Come allenarsi per un viaggio in bici

di Chiara De Matteo tramite: O2O difficoltà: difficile

Con questa guida su come allenarsi per un viaggio in bici intendiamo dare dei consigli utili per programmare un giusto allenamento che vi porti a compiere il viaggio nella maniera più divertente e tranquilla possibile. Questo che viene proposto è stato concepito per affrontare un viaggio di una settimana, composto da sei tappe di circa 100 chilometri l’una su un percorso in larga parte pianeggiante o di media collina, con un giorno di riposo a metà, ed inizia ufficialmente otto settimane prima del giorno della partenza. Foto: www. Verdenatura. It.

1 La visita medica di controllo Ancora prima di dare la prima pedalata, qualunque sia la vostra età e nonostante vi sentiate bene, è obbligatorio fare una visita medica di controllo, per la precisione una visita cardiologica a riposo e sotto sforzo che vi permetterà di verificare il vostro stato di salute e la condizione psico-fisica prima di iniziare gli allenamenti. Dopo l’ ok del medico, si comincia a pedalare avendo come obiettivo quello di aumentare la resistenza alla fatica.

2 Usare il cardiofrequenzimetro Il primo mese terremo d’occhio i chilometri, il secondo mese lavoreremo sui tempi. Fondamentale è allenarsi con il cardiofrequenzimetro, mantenendo sempre i battiti ad una frequenza pari al 60-70% della soglia massima e stando sopra le 80 pedalate al minuto. Non badate alla velocità e cercate per quanto possibile di mantenere costanti i parametri dei battiti e delle pedalate come indicato, utilizzando i rapporti per aumentare o diminuire lo sforzo da compiere.

Continua la lettura

3 Tempi e chilometri La prima settimana si esce lunedì, mercoledì, venerdì e domenica pedalando per un’ora o minimo 20 km.  La seconda settimana si esce martedì, mercoledì, venerdì e sabato svolgendo allenamenti di un’ora e trenta o minimo 30 km.  Approfondimento Come recitare il Rosario (clicca qui) La terza settimana si esce lunedì, martedì, giovedì, venerdì e domenica per due ore o minimo 40 km e dovrete abituarvi ad alimentarvi per cui porterete dietro delle barrette di carboidrati: dovete mangiarne una ogni ora per scongiurare le crisi di fame.  La quarta settimana si esce lunedì, martedì, giovedì, venerdì e sabato pedalando per tre ore o minimo 50 km.

4 La durata dell'allenamento Da ora in avanti, si dovrà tenere conto quasi esclusivamente della durata dell'allenamento, per abituare definitivamente il fisico a stare molte ore in sella. Durante la quinta settimana uscirete lunedì, martedì, mercoledì e poi venerdì, sabato e domenica programmando almeno due uscite da 5 ore. Nella sesta settimana uscirete martedì, mercoledì, giovedì e venerdì programmando almeno un paio di uscite attorno alle 5-6 ore. Durante la settima e ottava settimana dovrete allenarvi almeno cinque volte programmando almeno un paio di uscite della durata superiore alle 6 ore.

Come raggiungere le isole Tremiti Posizionate poco più su del Gargano, le Isole Tremiti appartengono al ... continua » Come e perchè visitare la Fundació Joan Miró Quando siete in viaggio e vi trovate in una determinata città ... continua » Come visitare il palazzo del Quirinale Il Palazzo del Quirinale, che sorge sull'omonimo colle di Roma ... continua » Dove mangiare le migliori tapas a Barcellona In qualsiasi città spagnola andiate, la parola d'ordine è sempre ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare Parigi in metro

Visitare Parigi in metro è facile, divertente ed economico: potrete apprezzare il fascino della ville lumière attraversandola tutta, proprio grazie alla sua estensa rete di ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.