Come Mangiare A Ho Chi Minh City

di Luciano Telesco tramite: O2O difficoltà: facile

Viaggiare significa non solo visitare luoghi affascinanti e sconosciuti, ma anche assaggiare dei cibi inusuali e soprattutto particolari. Se per esempio decidiamo di organizzare un viaggio nel Vietnam e precisamente a Ho Chi Minh City, è importante sapere che possiamo provare una cucina del tutto nuova e particolarmente ricca di specialità. A tale proposito, ecco una guida su come mangiare in questa città vietnamita.

1 Ho Chi Minh City è l'ex capitale del Vietnam del Sud in cui è possibile trovare svariati tipi di ristoranti di ogni etnia, anche se l'influenza maggiore è un mix tra quella francese e soprattutto cinese. Da qui se evince che da farla da padrone oltre al riso, sono moltissime salse e soprattutto le spezie piccanti come il peperoncino.

2 Oltre al centro della città, si può mangiare molto bene nei quartiere cinese ubicato nel distretto 5; infatti, in questa zona si possono trovare un nutrito numero di ristoranti a tema. A Ho Chi Minh City non mancano infatti i piatti tradizionali europei, e soprattutto quelli realizzati con le verdure, anche se a testimonianza dell'influsso francese in queste terre si possono trovare le classiche baguette così come gelati e caffè. Per gli amanti della carne, è importante sapere che le portate a base di bistecche e patatine sono molto diffuse specie nelle piccole trattorie locali. Nella città non mancano tuttavia le tradizionali specialità asiatiche, tra cui spicca la giapponese, la coreana e l'indiana. Per chi intende invece assaggiare esclusivamente piatti piccanti, allora la cucina thailandese è quella maggiormente indicata soprattutto per le zuppa piccante.

Continua la lettura

3 Un'altra zona particolarmente interessante dal punto di vista culinario è Pham Ngu Lao, ovvero il quartiere ricco di ristoranti economici, dove tuttavia la qualità del cibo fornita è paragonabile a quella dei locali più cari e rinomati.  Infine è importante aggiungere che se si ha poco tempo a disposizione, ad Ho Chi Minh City è possibile acquistare del cibo sulle bancarelle che in genere propongono il Pho ovvero una zuppa a base di tagliolini di riso, oppure le Bánh Xeo cioè delle frittelle o ancora i Cha Giò degli involtini primavera.  Approfondimento Cosa vedere in Vietnam (clicca qui) A margine di questa guida possiamo dunque garantire che un viaggio in questo luogo affascinante dell'Oriente, è importante non solo per visitare località meritevoli ma anche il buon cibo non manca, per cui le preoccupazioni prima della partenza possono essere accantonate del tutto.

Le spiagge più belle del Vietnam Cosa vi viene in mente se pensate ad un paese come ... continua » Come andare in Vietnam e visitarlo Paese della famigerata guerra degli anni '60/'70, il Vietnam ha ... continua » Phnom Penh: cosa visitare Visitare Phnom Penh: capitale e una delle più grandi città del ... continua » Dove e cosa mangiare in Quebec Quebec, la capitale della provincia omonima del Canada francofono, è una ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I migliori ristoranti di Pechino

Pechino rappresenta una delle città più grandi e maggiormente visitate al Mondo, grazie alle sue opere architettoniche, ai musei e all'affascinante cultura. Un aspetto ... continua »

Carson City: cosa visitare

Se siete alla ricerca di un viaggio alternativo e particolare siete nel posto giusto. Vogliamo proporvi come meta Carson City. Si trova nel Nevada ed ... continua »

Dove e cosa mangiare a Vancouver

Una stupenda città sulla costa atlantica del Canada, Vancouver offre una scelta piuttosto ampia di luoghi dove poter mangiare. Sorprendentemente, considerati gli stereotipi sulla cucina ... continua »

Ristoranti cinesi a Firenze

Sia in centro che alle porte della città sono presenti ristoranti cinesi, dove gustare involtini primavera, pollo in agrodolce, ravioli al vapore, riso cantonese, spaghetti ... continua »

Wisconsin: cosa visitare

Il Wisconsin è uno degli Stati Uniti d'America. Scoperto nel 1634 dal francese Jean Nicolet, porta un nome derivante dall'originale nome indiano. Il ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.