Bhutan: usanze e costumi

di Lidia Venturiero tramite: O2O difficoltà: media

Una regione asiatica localizzata nella cartina Himalayana, il Bhutan confina a nord con la Cina e a sud con l'India. La capitale è Thimphu, situata nella regione centrale. Il nome completo di questo Stato è Regno del Bhutan. La popolazione è di circa 650.000 abitanti. Il clima risente particolarmente delle diverse altitudini del paese e dell' influsso dei monsoni. Le usanze e i costumi di questo Paese risentano naturalmente della cultura orientale in particolare da quella cinese.

1 L'artigianato e l'abbigliamento Il Bhutan è famoso nel mondo per i prodotti artigianali realizzati con materiali preziosi come bronzo oro e argento. Inoltre sono molto frequenti sculture di figure religiose, questo della popolazione del Buthan. Il Bhutan ha un ricco patrimonio culturale, intrecciata con la religione, folklore e storia. Infatti come un marchio o rispetto, la gente ancora indossano abiti tradizionali nazionali. Gli uomini indossano 'gho', un pesante abito legato con una cintura, mentre le donne indossano 'Kira', che è un abito lungo fino alle caviglie indossato sopra una camicia e legato con una spilla.

2 Il buddismo Il mondo naturale è stato al centro della storia del Bhutan. L'introduzione del buddismo ha attirato su e incorporato alcune delle antiche credenze sulla natura. Prima dell'introduzione del Buddismo, una forma di culto animistico, chiamato Bön, era prevalente nella regione. Bön era una tradizione orale che venerava il mondo naturale, in particolare il sole, la luna e il cielo. Spiriti, manifestazioni, stregoni, yeti e la reincarnazione sono tutti ancora parte della storia del Bhutan. Aspetti della vita che possono apparire fantastica per le menti occidentali sono considerati comuni qui.

Continua la lettura

3 Alimentazioni e usanze La popolazione si nutre principalmente di grano, mais, carne di maiale, di gallina e di yak.  Particolarmente rigide sono le leggi che obbligano la popolazione a vestirsi in un determinato modo: infatti questo abbigliamento è obbligatorio per tutti coloro che svolgono lavori pubblici o in campo statale.  Approfondimento I 10 templi buddisti più belli del mondo (clicca qui) Inoltre bisogna vestirsi in modo elegante soprattutto quando si assiste alle feste religiose che richiedono un accordo discreto.  Solitamente si lascia una piccola offerta dopo aver visitato un tempio o monastero.  Da ricordare inoltre che se invitati ad un pranzo da una famiglia, è usanza andare via non appena finito l'ultimo.  Potrebbe anche succedere che i padroni di casa si ritirino tranquillamente durante l'astro o che si accontentino di vedervi mangiare.

Bangladesh: usanze e costumi Il Bangladesh (paese del bengala, in lingua bengalese) conosciuto in via ... continua » Kuwait: usanze e costumi Il Kuwait è un emirato sovrano situato nell'Asia sud-occidentale. La ... continua » Camerun: usanze e costumi Il Camerun è, dal punto di vista culturale, uno dei più ... continua » Yemen: usanze e costumi Lo Yemen è uno Stato posto nella parte meridionale della penisola ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Perù: usanze e costumi

Se decidete di fare un viaggio in un stato dell'America del sud, non può certamente mancare una visita in uno dei posti più affascinanti ... continua »

Cambogia: usanze e costumi

Il Regno di Cambogia è stato forgiato da una moltitudine di influenze che si rispecchiano nelle pratiche della sua cultura.

Segnata dal colonialismo francese, dalla ... continua »

Vanuatu: usanze e costumi

Vanuatu (o anche definito con il nome di Repubblica di Vanuatu) è un complesso di isole situate nel nel sud dell'Oceano Pacifico. Anche con ... continua »

Bielorussia: usanze e costumi

Sempre più frequentemente si decide di scegliere mete insolite per le proprie vacanze. Mete lontane dal caos e dalla moderna vita movimentata per immergersi in ... continua »

Angola: usanze e costumi

L’Africa ha un fascino talmente unico da esserci anche una malattia chiamata “mal d’Africa”. Questa patologia è caratterizzata dalla grande nostalgia che coglie ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.