Benin: usi e costumi

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'Africa è un continente molto vasto che conta al suo interno decine di Stati. Nella parte più occidentale dell'Africa troviamo lo Stato del Benin, una Repubblica Presidenziale nata nel 1975 e prima conosciuta con il nome di Dahomey. Benin ha un'estensione di circa 112.620 Kmq e la capitale è Porto Novo. Come ogni Stato africano anche Benin è formato da tantissimi gruppi etnici, ognuno con i suoi usi e costumi. In questa guida ci occuperemo proprio di vedere quali sono le varie etnie che vivono in questa zona dell'Africa e quali sono i loro usi e costumi.

27

I confini del Benin

Come prima cosa è utile vedere quali sono gli Stati confinanti con il Benin. A est confina con la Nigeria, mentre a nord con il Burkina Faso. Spostandoci a ovest troviamo il Togo e nella parte sud si affaccia sull'Oceano Atlantico. Per quanto attiene alla lingua, nel Benin quella ufficiale è il francese e occupano soprattutto la zona meridionale della costa, naturalmente non mancano i vari dialetti africani che variano a seconda della zona di appartenenza.

37

Le diverse etnie

Per quanto attiene alle diverse etnie, pensate che nel Benin ne esistono ben 40, ognuno con i suoi usi e tradizioni. Per riconoscere a quale etnia appartengono occorre fare attenzione ai diversi segni che portano sul viso ma anche sul ventre. Sono soprattutto le donne a portare sulla pelle, una specie di cicatrici incise abbastanza evidenti. Sono segni legati alla tradizioni. Tutti questi segni vogliono indicare il coraggio e l'attaccamento alla tribù di appartenenza.

Continua la lettura
47

Le diverse religioni praticate nel Benin

Tra le religioni praticate nel Benin, la maggioranza del popolo è cristiano, mentre piccole parti sono protestanti o musulmani. Le donne partecipano alla vita sociale. Ma accettano i limiti e le restrizioni della religione d'appartenenza. La gente che pratica i riti vudù si trova su tutto il territorio. Il 10 Gennaio a Ouidah, c'è il Festival Internazionale dedicato a quest'arte antica.

57

Il rito Voodoo

Questo rito è nato nel periodo della schiavitù. Con la loro deportazione è arrivato nell'America del sud. Il voodoo è dal 1992, una delle religioni ufficiali del Benin. Il piatto principale è la patata che si consuma sotto forma di purè o in altri modi. Inoltre si mangia il riso e il couscous. Uno dei vini più apprezzati è quello ricavato dalle foglie di palma.

67

La vita nel Benin

Per quanto riguarda le attività praticate in questo stato ricordiamo che si tratta di una delle zone più povere dell'Africa e in molti luoghi manca anche l'acqua. Nelle città più trafficate ci sono i "zemidjan", particolari moto-taxi guidati quasi da tutti. Lo stipendio minimo si aggira sui 40 euro. La maggior parte della gente non ci arriva. Per questo motivo c'è chi si improvvisa facchino, guida turistica, venditore ambulante e autista. Il gioco che tutti possono praticare senza spendere è il calcio. Basta questa considerazione per capire perché, ogni squadra ha un colore diverso e vivace. Quella di Bohicon è viola. A Natitingou la maglia è verde e a Cotonou hanno il colore giallo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Africa

Togo: usi e costumi

La repubblica togolese (o più semplicemente conosciuta come Togo) è stata influenzata dai diversi periodi storici con diverse dominazioni nel paese. Le dominazioni europee hanno definito i vari aspetti della sua cultura, rendendo questo paese africano...
Africa

Cotonou: cosa vedere

Cotonou è la città maggiormente popolosa e grande del Benin (.Ideeviaggi.it/africa">Africa Occidentale). Nonostante non sia la capitale del paese, Cotonou è considerato il centro principale economico del Benin grazie alla presenza dell'aeroporto, del...
Sudamerica

Le lingue più parlate in Africa

Ioannis Ikonomou è un uomo di cui probabilmente non avete mai sentito parlare. E questo è un po' un peccato perché il suo particolare talento naturale è unico. Ioannis lavora per l'Unione Europea come linguista e traduttore e parla... 32 lingue. Inclusa...
Consigli di Viaggio

Vacanze etiche e viaggi solidali

È, ormai, arrivata l'estate e con l'arrivo dell'estate arrivano anche le tanto desiderate vacanze che ci permettono di staccare dalla monotonia e dal grigiore della città.Purtroppo, però, questi sono anni di crisi in cui sempre più famiglie preferiscono...
Africa

Madagascar: usi e costumi

Il Madagascar è la più grande isola del mondo. Se provate a controllare su una carta geografica, potrete notare quante volte riuscirebbe ad entrarci l'Italia! Ci abitano 16 milioni di persone, divise in circa 18 etnie. Il Madagascar fa parte dell'Africa...
Africa

Tanzania: usi e costumi

La Tanzania, ottenne l'indipendenza dall'Inghilterra esattamente 100 anni dopo che si formò lo Stato Italiano. Più precisamente nell'anno 1961. Conosciuta per il suo passato di sfruttamento e di colonizzazione. Oggi è una nazione che sta crescendo...
Africa

Somalia: usi e costumi

La Somalia è uno degli Stati africani ubicati nella zona orientale, detta "Corno d'Africa" ed è una Repubblica Federale.Il nome attuale di Somalia le fu dato dall'esploratore italiano Luigi Robecchi Bricchetti, che fu il primo europeo a visitare i vasti...
Africa

Costa d'Avorio: usi e costumi

La Costa d'Avorio (in francese Côte d'Ivoire) è una repubblica presidenziale situata nell'Africa occidentale. Si tratta di un territorio estremamente vario, che presenta estensioni notevoli di territori montuosi, collinari e pianeggianti. Il clima è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.