Come e cosa visitare in Sardegna: Villanovaforru, complesso Nuragico di Genna Maria

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Nella zona della Marmilla in Sardegna, la pianura del Campidano cede il passo alle colline verdeggianti. Questo luogo è ricco di zone storiche ed archeologiche di grande interesse per gli amanti del genere. In questa guida vedremo come e cosa visitare nella bellissima Sardegna, in particolare Villanovaforru e il complesso nuragico di Genna Maria

25

Occorrente

  • Cartina della Sardegna
  • Macchina fotografica
  • Scarpe comode
35

Per arrivare al complesso nuragico di Genna Maria, dovremo seguire le indicazioni sulla segnaletica che ci portano verso il parco Archeologico (così è indicato sul cartello stradale), che si trova a circa 1 chilometro dal paese di Villanovaforru, sulla strada per Collinas. Dovremo quindi prendere la strada SS 131 e svoltare all'incrocio con la SP 52 in direzione Villanovaforru, poi dovremo imboccare la strada SP 49 in direzione Collinas. Il nuraghe è molto bello da vedere e dal punto di vista archeologico, è tra i più importanti dell'isola.

45

Una volt giunti al complesso nuragico di Genna Maria, potremo finalmente iniziare il nostro tour. Il complesso è situato sulla sommità della collina marmoso-calcarea di Genna Maria ed è costituito da un mastio centrale, intorno al quale è stato poi edificato il bastione trilobato. Molto più tardi fu aggiunta anche una cerchia muraria a difesa di un insediamento dell'Età del Ferro, dalla quale però oggi resta ben poco. Il mastio centrale, costruito nell'età del bronzo medio, oggi ospita una semplice camera privata di vani sussidiari. A nord-est del villaggio, lungo la strada per Lunamatrona, potremo trovare l'ArrubMuseo del Territorio Sa Corona Arrubia, dedicato alla flora ed alla fauna della zona, che contiene la ricostruzione di quattro diversi habitat naturali.

Continua la lettura
55

Un particolare curioso di questo luogo è la presenza di una seggiovia che ci permetterà di raggiunge senza alcuna fatica, il belvedere sulla Giara di Siddi, un posto davvero suggestivo. Per quanto riguarda i mezzi di trasporto che servono questa zona, si può segnalare la presenza di due autobus dell'ARST al giorno in arrivo da Cagliari ogni fine settimana. Inoltre sono presenti collegamenti con i vicini paesi di Sanluri e Sardara dal lunedì al sabato. Quindi seguendo le poche e semplici indicazioni riportate all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a visitare questi bellissimi posti appartenenti al territorio sardo. A questo punto non ci resta che organizzare il nostro viaggio individuando le zone che più ci interessano, preparare i bagagli e partire verso questi splendidi luoghi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Sardegna: i siti archeologici più belli

Solitamente, quando si sente parlare della Sardegna, favolosa isola del Mediterraneo, non si può far a meno di immaginare acque cristalline ed incontaminate. Ma la Sardegna non è solo fatta di paesaggi paradisiaci e locali alla moda. Infatti la Sardegna,...
Europa

Come visitare Nuoro in un giorno

Situato su un altopiano granitico ai piedi del monte Ortobene nel cuore della Sardegna, Nuoro è uno dei capoluoghi di provincia più elevati d’Italia.Fu insediamento nuragico e successivamente cadde sotto il dominio romano, che ne condizionò fortemente...
Europa

Come visitare i dintorni di Arzachena: Nuraghe di Albucciu e Tempietto di Malchittu

Arzachena è uno splendido comune nella provincia di Olbia-Tempio, in Sardegna. È il terzo centro più popoloso della Gallura e fra i suoi tesori più belli vi è la campagna circostante. È possibile trovare tra la natura inestimabili tesori storici,...
Italia

Le più belle grotte da visitare in Sardegna

La Sardegna oltre ad essere un paradiso dal punto di vista paesaggistico e marino, con le sue belle ed estese spiagge simili a quelle dei tropici, vanta anche moltissime grotte che vale davvero la pena visitare, fra cui la grotta più grande al mondo...
Italia

Cosa vedere nel Cagliaritano

In questa bella guida turistica che abbiamo deciso di proporre, vogliamo parlarvi di cosa poter vedere nel cagliaritano, un paese davvero unico e speciale, per ciò che riesce ad offrire ai propri turisti, che decidono di andare a visitarlo e conoscerlo...
Europa

Come visitare La Tomba Dei Giganti Di Lu Brandali

Da sempre le popolazioni hanno avuto bisogno di erigere monumenti funebri ai propri morti, soprattutto se per persone di una certa importanza a livello sociale. Fra i complessi tombali più misteriosi da visitare vi è La tomba dei Giganti di Lu Brandali....
Consigli di Viaggio

Come visitare le sette città reali: da cagliari a castelsardo

Questo itinerario di circa "285 km" ti condurrà attraverso le "sette città reali" in cui visitare la Sardegna, i suoi musei archeologici più famosi, e lungo alcuni splendidi tratti di costa. Da "Cagliari a Castelsardo" per coprire tutto, servono circa...
Europa

Come visitare le spiagge di Domus De Maria in Sardegna

Domus de Maria è un comune della provincia di Cagliari, conosciuto e rinomato per le sue splendide spiagge, per le sue acque cristalline e per la natura incontaminata di bellezza incomparabile. Questa zona della Sardegna offre paesaggi di estrema bellezza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.