Banjul: cosa vedere

di Daniela Tirabassi difficoltà: media

Banjul: cosa vedere Capitale del Gambia, Banjul è una pacifica cittadina con una popolazione di circa 35 mila abitanti. Fondata nel 1816 dai Britannici e destinata alla tratta degli schiavi, in ogni angolo della città si respira la tipica aria dei villaggi africani e del mercato che vale sempre la pena di visitare. Per quanto riguarda le attività economiche praticate, la maggior parte degli abitanti di Banjul si dedica alla lavorazione delle arachidi cosi come dell'olio di palma, della cera d'api e del legno, tutti destinati all'esportazione. Se amate viaggiare e volete sapere cosa vedere in questa città, seguite con attenzione i consigli di questa guida.

1 Per calarsi realmente nell'atmosfera cittadina, il consiglio è quello di fare una visita tra le bancarelle del mercato di Albert. Oltre ad oggetti in legno e pezzi d'artigianato locale, i turisti restano solitamente affascinati dai colori e dalle innumerevoli merci che solitamente vengono messe in esposizione. Dai tipici capi di abbigliamento, alle borse sino ai tessuti per la casa, questo affollatissimo mercato si snoda in ben otto strade della città ed è caratterizzato da articoli e generi alimentari di tutti i tipi. Una visita è raccomandata sia per i souvenir che per la gentilezza e la cordialità degli espositori.

2 Altrettanto meritevole è il vicino museo nazionale del Gambia. Conosciuto soprattutto per i suoi documenti archeologici, questo museo è allo stesso tempo il luogo della memoria. A tal proposito si possono ammirare le foto risalenti al periodo al coloniale cosi come una serie di testimonianze che documentano la storia e le tradizioni del popolo africano. Inoltre non potrete farvi sfuggire uscendo dal museo una foto al trionfale arco 22. Costruito per commemorare il colpo di stato del 22 Luglio 1994, si sale al secondo piano per ammirare la vista della città mentre si entra nel terzo per ammirare il museo tessile.

Continua la lettura

3 Non potrete lasciare Benjul senza aver fatto una sosta presso il Lamin Lodge.  Nel dettaglio si tratta di un caratteristico ristorante posizionato sull'acqua da cui partono generalmente visite ed escursioni in barca.  Approfondimento Itinerario per 3 giorni a Madrid (clicca qui) Oltre ai piatti locali e alle composizioni di frutta tropicale, all'interno del locale è possibile gustare cibi e pietanze provenienti da tutto il mondo.  Sostate dunque al Lamin Lodge sia che abbiate voglia di banane flambate e crostacei ma anche di pollo yassa e pancakes alla marmellata.. 

Come visitare l'Anello d'oro in Russia Dieci cose da vedere a Varsavia Guida ai migliori musei di Helsinki Cosa vedere a Venezia

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili