Come fare un invito turistico per l'Italia

di Luca Lucarelli tramite: O2O difficoltà: difficile

In base alla normativa Italiana, un cittadino Italiano o estero che possiede la cittadinanza e vive regolarmente in Italiana che viole invitare un extracomunitario ed ospitarlo nella propria abitazione, deve compilare un documento cioè un invito turistico per l'Italia, ed inviarlo all'emigrante come richiesta di invito dichiarando e garantendo la sua disponibilità ad ospitarlo. Quindi il cittadino italiano funge da "garante" nei confronti dell'ospite. Infatti ai fini della legge Italiana, un extracomunitario, non può risiedere in Italia senza una corretta documentazione.

Assicurati di avere a portata di mano: Lettera d'invito Alloggio Fidussione Assicurazione sanitaria

1 Per fare un invito turistico ad un amico o ad un parente, è necessario che la persona invitante alleghi alla dichiarazione di ospitalità, una fotocopia del proprio documento d'identità valido. Inoltre affinché l'operazione vada a buon fine, è necessario che la dichiarazione venga fatta dal titolare del contratto di affitto o di proprietà e deve essere indicato l'esatta ubicazione dell'immobile dove l'invitato alloggerà. La documentazione viene preparata dalla persona invitante e solo una volta pronta viene inviata all'emigrante. Per preparare la documentazione necessaria, è importante che il residente Italiano segua alcuni passi richiesti dalla legge. Vediamo come.

2 Come primo passo, è necessario che il residente italiano, richieda la documentazione necessaria. Il primo documento da richiedere è la lettera d'invito. Per compilare tale documentazione, è necessario indicare tutti i dati personali richiesti sia dell'invitante che dell'ospite, facendo attenzione ad immettere tutti i dati corretti affinché l'operazione vada in porto. Inoltre bisogna indicare le esatte date di arrivo e di partenza dall'Italia.

Continua la lettura

3 Una vota pronta la lettera di invito, il garante Italiano informerà il cittadino estero, il quale dovrà richiedere un appuntamento all'ambasciata Italiana e fissare la data per il colloquio e la consegna dei documenti richiesti.  A questo punto il garante dovrà inviare la lettera d'invito compilata e firmata, la polizza sanitaria e la fideiussione al cittadino estero.  Approfondimento Come stipulare la fideiussione per il visto turistico (clicca qui) Una volta che il cittadino estero riceverà tutta la documentazione necessaria in busta chiusa, dovrà presentarla all'ambasciata Italiana in data prefissata dall'appuntamento precedentemente preso.

4 È necessario ricordare che la persona invitante, funge da garante per il cittadino emigrante e come tale, si assume la responsabilità dell'ospite. Inoltre una volta che il cittadino estero arriva in Italia, il residente Italiano è necessario che avvisi la Polizia entro quarantotto ore.

Non dimenticare mai: Verifica che tutta la documentazione sia in norma prima di inviarla

Come richiedere il visto per il Kenya Il Kenya, Paese posto a oriente, nel cuore dell’Africa, affascina ... continua » Come richiedere il visto per il Kenya Il Kenya, Paese posto a oriente, nel cuore dell’Africa, affascina ... continua » Come ottenere un visto per lavorare e studiare in Canada La guida che verrà sviluppata nei passi che seguiranno questa breve ... continua » Come organizzare un viaggio in Libano Il Libano è un piccolo stato mediorientale che confina con Israele ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come emigrare in Canada

Il Canada non è niente di particolare, ma solo un bellissimo paese del nord america, che potrebbe tornare estremamente utili per coloro che volessero fare ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.