Come e perché visitare Tirana

tramite: O2O
Difficoltà: facile
111

Introduzione

Come e perché visitare Tirana. Tirana non è una delle città più conosciute d'Europa. Come girarla? Da due o tre anni a questa parte, l'Albania e la sua capitale hanno fatto capolino tra le mete turistiche. Complice il New York Times, che ha inserito Tirana, insieme alla capitale macedone Skopje, tra le dieci città europee che vanno assolutamente visitate.
L'Albania è molto vicina all'Italia, non solo perché confinano attraverso il Mare Adriatico, ma per le diverse vicende storiche da negli ultimi secoli si sono succedute.
Tirana è piuttosto recente di formazione, tuttavia è molto interessante. Non a caso sono in crescente aumento gli italiani che si recano e trasferiscono nella capitale albanese per studio e per lavoro.
Il turismo sta iniziando ad esplorare il paese.

211

Occorrente

  • Apertura alla conoscenza delle persone e della loro cultura
311

Tirana non è il posto più bello dell'Albania, soprattutto se messa a confronto con il mare di Valona o le antiche costruzioni di Scutari, Himara ed Elbasan, ma ha il suo perché.

L'aeroporto Rinas, l'unico del paese, è ben collegato con tutte le principali italiane da Alitalia e Blu Panorama. Poco più di un'ora di volo da Roma.
La città conta poco più di 800 mila abitanti, quasi un terzo delle persone che vivono in Albania.
Ma dal centro e dal sud Italia ci sono anche dei traghetti che portano a Durazzo e Valona. Le principali partenza sono da Ancora e Bari. Ci sono bus e pulmini che collegano le diverse città, ma sono servizi non troppo legati agli orari ed alle fermate, per cui si rischia di perdere molto tempo. Più efficiente è la rete del trasporto urbano di Tirana.

Fino agli anni Cinquanta Tirana era un paese abbastanza piccolo, poi, grazie alla posizione centrale nello stato ha cominciato ad espandersi diventando la sede del governo e la città albanese più importante.

Una visita di due o tre giorni è consigliata a tutti. L'Albania, tra l'altro, è uno dei pochi paesi in cui non serve sapere una lingua straniera. Tutti conoscono l'italiano.

411

Una volta optato per l'aereo o per la nave si parte. Il traghetto può essere una soluzione per chi volesse visitare diverse zone del paese con la propria auto, ma è meglio fare attenzione alla guida "sportiva" degli abitanti di Tirana e delle città albanesi.
L'idea di non rimanere solo nella capitale è certamente la migliore, perché ci sono davvero delle perle da scoprire, sia dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista storico ed artistico.

Approdati nella capitale si può scegliere un albergo, tutti budget trovano soddisfazione, anche se comunque per gli standard italiani, è decisamente economico mangiare e dormire in Albania.

A quel punto si può decidere il proprio tour cittadino. Visto che non c'è moltissimo, è bene fare un mix tra arte, natura e storia. Il primo approccio con il centro cittadino deve essere a piedi. Una passeggiata per le vie principali è fortemente raccomandata.
Piazza Scanderberg, decisamente grande, è al centro e da lì un lungo viale porta al parco, passando per il quartiere Blloku.
Tra le sedi del municipio, dei ministeri e dell'università, costruiti dagli italiani ai tempi del fascismo, si scorgono curiosi angoli, animati da tipici ristoranti ed affollatissimi bar. Appena lasciata la piazza si trova il piccolo parco Taiwan e la Sky Tower, sulla cui cima c'è un bar-ristorante che offre una splendida vista dall'alto di tutta Tirana.

Continua la lettura
511

L'Albania, Tirana inclusa, è un buon esempio di pacifica convivenza tra religioni differenti. Cattolici, ortodossi e musulmani vivono la città insieme, condividendo le piazze su cui si affacciano chiese di diverse confessioni religiose.
La chiesa cattolica di Santa Maria è un monumento nazionale e risale al 1865. La cattedrale cattolica di San Paolo è stata ricostruita dopo il periodo comunista. Di recente costruzione sono anche le chiese ortodosse della Resurrezione di Cristo e Chiesa Ortodossa, senza intitolazione, sono i massimi esempi del culto. La Moschea dei Conciatori e la Moschea Ethem Bey sono le più frequentate dai musulmani. La più antica, che deriva dalla dominazione ottomana è proprio Ethem Bey, situata in piazza Scanderberg.

