Come organizzarsi durante il campeggio

di Donato Zinno difficoltà: media

Come organizzarsi durante il campeggio Più passa il tempo e più la vita mondana ci ha abituati a vivere nell'ozio e nelle comodità di casa, che ormai ci portano a non muovere più un dito e, quando si esce, ci rendiamo conto quanto siamo impediti nel vivere nella natura. A volte, sembriamo davvero più incapaci dei nostri antenati paleolitici in un campeggio. Ma non vi preoccupate io vi dirò come fare come organizzarsi per sopravvivere con la natura durante il vostro campeggio.

1 Quando si affrontano questi tipi di viaggi, molte volte, non si sa mai cosa prendere prima; abbiamo la speranza di non dimenticarci nulla o per lo meno cerchiamo, anche se non dobbiamo, di portarci tutte le comodità di casa. Ma le cose veramente necessarie per un campeggio, oltre agli indumenti personali, sono una tenda con i relativi supporti per piantarla, un accendinofunzionante, una chitarra se avete un amico che sappia suonarla pereventuali karaoke, uno zaino, un telo, coperte pesanti (che la notte fa freddofuori, anche d'estate), una bella fornacella per poter cucinare i migliori cibie carni, tanta acqua, una macchinetta digitale per immortalare i bei momenti e tanta voglia di avventura e divertimento

2 Come organizzarsi durante il campeggio Ora, se siete soli, la prima cosa da fare è trovare un posto nella natura più riparato possibile, in quanto il vento può dare fastidio. In caso ci sia, se siete in due o tre persone, mettete le tende a cerchio o a quadrato in modo da poter avere al centro un bel fuoco dove potersi riscaldare. Una volta posizionate e montate le tende, preparate il fuoco. Anche se può sembrare una fesseria, il fuoco non è sempre facile da accendere, a meno che, non si abbia un po' di benzina e in quel caso si risolve tutto. Il modo migliore per poter fare un bel fuoco, affinché si accenda al primo colpo, è prendere un bel po' di pietre e porle a terra in modo da formare un cerchio. In caso di mancate pietre, provate a fare un piccolo fosso non molto profondo. Dopodiché, cercate due bei pezzi grossi di legna e posizionateli in modo parallelo fra loro e distanti una 15 di centimetri, al centro del cerchio di pietre o del fosso. Fatto questo serve abbondante paglia o foglie secche (non foglie verdi possibilmente) o piccoli ceppi che fungeranno da carbonella. Posizionateli tra i due pezzi grossi di legna. Infine prendete tanta legna di dimensioni medie non troppo grandi e poneteli in modo orizzontale sopra i pezzi grossi di legna in modo da schiacciare la paglia o foglie secche posizionate prima. Adesso non ci resta che bruciare un piccolissimo fazzoletto e metterlo tra le foglie secche e il vostro fuoco arderà come non mai. Mi raccomando, aggiungete della legna ogni tanto, altrimenti si spegne.

Continua la lettura

3 Dopo aver acceso il fuoco, una parte molto importante di un campeggio, potete cucinare con i carboni i vostri cibi, raccontarvi storie di orrore la notte, cantare canzoni con o senza chitarra, improvvisare canzoni e karaoke con le persone più vicine e non, ballare finché l'aurora non arriva a rovinare il tutto.. 

Come organizzarsi per un campeggio Come vivere in una tenda Andare in campeggio: consigli sull'abbigliamento Come e dove campeggiare in Himalaya

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili