Come aprire una società in Kenya

di Veronica De Stasio tramite: O2O difficoltà: difficile

Noto per i safari e per i suoi magici tramonti mozzafiato, il Kenya è il paese dall'economia più stabile tra quelli situati nell'Africa Orientale. La crescita del PIL, basato principalmente sulle esportazioni agricole e sul turismo di nicchia, si è infatti attestata anche quest'anno oltre il cinque per cento, facendone uno dei paesi più idonei per chi intende aprire una società in quell'area geografica.
Avendo una cultura ed un'organizzazione molto differente dalla nostra è facile smarrirsi e non sapere cosa fare; per questo vediamo insieme come è opportuno procedere se si vuole aprire una società in Kenya.

1 Su quale società investire? Per prima cosa è bene avere le idee chiare sul tipo di società sulla quale investire, ed eseguire le opportune ricerche di mercato per valutarne l'attuabilità.
Questo è molto importante, così da non trovarsi impreparati nel momento di confrontarsi con un esperto consulente finanziario, il quale, con la sua esperienza internazionale, indicherà il miglior modo di procedere. Avvalersi della collaborazione di figure professionali di questo genere, sarà indispensabile per essere più sicuri e consapevoli, dal momento che si investiranno, presumibilmente, delle somme significative.

2 Capitale Fatto questo, è necessario stabilire per grandi linee quanto capitale investire nella nuova attività e capire se è opportuna, o necessaria, la ricerca di eventuali soci. È basilare anche elaborare un'adeguata strategia finanziaria, sempre nel rispetto delle leggi. A tal proposito è bene essere preparati a dover fare i conti con persone senza scrupoli, che non si faranno molti problemi a proporre delle facili vie di successo economico senza curarsi della legalità, spesso a scapito delle popolazioni locali. Il consiglio è pertanto quello di circondarsi sempre di consulenti e tecnici seri e competenti, dalla conoscenza specifica delle dinamiche del posto.

Continua la lettura

3 La conoscenza delle lingue Una buona conoscenza del contesto culturale, e delle lingue straniere (in questo caso dell'inglese, parlato dalla stragrande maggioranza della popolazione keniota) sarà fondamentale, e solo un'accurata analisi del territorio, accompagnata da uno studio attento e minuzioso dell'economia locale potrà indirizzare verso le strategie finanziarie più remunerative. 
Infine, è opportuno affidarsi ad un valido esperto giurista, il quale aiuterà nell'espletamento delle pratiche legali e di quella burocrazia che, se trascurata, rischierebbe di rallentare l'apertura della nuova attività.

Come richiedere il visto per il Kenya Il Kenya, Paese posto a oriente, nel cuore dell’Africa, affascina ... continua » Mangiare in Kenya: guida ai piatti tipici Gioiello incastonato sulla costa orientale, il Kenya è uno stato africano ... continua » Come aprire una società in Croazia Sempre più italiani decidono di investire il proprio denaro per aprire ... continua » Come aprire una società nella Repubblica Sudafricana Se desideri aprire una società nella Repubblica Sudafricana non è assolutamente ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come aprire una società in Austria

Grazie ai viaggi abbiamo la possibilità, non solo di visitare luoghi, ma anche di approfondire le nostre conoscenze lavorative. Molti imprenditori vedono una concreta possibilità ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.