembra sia stata costruita da un imperatore Inca intorno al 1440.

2 Bolivia: deserto di sale Spostandosi un po' ed arrivando sul confine col Cile, in Bolivia troviamo lo spettacolo unico al mondo offerto dal Deserto di Sale.
Ben 12 mila km quadrati di immense distese di sale che, addirittura, sembrano sia visibili perfino dalla Luna.
Lo spettacolo è abbagliante in tutti i sensi, sia per la bellezza effettiva e meravigliosa di queste dune di sale, sia per il riflesso del sole su di esse, tant'è che si consiglia l'utilizzo di occhiali da sole.

Continua la lettura

3 Cile: Isola di Pasqua Addentrandosi invece nel vicino Cile, si potrà visitare l'inconfondibile Isola di Pasqua.
Chi non ne ha sentito parlare?
L'isola posta nell'Oceano Pacifico, mostra delle statue monolitiche, chiamate moai, che rappresentano busti o comunque teste molto grandi scavate e create all'interno di un unico blocco di tufo.  Sono di altezza varia (dai 2,5 ai 10 metri), risalenti forse al 1000 d.  Approfondimento Le cascate più spettacolari del mondo (clicca qui) C.  Probabilmente con la speranza di farsi portatori di benessere e serenità nella direzione di dove guardano.
Non bisogna assolutamente perdersi la storia che offrono.

4 Brasile: l'Amazzonia Impossibile non saltare in Brasile e dare uno sguardo al polmone verde della terra: l'Amazzonia.  Si contano in essa ben 60.000 specie di piante, 1.000 specie di uccelli ed oltre 300 di mammiferi.  Purtroppo colpita dalla deforestazione che, specie in Brasile, ha visto ben 154.312 chilometri quadrati di foresta perdersi per le cause più svariate e terribili dettate dalla mente e dalla stupidità dell'uomo.
In questa si può giungere alle cascate di Iguazù, considerate tra le più belle del mondo.

5 Venezuela: Salto Angel Restando in terma di cascate, una meta impossibile da perdere è la cascata più alta del mondo: Salto Angel che è di 979 metri di altezza.
Deve il suo nome allo scopritore Jimmi Angel che attraversando il cuore della foresta amazzonica si ritrovò dinanzi ad uno spettacolo senza precedenti.

Flora e fauna in America Meridionale L'America meridionale è dotata di una grande vegetazione, in grado ... continua » 10 Itinerari da non perdere in Brasile Il Brasile. Un paese immenso, affascinante, con tanto da offrire: sicuramente ... continua » 10 cose da vedere assolutamente in Cile Se avete da sempre desiderato viaggiare in Sud America, il Cile ... continua » Viaggi di nozze: le mete più ambite in America Un viaggio di nozze, oltre che essere un'esperienza indimenticabile e ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Cosa vedere in Cile

Viaggiare è una delle attività più belle che l'uomo possa svolgere. Preparare la valigia o un semplice zaino e partire alla volta di paesi ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.