Come organizzare un weekend a Trieste

di C. B. tramite: O2O difficoltà: facile

Trieste è la città capoluogo del Friuli Venezia Giulia, importante porto dell'alto Adriatico. Posta al confine con la Slovenia, è da sempre stata il crocevia tra la cultura mitteleuropea (il suo porto era lo sbocco al mare dell'impero austro-ungarico) e quella slava. Il suo fascino deriva soprattutto da quell'aria internazionale che qui ancora si respira e dal fatto di essere città a "misura di uomo". Gode di un clima mite per buona parte dell'anno ad eccezione dell'inverno quando spira il forte vento di bora Tra le bellissime e affascinanti stradine che costeggiano il mare, Trieste offre notevoli attrattive per i turisti che intendono visitarla. Ecco, che tramite questa guida, vi porteremo attraverso una semplicissima serie di passaggi, quali sono i migliori consigli che possiamo darvi, su come organizzare un weekend a Trieste.

Assicurati di avere a portata di mano: voglia di capire

1 Il percorso di visita alla città inizia dal Castello di Miramare che fu residenza dell'arciduca Massimiliano d'Asburgo e di sua moglie Carlotta del Belgio per il breve periodo tra il milleottocentosessanta e il milleottocentosessantaquattro, anno in cui Massimiliano, fratello minore dell'imperatore austriaco Francesco Giuseppe, accettò la proposta di Napoleone III, imperatore di Francia, e divenne re del Messico con il nome di Massimiliano Primo. La coppia abitò il piano terra dell'edificio che non era del tutto completato quando decisero di trasferirsi al Castello.

2 Il castello è posto a picco sul mare sul promontorio carsico del Grignano che era quasi del tutto privo di alberi quando Massiliano ne acquistò diversi lotti per costruire la sua dimora insieme con il parco di ventidue ettari che ancora la cinge. L'arciduca, esperto botanico, lo volle ricco di spazi e di un' ampia varietà di flora. Il complesso è testimonianza di una ben riuscita sintesi tra natura e arte tra loro in perfetto equilibrio Oggi il castello, di stile eclettico secondo la moda ottocentesca che utilizzava modelli gotici, medievali e rinascimentali per ricreare unità, è adibito a Museo. Da visitare gli appartamenti privati della coppia posti a piano terra e le sale di rappresentanza del primo piano.

Continua la lettura

3 Spostiamoci ora nel cuore della città e sostiamo in Piazza dell' Unità d' Italia, la vecchia "Piazza grande", la più importante di Trieste, che si affaccia sul golfo con i molteplici palazzi che la circondano fra cui il Municipio e il Palazzo della Giunta Regionale.  Al centro della piazza si trova la Fontana dei Quattro Continenti.

Non dimenticare mai: Usa questa guida come introduzione Approfondiscine le informazioni Parti e esplora Alcuni link che potrebbero esserti utili: Unità d'italia, storia del nome di una piazza e altro Girovagando per i Caffè.

I 5 castelli più belli di Italia L'Italia è un paese ricco di storia e di posti ... continua » I migliori posti per mangiare a Trieste Trieste è una graziosa città del Friuli Venezia Giulia che merita ... continua » Friuli Venezia Giulia: itinerari Il Friuli Venezia Giulia è una magica regione, sovrastata dalle impraticabili ... continua » Come arrivare a piazza del plebiscito a napoli Napoli è la capitale partenopea più conosciuta al mondo non solo ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare Il Carso

Il Carso è un altopiano roccioso carsico situato a ridosso della città di Trieste, lungo la fascia costiera e nelle cime più elevate del capoluogo ... continua »

Come visitare a Lubiana

Lubiana, capitale della Slovenia, è situata nel punto di confluenza dei fiumi Sava e Ljubljanica, a metà strada tra il Mar Adriatico e le Alpi ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.