Come organizzare un viaggio low-cost in Spagna

di Chiara De Matteo tramite: O2O difficoltà: media

Uno degli stati più in voga per i viaggi europei è la Spagna, meta di grandi e giovani, che raggiungono diverse città sia per cultura che per divertimento. La spagna tuttavia non è solo Barcellona e Madrid è ricca di tradizioni, arte e feste anche in altre diverse città. Nella guida che segue vedremo come organizzare un viaggio low-cost in spagna e visitarla al meglio.

1 La penisola iberica L'esplorazione della penisola iberica parte solitamente da una delle due sue grandi città, la capitale Madrid e la bella Barcellona. Innanzitutto primo passo per prenotare il vostro viaggio è la prenotazione del volo; se decidente in anticipo di almeno qualche settimana il costo del biglietto aereo è molto più basso. Tuttavia si trovano anche diverse offerte di volo abbastanza convenienti per via della concorrenza tra le diverse compagnie aeree. Dovendo scegliere come meta iniziale Madrid, prossima tappa sarà quella di individuare uno tra i diversi ostelli o alberghi convenienti dislocati in città, sceglietelo non molto in periferia, infatti la posizione abbastanza centrale vi consentirà di girare al meglio in tutta la città. A Madrid gli amanti della cultura potranno visitare diverse opere e monumenti e sopratutto il noto museo del Prado; per gli amanti del divertimento è ricca di locali e sopratutto la sera non ci si può assolutamente annoiare, offre infatti diverse alternative per passare la serata.

2 Saragozza Invece una delle più importanti romantiche attrazioni del paese si trova nella città di Granada questa ospita l'Alhambra, un bellissimo palazzo moresco con uno stupendo giardino. Una delle città, a mio avviso trascurata da i turisti, è Saragozza una stupenda città con un vasto patrimonio storico. Il consiglio che vi do è quello di programmare i soggiorni nelle varie città facendoli coincidere con le moltissime feste sia culturali che sopratutto culinarie, infatti il paese e ricco di tradizioni e feste popolari. Tra gli eventi più assurdi e divertenti c'è la Tomatia di Valencia, che vede i partecipanti darsi guerra con il lancio di pomodori; questa è solo uno degli eventi divertenti e bizzarri in cui potreste imbattervi. Ora non vi resta che prenotare, fare le valige e partire. Buon viaggio.

Continua la lettura

3 Da Madrid a Barcellona Da Madrid poi vi sposterete alla volta di altre città che ospitano diverse attrattive per i turisti.  Tra queste porta la nomea di capitale del divertimento Barcellona dove fino a notte inoltrata potete divertirvi in locali e per strada; la città ospita anche alcune tra le opere artistiche più belle della Spagna e non solo, tra queste la chiesa della Sagrada Famiglia Approfondimento Visitare Valencia in 3 giorni (clicca qui) La città di Siviglia è invece la città delle corride, potete qui visitare la cattedrale e la torre Guralda.  Se capitate in spagna tra il 12 e il 14 marzo è tappa obbligatoria Valencia che ospita la Festa de Las Fallas; durante questa ricorrenza si mangia paella in ogni angolo di strada e si può assistere alle corride ed allo stupendo spettacolo pirotecnico che illumina la notte.

Le 5 città più belle della Spagna La Spagna è uno dei paesi più belli al mondo; ha ... continua » Come viaggiare in Spagna spendendo poco In questo periodo di crisi è necessario risparmiare, ciononostante non dobbiamo ... continua » Come visitare Valencia in 5 giorni Eccoci qui pronti a parlarvi di come poter visitare Valencia, in ... continua » Come muoversi in Spagna La Spagna è un territorio piuttosto esteso che offre un eccellente ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Vivere e studiare a Valencia

Ogni studente desidera almeno una volta nel corso dei propri studi visitare qualche città nuova e passare del tempo studiando proprio in quel luogo. Fortunatamente ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.