Come organizzare un viaggio in Croazia dall'Italia

di Gianfranco Mento tramite: O2O difficoltà: media

La Croazia (Hrvatska) è un paese ambito e apprezzato da moltissimi turisti provenienti da tutta Europa, molto spesso soprattutto dall'Italia, sia per la sua vicinanza geografica che per una certa tradizione culturale che ha spinto fin dai tempi passati gli italiani a visitare spesso l'area balcanica. I luoghi da visitare sono molti, tra le spiagge bellissime, le città storiche e culturali, i paesaggi naturali incontaminati dell'entroterra e delle zone montuose. All'interno di questa guida vedremo come organizzare un viaggio in Croazia dall'Italia.

1 Per organizzare al meglio un viaggio in Croazia dobbiamo anzitutto scegliere quale mezzo adottare per raggiungere il Paese. In base al mezzo di trasporto potremo anche decidere la meta del nostro viaggio. Se partiamo dall'Italia settentrionale, la via più semplice è quella di passare per Trieste, attraversare il confine sloveno ed entrare quindi in Croazia, nella parte istriana. I luoghi migliori da visitare nella parte Nord della Crozia sono: Parenzo (Porec), Rovigno (Rovinj), Pola (Pula), Fiume (Rijeka), e ancora l'isola di Krk o la Riviera di Crikvenica. Partendo invece dall'Italia centrale o dal sud è meglio prendere il traghetto ad Ancona e raggiungere le località di Zara (Zadar), Spalato (Split) o le isole antistanti: Hvar, Vis, Dugi Otok, Brac.

2 Per chi voglia conoscere meglio questo bel paese e non si accontenta solo delle spiagge, ci sono moltissime mete da visitare anche nella zona interna del paese, come ad esempio i laghi di Plitvice. Si tratta di una bellissima riserva naturale dove è possibile rilassarsi e passeggiare in mezzo alla natura incontaminata. Vista la forte affluenza durante i mesi estivi è bene prenotare in tempo onde evitare di non trovare posti liberi all'ultimo minuto, o magari posizioni che possono non rivelarsi abbastanza comode in termini di sistemazione e di posizione geografica.

Continua la lettura

3 C'è poi da provare la cucina croata, una cucina molto antica, che affonda le sue radici nel periodo preslavo.  I suoi piatti base sono prevalentemente a base di riso, carni, pesce e tuberi, e si presenta in maniera variopinta, come una tavolozza di colori sgargianti.  Approfondimento Consigli di viaggio per la Croazia (clicca qui) È una cucina che varia molto da zona a zona, avendo subito influenze da svariate aree, soprattutto greca e slava.  Si riscontra poi una notevole differenza tra la cucina interna del Paese e quella costiera.  Nella zona continentale si ha molta influenza da parte della cucina ungherese, viennese e turca, mentre sulla costa si riscontrano influenze da parte di greci, romani, illiri, veneziani e recentemente anche delle cucine italiana e francese.  Da non perdere anche i dolci, spesso a base di creme e frutta secca, mentre il maraschino, conosciuto anche in Italia, è il più famoso liquore croato, a base di marasche, una varietà di amarene tipiche della Dalmazia.

Le spiagge più belle in Croazia Una meta poco presa in considerazione rispetto ad altre più gettonate ... continua » Quanto costa una vacanza in Croazia Quella delle vacanze low cost è una soluzione alla quale molti ... continua » Croazia: itinerari La Croazia è uno di quei paesi sottovalutati per quanto riguarda ... continua » I migliori campeggi della Croazia Per gli appassionati di campeggio, la Croazia è il paradiso del ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare Zagabria

Se quest’estate avete pensato come visitare Zagabria durante le vostre vacanze, allora leggete attentamente questa breve guida che non ha la pretesa di essere ... continua »

Tbilisi: cosa visitare

Tbilisi è la capitale della Georgia, un ex repubblica dell'Unione Sovietica, che ha aquistato l'indipendenza al termine del comunismo. Tbilisi presenta più di ... continua »

Cosa vedere in Croazia

La Croazia è una Repubblica dell'Europa Centrale indipendente da pochi anni. In passato, una sua regione (l'Istria) era proprietà dell'Italia, tanto che ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.