Come girare l'Inghilterra in auto

di Veronica De Stasio tramite: O2O difficoltà: media

State pensando di girare l'Inghilterra in auto? Sicuramente saprete che in questo Paese la guida è a sinistra (mentre lo sterzo è a destra) e per noi che siamo abituati a guidare a destra cambiare abitudine non è affatto semplice. Aggiungete che gli automobilisti inglesi sono molto fiscali e impazienti e non esiteranno a suonare i clacson se siete impacciati o commettete errori alla guida. Ecco una semplicissima guida su
Come girare l'Inghilterra in auto.

1 Limite di velocità La seconda cosa che è bene sapere è che gli inglesi non misurano la velocità in chilometri orari come noi, bensì in miglia l'ora. Il limite di velocità sull'autostrada è di 70 miglia all'ora, 60 miglia l'ora su strade a singola carreggiata e 30 nelle zone dove ci sono luci stradali o case. I limiti vengono fatti rispettare tramite gli autovelox, che sono in genere segnalati (e che a differenza di quanto accade in Italia sono molto spesso funzionanti!). Non dimenticatevi di dare sempre la precedenza ai veicoli provenienti da destra. (Fonte immagine: www. Nozio. It).

2 Regole Inoltre, è obbligatorio indossare le cinture di sicurezza ed è vietato parlare al cellulare mentre si guida (le multe sono molto alte per chi trasgredisce le regole!). Se siete giovani e poco esperti di guida evitate di girare Londra nelle ore di punta, vi ritrovereste in una situazione davvero caotica. Piuttosto prendete un'auto a noleggio in qualche città nei dintorni della capitale (qui il noleggio è poco costoso) e fate qualche giro in macchina nella verde campagna inglese per esercitarvi e rilassarvi.

Continua la lettura

3 Costo della benzina Oltre alla pericolosità e al disorientamento per chi non è abituato a questo tipo di guida vorrei sottolineare che la benzina in Inghilterra è particolarmente costosa e noleggiare un'auto costa quasi il doppio rispetto a quanto si pagherebbe, ad esempio, in America.  Il mio pratico consiglio è, quindi, quello di lasciar perdere l'auto e di viaggiare in treno o pullman per visitare il Paese Approfondimento Come visitare l'inghilterra per il festival di Glastonbury (clicca qui) Ad ogni modo, se siete guidatori esperti o siete davvero determinati ad utilizzare l'auto è possibile farlo.  È consigliabile, tuttavia, tenere bene a mente le pratiche accortezze che ora vi indicherò.  Per prima cosa, la doppia linea gialla dipinta accanto al marciapiede vuol dire "non parcheggiare", mentre una singola linea gialla significa che si può parcheggiare solo un'ora; se invece trovate una linea gialla tratteggiata verificate le indicazioni per i limiti di tempo e potrebbe essere necessario pagare.

Non dimenticare mai: E' preferibile girare l'Inghilterra con il trasporto pubblico se non siete guidatori esperti Attenetevi alle regole di guida inglesi

Trasferirsi in Inghilterra: 5 cose da sapere Negli ultimi dieci anni abbiamo assistito a un boom di giovani ... continua » L'Inghilterra in moto: itinerari e consigli L'Inghilterra è una terra dalle mille bellezze, tutte da esplorare ... continua » Come guidare in Gran Bretagna: regole e limiti Chi guida un'auto per la prima volta in Gran Bretagna ... continua » 10 motivi per andare a vivere in Inghilterra Andare a vivere in Inghilterra non rappresenta più un modo per ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Luoghi romantici a Londra

L'Inghilterra è sicuramente tra le mete preferite dai lavoratori, dagli studenti e dai turisti provenienti da ogni parte del mondo; tra le città inglesi ... continua »

Come andare a vivere in Inghilterra

L'Inghilterra per molti rappresenta una terra promessa. Sono molti infatti gli italiani, soprattutto i più giovani, che vorrebbero trasferirsi in Inghilterra. L'Inghilterra infatti ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.