Come E Perché Visitare Il Vesuvio

di Alessandro Spasiano tramite: O2O difficoltà: facile

Il Vesuvio, insieme all'Etna e allo Stromboli, è uno dei tre vulcani attivi sul territorio nazionale italiano. È considerato uno dei simboli della città di Napoli, anche se in realtà è un vero e proprio spauracchio per coloro che abitano nelle sue immediate vicinanze: la sua presunta prima eruzione, avvenuta nel lontanissimo 79 d. C., distrusse Pompei, Ercolano e le antiche città di Stabiae ed Oplontis. Ad oggi, dunque, è considerato uno dei vulcani più pericolosi d'Europa a causa delle sue eruzioni di natura esplosiva. Nonostante tutto, però, è la meta preferita di tantissimi visitatori provenienti da tutto il mondo. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come e perché visitare il Vesuvio.

1 Il cratere del Vesuvio di oggi ha un diametro che misura circa 700 metri, una circonferenza di circa 12 chilometri e una profondità 200 metri. In realtà, si tratta di un formazione che comprende due vulcani: il Monte Somma (dormiente) e il Vesuvio (Gran Cono). Dal 1995, il Vesuvio è un parco nazionale e si può percorrere a piedi fino alla sua vetta.
Il percorso più noto e turistico da eseguire sul Vesuvio è quello del Gran Cono, che conduce attraverso un ripido sentiero fino alla bocca del cratere. La strada asfaltata porta a circa 200 metri dalla cima; da quel punto in poi, percorrendo una passerella a spirale attorno alla montagna si potrà arrivare al cratere.

2 Potete trovare delle guide vulcanologiche, riconoscibili grazie alle tute grigio/gialle, che danno informazioni tecniche e spiegazioni storiche, rispondendo a tutte le domande e curiosità.
La spiegazione delle guide dura circa una quindicina di minuti, per cui dopo avete tutto il tempo per godervi il panorama su Napoli e dintorni, per fare fotografie e per acquistare souvenir in pietra lavica nei piccoli negozietti presenti. Potete poi proseguire con la passeggiata intorno all'altra metà dell'anello che circonda la bocca del cratere.

Continua la lettura

3 Il percorso può essere un po' ripido, ma c'è un corrimano e si possono acquistare dei bastoni.  Scarpe chiuse antiscivolo sono raccomandate perché il percorso può essere pieno di pietre.  Approfondimento Come raggiungere il quartiere Barra a Napoli (clicca qui) È bene attrezzarsi con giacca a vento, berretto e occhiali per il sole e bottiglia d'acqua.  Una volta in cima si può fare uno spuntino nell'area-sosta dotata di panche di legno.
La salita in cima costa circa 6 €.  Si consiglia di visitare il Vesuvio nei giorni lavorativi, perché nei fine settimana è possibile trovare molti gruppi organizzati e questo può portare a ingorghi.

Itinerari per Pompei ed Ercolano Pompei ed Ercolano sono due località distanti circa 20 chilometri dalla ... continua » Come Affrontare Il Vesuvio In Mountain Bike Organizzare un'escursione turistica sul vulcano Vesuvio, è possibile ricorrendo a ... continua » 10 motivi per visitare Napoli Napoli, considerata capitale del Mediterraneo, è il capoluogo della regione Campania ... continua » Come visitare Kelimutu In Indonesia Il Kelimutu è un vulcano situato sull'isola di Flores, più ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.