Come indossare l'hijab

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Parlando dell'Islam, sicuramente la prima immagine che ci viene in mente è quella di una donna con il volto coperto da un particolare velo, chiamato hijab. L'hijab, o foulard, è utilizzato principalmente per coprire collo e spalle, come vuole il Corano.
Il velo, nella cultura musulmana, è sinonimo di purezza e viene indossato prettamente nei luoghi pubblici e durante le preghiere e i riti religiosi. Nel Corano, il sacro libro islamico, è considerata la copertura minima per una donna musulmana, poiché lascia scoperto il volto. Oggi assistiamo ad una evoluzione del foulard, che diventa più moderno e colorato. Molto diffuse sono infatti la pashmina e la kuwaitiana, che si trovano di colori e fantasie differenti, e che possono essere indossati in modi diverso. Con questa guida vogliamo spiegare, a coloro che vogliono imparare a portarlo, come indossare il tipico velo islamico secondo la metodologia tradizionale.

27

Occorrente

  • hijab
  • spille
37

Spille

Per prima cosa bisogna avere un hijab e delle spille a disposizione. Quest'ultime serviranno a fissare il velo in modo che non si muova durante il giorno. Mettetevi dunque davanti ad uno specchio piuttosto ampio per vedere bene le azioni che state compiendo e non commettere errori durante la vestizione. Posizionare quindi l'hijab sulla testa in modo asimmetrico, lasciando cioè un lato più lungo dell'altro. Poi, tenendo il foulard ben teso sulla fronte, fissare le due estremità con delle spille alla base del cranio. Incrociare quindi le due estremità davanti al petto.

47

Lembo più lungo

Una volta completato questo passaggio, prendiamo il lembo più lungo, senza alterare l'asimmetria, quindi facendo attenzione a non allungare il lato più corto, e avvolgiamolo intorno al collo. Il nostro collo sarà così completamente coperto dal nostro velo, come indicato nel Corano. Ora cingiamo, sempre con il lato lungo dell'hijab, la parte opposta della testa nella zona posteriore. Continuiamo a far passare lo stesso lato ripetutamente intorno al collo e dietro il capo finché tutta la testa non risulti coperta.

Continua la lettura
57

Fissaggio

Alla fine di questa fase, bloccare il lato lungo sotto il mento con una spilla (o tenerlo fermo con i denti come facevano le anziane donne islamiche) e avrete indossato l'hijab in modo perfetto.
Per far si che il foulard stia fermo per tutto il giorno, è possibile utilizzare delle spille aggiuntive da posizionare in punti strategici, ovvero alla base del cranio e sotto il mento. Ovviamente vi sconsiglio di usare troppe spille per una questione di comodità.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usare uno specchio ampio che aiuti ad osservare tutti i movimenti
  • Utilizzare qualche spilla aggiuntiva per tenerlo fermo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Asia

Come visitare Lahore In Pakistan

La cittadina di Lahore è situata in Pakistan, nella provincia del Punjab e sul fiume Ravi. Secondo una leggenda, essa venne fondata dal figlio del dio Rāma, ovvero Loh. Storicamente, le prime notizie su questa città pakistana si hanno intorno al 700...
Africa

Marocco: usi e costumi

Quella marocchina è una cultura molto ricca: profumi, colori e suoni che si mescolano. Essa, inoltre è arricchita da usi e costumi dei Berberi ed è impregnata di fede musulmana. Il Marocco si può dire che oggi vive anche in Italia con incontri e...
Europa

Come visitare l'Andalusia in 3 giorni

Tramite pochi e semplici passaggi, in questa guida di oggi, vi vogliamo fornire indicazione utili e che vi potranno aiuteranno ad organizzare un viaggio indimenticabile in Andalusia in 3 giorni. L'Andalusia è la parte più affascinante e ricca forse...
Asia

Cosa visitare a Bahrain

Il Bahrain è un piccolo stato, situato in un arcipelago in prossimità della penisola araba. Una volta era un emirato, ma dal 2002 è diventato ufficialmente una monarchia costituzionale e si è maggiormente aperto al mondo. La principale fonte di ricchezza...
Europa

I 5 monumenti arabi più belli d'Europa

L'arte araba, nel corso dei secoli, ha esteso la sua influenza anche in Europa. Ne sono un esempio i numerosi monumenti presenti nel continente europeo, segno tangibile di un'arte universale e apprezzata anche all'estero, fatta di forme perfette e di...
Africa

Sudan: usi e costumi

L'Africa è il continente che ha conservato di più i suoi paesaggi naturali, quindi senza subire l'urbanizzazione massiccia. Questo riguarda soprattutto gli Stati centrali del continente, dove c'è una minore presenza di insediamenti umani. Uno di questi...
Europa

Come visitare il Museu de Mallorca

L'Isola di Mallorca (una delle due isole Baleari) è un'apprezzatissima meta turistica, con spiagge di un candore mozzafiato, hotel lussuosi e zone naturali selvagge e bellissime, con una straordinaria ricchezza in termini di fauna e di flora. Ogni anno...
Asia

Yemen: usanze e costumi

Lo Yemen è uno Stato posto nella parte meridionale della penisola araba. All'interno del suo territorio, sono presenti pianure costiere, altipiani e deserti come il Rub’ al Khali. In tale contesto, si mescolano numerose tipologie di clima. Sulle coste,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.