611

Storia e arte sono parte della cultura albanese e per conoscerle bisogna visitare i musei. Il Museo archeologico contiene antichi reperti, principalmente vasellame e gioielli, appartenuti alle popolazioni che hanno abitato l'area. La Galleria d'arte offre le principali opere dei pittori, degli scultori e dei fotografi che hanno caratterizzato la storia albanese dalla fine dell'Ottocento ad oggi. Il Museo di storia nazionale conserva quasi 4 mila reperti di ogni epoca a raccontare l'evoluzione del paese. Il piccolo Museo di scienze naturali permette ai visitatori di conoscere la fauna albanese antica e moderna.
Vale la pena di visitare le rovine delle fortezze di Tirana, costruita e vissuta dai bizantini e dai popoli che hanno vissuto l'era medievale; i castelli di Preze e Petrela.

711

Percorrendo il viale che attraversa Tirana e le piazze Scanderberg e Madre Teresa si incrociano gli edifici che ospitano le alte istituzioni del paese e si arriva al Gran Parco con il Lago Artificiale di Tirana. Un ampia zona verde con qualche punto di ristoro ed un grande lago intorno al quale fare passeggiati rilassanti. Nel fine settimana si può incontrare mezza città. Sono tantissimi gli abitanti, le famiglie in particolare, che trascorrono qualche ora al parco.
Chi ama la natura può fare una gita in montagna. Il Monte Dajti domina Tirana ed i dintorni, offre una full immersion nel verde e tante passeggiate. Si può arrivare in cima anche in auto.

811

Gli amanti della vita notturna resteranno soddisfatti e meravigliati. Il quartiere Blloku, nel centro, oltre ad essere molto elegante, è il punto di riferimento per i giovani. Ci sono bar, ristoranti e locali notturni per ogni gusto. Basta scegliere il tipo di musica preferita. Il divertimento è assicurato. Non mancano occasioni per la socializzazione e per far nuove amicizie.

911

Perché visitare Tirana? Si potrebbe rispondere che è vicina, poco conosciuta e interessante, o addirittura che offre soluzioni economiche, ma non basterebbe. Tirana è una città vivace, giovane, che vive di giorno e di notte. La cultura è molto simile alla nostra e gli albanesi sono simpatici e innamorati degli italiani. Una vacanza a Tirana è una piacevole sorpresa. Si vedrà il paese con un punto di vista diverso e si potranno scoprire luoghi magnifici. Si tratta di una località turistica fuori dal comune, specialmente se ci si spinge nei dintorni.

1011

Guarda il video

1111

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In primavera o autunno il clima è decisamente migliore, l'estate è troppo calda
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

3 itinerari per visitare Tirana

Primavera ed estate sono le stagioni migliori per poter organizzare una vacanza. Perché dunque non scegliere un luogo suggestivo e particolare? Tra gli itinerari da scegliere c'è sicuramente quello che riguarda i Balcani e l'Albania. Una meta magari...
Europa

Come visitare Tirana in 3 giorni

Tirana la capitale del Paese delle Aquile, situata al centro nord dell'Albania gode di un clima pungente in inverno e afoso d'estate ma mantiene il fascino sia primaverile che autunnale. Tirana ha un Aeroporto a Rinas moderno e ben collegato con le principali...
Europa

Albania: usanze e costumi

Attraversata nei secoli da Illiri, Romani e Greci, l'Albania ha sempre lottato arduamente per la difesa della propria libertà e delle proprie tradizioni. Anche se queste civiltà hanno lasciato numerose testimonianze della loro presenza, il popolo albanese...
Europa

Tirana: cosa vedere

Se stiamo pensando di intraprendere un viaggio verso una particolare città che abbiamo intenzione di visitare, per prima cosa dovremo organizzare nel miglior modo possibile la nostra vacanza in modo da evitare possibili imprevisti ed inutili perdite...
Europa

Albania: cosa visitare

L'Albania è una splendida Nazione che si trova nell'Europa dell'Est, frutto di un processo di disintegrazione dell'ex Unione Sovietica. Sicuramente è uno Stato che ne ha viste di cotte e di crude: ha vissuto periodi molto difficili a causa della guerra...
Europa

Come visitare la città di Pogradec in Albania

Pogradec è un grazioso villaggio che si trova nella parte meridionale dell'Albania al confine con la Macedonia; la cittadina si affaccia sul lago Oher. In questo luogo si hanno tantissime attrazioni culturali e naturali che danno la possibilità al turista...
Europa

Come visitare la città di Fier in Albania

Come visitare la città di Fier in Albania: Fier è una delle città più importanti dell'intera Albania, e dista da Tirana di circa 100 km. Le due località sono perfettamente collegate, si possono raggiungere in macchina o grazie alla funzionale rete...
Consigli di Viaggio

Come visitare l'Albania

L’Albania è uno stato dell’ Europa sud-orientale, che si affaccia sul mar Adriatico e sullo Ionio e dista 80 km dall'Italia. E’ un paese ricco di storia, grazie alla quale si è aperto il processo per risalire alla storia europea, potendo così...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.