Canada: itinerario nel parco internazionale della pace Waterton-Glacier

di Odette Tapella tramite: O2O

Terra selvaggia in cui ghiaccio, foreste e specchi d'acqua creano paesaggi incontaminati il Parco
internazionale della pace Waterton-Glacier
è un luogo in cui si incontrano il Canada e gli Stati Uniti e dove i turisti possono trovare un ambiente e una natura ancora incontaminati. Le due aree protette, quella del Glacier national park così chiamato per le nevi perenni che ricoprono le montagna più alte e quella del Waterton lakes national park, sono state unite nel 1932 per creare quella che viene definita una riserva della biosfera, nata per tutelare l'ecosistema locale, e sono considerati patrimonio dell'Unesco per la grande varietà di specie animali e vegetali presenti in questi territori.
Se vuoi organizzare una vacanza in una delle aree protette più belle del Nord America, il 2016 è l'anno giusto perché ricorre il centenario della riserva e saranno proposte molte iniziative per festeggiare questo anniversario. In questa guida puoi trovare un itinerario che ti permetterà di conoscere meglio il Parco.

1 Parco Waterton-Glacier: a tu per tu con cervi, orsi e lupi Posto tra Montana e Canada, il Parco internazionale della pace Waterton-Glacier compre un territorio vasto e diversificato che va dalla pianura alla montagna, fino a un'area lacustre alpina: una riserva protetta che può essere considerata un vero e proprio paradiso per gli amanti del trekking – nel Parco è presente una fitta rete sentieristica adatta a tutti i tipi di escursionisti – e di coloro che vogliono vedere da vicino alcuni esemplari della fauna locale, come il cervo, il daino, gli orsi, il lupo e il coyote. I rangers, il personale dell'area naturalistica, sono a disposizione dei turisti per accompagnarli alla scoperta di questa terra; per apprezzare maggiormente la natura e gli aspetti caratteristici del Parco è consigliabile recarsi in uno dei centri per visitatori in cui è possibile soggiornare e ricevere informazioni sulla zona.

2 Un parco da scoprire a piedi o in macchina Tra le escursioni più interessanti da effettuare nel parco internazionale Waterton-Glacier ci sono quelle attraverso le vallate glaciali, come quelle che si snodano tra il Continental divide e il Fifty mountain campground o nella zona dei laghi, in particolare nei pressi dell'Iceberg lake in cui sono presenti blocchi di ghiaccio anche in estate e dei bacini Saint Mary e Swiftcurrent.
Se invece di camminare preferisci percorrere il territorio della riserva in macchina puoi scegliere la Going to the sun road, una strada panoramica realizzata tra le montagne che circondano la zona: in questo modo puoi costeggiare alcuni dei laghi della zona e ammirare il Jackson Glacier, uno dei ghiacciai presenti nel Parco.

Continua la lettura

3 Per le strade dell'area protetta a bordo dei “red buses” All'interno del Parco transitano i caratteristici “red buses” o “jammer buses” che sono una delle attrattive di questa zona.  Questi mezzi sono dei tipici autobus turistici, anche con tetto scoperto, in passato molto utilizzati per trasportare i visitatori che raggiungevano la riserva, sono ancora oggi in funzione: oltre una trentina di questi bus sono datati 1930 e percorrono le strade del Parco portando 17 passeggeri.

4 La Chief mountain e le tradizioni degli indiani d'America Se invece vuoi conoscere meglio la cultura dei nativi d'America che hanno popolato per secoli la zona del Parco, in particolare le tribù Sioux dei Black feet e dei Flathead, devi recarti sulla Chief mountain, la vetta sacra degli indiani, un luogo ricco di misticismo e magia che viene tradizionalmente associato ai riti di iniziazione che permettevano ai giovani abitanti di queste terre di entrare a far parte del mondo degli adulti. Queste popolazioni hanno vissuto a stretto contatto con l'ambiente che li circondava e hanno fatto della caccia e della pesca le loro principali attività.

5 I Lodges, l'ospitalità in stile western Il Parco internazionale della pace Waterton-Glacier non è solamente natura e paesaggi, ma anche storia dello sviluppo del mito americano. In questo territorio al confine tra Stati Uniti e Canada hanno soggiornato personalità illustri, come il presidente Theodore Roosvelt e l'artista Charlie Russell che hanno trovato nei Lodges ospitalità e accoglienza: i più famosi sono il Lake McDonald e il Glacier park, arredati in stile wester e ricchi di testimonianze che ricordano il passaggio dei due uomini famosi. Nel primo puoi ammirare alcuni schizzi realizzati da Russel sul camino, mentre nel secondo puoi respirare l'atmosfera di una pensione di inizio XX secolo, posta nei pressi della ferrovia del West, la Great northern railway.
Oltre a queste pensioni, puoi vivere appieno la natura del Parco scegliendo uno dei molti campeggi della zona.

Canada: itinerario nel parco nazionale La Mauricie Il parco nazionale La Mauricie è un gioiello naturalistico situato nella ... continua » Canada: itinerario nella penisola della Gaspésie La penisola di Gaspé, più comunemente chiamata Gaspésie, si trova in ... continua » Canada: itinerari Il Canada è uno dei paesi più interessanti e originali s ... continua » Canada: i parchi più belli Il Canada è uno dei paesi che più è legato alla ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Canada: cosa fare e vedere

Scegliere di visitare il Canada si può rivelare un'esperienza veramente interessante. Dovete sapere che Canada è molto grande, essendo il paese più esteso al ... continua »

Come e cosa fare in Alaska

L'Alaska è una delle mete più sognate dagli amanti dell'avventura e della natura selvaggia. Le sue foreste incontaminate, i suoi laghi blu e ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.