Come iniziare a vivere a Londra

di Salvatore Ciaramitaro tramite: O2O difficoltà: difficile

Negli ultimi tempi, Londra risulta essere una delle mete più ambite da molti giovani, non solo per l'arte e cultura, ma soprattutto perché offre possibilità di lavori fissi con stipendi che consentono di vivere tranquillamente. Per molti è un vero e proprio sogno nel cassetto, che spesso però, resta tale. Se ti sei diplomato da poco, non riesci a trovare lavoro e stai pensando ad un viaggio a Londra, continua nella lettura di questa guida che ti fornirà delle utili informazioni su come iniziare a vivere a Londra.

Assicurati di avere a portata di mano: Conoscenza base dell'Inglese Un budget intorno ai 1.000 Euro

1 Innanzitutto è bene stabilire se si è veramente convinti e motivati ad intraprendere questa avventura, che può essere fantastica, ma allo stesso tempo può rivelarsi una grande delusione se non ci si impegna al massimo. La prima cosa da fare è quella di cercare un alloggio in cui sistemarsi, che sia momentaneo o no, è importante che sia il più possibile vicino al centro o ben collegato dai mezzi pubblici. Gli affitti naturalmente sono molto meno cari in periferia, ma è anche vero che i mezzi pubblici costano, e non poco. Trovata casa, proprio come in Italia, si dovrà anticipare una caparra di un mese. L'affitto andrà pagato ogni settimana e la caparra verrà restituita quando si lascerà la casa, sempre se la casa si presenti in ottimo stato.

2 Una volta arrivati a Londra, sarà necessario procurarsi una sim telefonica con la quale si verrà contattati dai datori di lavoro e il N. I. N (National Insurance Number card) che rappresenta una specie di Codice Fiscale, che servirà per mettersi in regola con il pagamento delle tasse. Importante è anche l'apertura di un conto corrente, in modo da potere far accreditare lo stipendio dal datore di lavoro. Questi tre elementi sono fondamentali, in quanto agli occhi dello stato, ci si presenterà come un effettivo membro della comunità sia da un punto di vista sociale che fiscale.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Ovviamente lo scopo è quello di cercare un lavoro, quindi bisognerà munirsi di curriculum (ovviamente in lingua inglese) e cominciare a distribuirli.  Per maggiori possibilità è consigliabile affidarsi a diverse agenzie per il lavoro, che potranno indirizzare a seconda delle mansioni che si intende svolgere.  Approfondimento 10 motivi per vivere a Londra (clicca qui) Generalmente i settori che richiedono più lavoratori, sono quelli della ristorazione e dell'accoglienza.  All'inizio, sarà bene non escludere la possibilità di fare più lavori, ovviamente part-time e collocati in zone vicine, che apporteranno delle entrate maggiori.  Nonostante Londra risulti essere una città molto costosa, gli stipendi non sono troppo bassi ma, proporzionati allo costo della vita di questa città.

Non dimenticare mai: Determinazione e voglia di fare Alcuni link che potrebbero esserti utili: vivere a Londra trasferirsi a Londra

10 cose da sapere prima di partire per Londra La città d'Europa che riceve più visite durante l'anno ... continua » Come noleggiare una bicicletta a Londra I dati hanno appurato che nel centro di Londra vi sono ... continua » 5 idee low cost per un viaggio a Londra L'estate sta per arrivare. Quale migliore idea per passarla in ... continua » Come Iscriversi A Una Libreria Pubblica Londinese Mettiamo che vi siete trasferiti a vivere a Londra e vi ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

5 hotel economici a Londra

Quante volte avete sentito ripetervi che Londra è una delle capitali più care d'Europa? Purtroppo non possiamo che confermare: Londra è davvero una città ... continua »

5 motivi per amare Londra

La capitale inglese è una delle mete più visitate e amate al mondo. Spesso vista come sinonimo di possibilità, libertà ed emancipazione, rappresenta quasi il ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.