Come trascorrere una giornata a Naro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Naro è una pittoresca cittadina situata su una rupe isolata in provincia di Agrigento. Il suo nome deriva dall'arabo "Nar", che significa fuoco, ma il luogo era già abitato in epoca precedente. Viene considerata come la città del Barocco, infatti visitandola si ha la possibilità di scoprire numerose tracce delle sue origini medievali, rappresentate principalmente dal suo magnifico castello. Recarsi in questo luogo significa trascorrere una piacevole giornata tra le sue vie e i suoi monumenti, immersi nello splendido paesaggio siciliano: andiamo quindi a vedere come si può visitare e passare del tempo a a Naro.

27

Occorrente

  • automobile
  • macchina fotografica
  • scarpe comode
37

Potete cominciate la vostra giornata a Naro visitando il castello di Chiaramonte, che si trova sull'alta cima sopra le rovine dell'antica fortezza saracena di Nar. Ha ben conservato il mastio, che si presenta come un possente quadrilatero con due torrioni cilindrici; da notare è sicuramente il portale riccamente incorniciato e delle belle bifore situate al piano superiore. Spostandosi verso il centro si può visitare la chiesa di S. Francesco, nella quale è possibile ammirare una bella facciata barocca e un portale fiancheggiato da lesene. All'interno, invece, è presente la sacrestia, caratterizzata dalla presenza di affreschi, una statua in argento dell'Immacolata a grandezza naturale e una pala d'altare risalente al XIII secolo.

47

Continuando la visita potrete ammirare la chiesa di S. Agostino, costruita nel 1707, al cui interno noterete la presenza di una pregevole statua lignea di S. Francesco di Paola di N. Bagnasco. Inoltre, sarà possibile ammirare alcuni quadri del Provenzani e un'acquasantiera marmorea del XV secolo. Un po' più avanti vale la pena visitare il Santuario di S. Calogero, che venne costruito nel 1599. Avendo la possibilità di entrare all'interno si possono notare, oltre all'altare decorato con dei rilievi marmorei, la grotta nel quale il santo patrono della città trascorse gran parte della sua vita come eremita: si tratta di un luogo stupendo anche dal punto di vista spirituale.

Continua la lettura
57

Un'altra bellissima chiesa da non perdere assolutamente è quella di S. Salvatore. Il progetto interno presenta un'unica navata centrale: qui troviamo due sepolcri della famiglia nobiliare dei Lucchesi Palla. Continuate la visita andando a vedere la Chiesa matrice la Nuova: si tratta di un'antica chiesa dei gesuiti realizzata in stile barocco. Al suo interno spiccano decori e stucchi in abbondanza, ma anche una statua della Vergine, opera del Gagini. L'ultima chiesa che si consiglia fortemente di visitare è quella di S. Caterina fondata nel XIV dal Chiaromonte: qui potrete notare la presenza di una bellissima facciata barocca all'esterno, mentre degli affreschi e dei bassorilievi all'interno. Non dimenticate di fare un giretto alla Rocca delle Meraviglie che troverete nel quartiere di Canal Baglio: questa è un'interessante necropoli cristiana. Per assaporare al meglio queste opere può essere utile acquistare una piccola guida sul posto, che vi spiegherà tutti i dettagli storici e artistici di ogni opera.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Sfruttate una bella giornata soleggiata per ammirare le meraviglie di questa città
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Ferrandina e dintorni

Ferrandina è un comune sito in Basilicata, in provincia di Matera. Esso è situato su una zona collinare e presenta un clima caldo d'estate e fresco - freddo in inverno. Il nome le fu dato da Federico d'Aragona, per onorare il padre Ferrante. In questa...
Europa

Come visitare acquapendente in un giorno

L'Italia è un Paese magnifico, con tantissime città e tantissimi paesi da visitare. Una particolarità di questa nazione è che le bellezze non sono racchiuse solo nelle città principali, ma ogni paese, ogni piccolo borgo, ha una storia da raccontare...
Europa

Come visitare il Santuario Maria Assunta a Varallo Sesia

Se ambirai a visitare questo bellissimo santuario, dovrai prepararti anche spiritualmente ad affrontare un percorso per giungere in cima. Esso è infatti situato sul Sacro Monte Varallo, che tra i Monti Sacri è il più antico e riveste un grande interesse...
Europa

Come visitare Tarcento nel Friuli Venezia Giulia

In questa guida forniremo indicazioni su come visitare Tarcento nel Friuli Venezia Giulia, percorrendo un interessante itinerario che da Nimis, altra località di grande interesse storico e paesaggistico, ci porterà a Tarcento. Si tratta di una delle...
Europa

Come visitare Trevi e dintorni

Sorta in epoca romana nei pressi della via Flaminia e delle rive del Clitunno, vicino alla città di San Francesco e alla patria del Sagrantino, Trevi è la città dell'olio ed è inserita nel club Borghi più belli d'Italia. Immersa tra gli ulivi, conserva...
Consigli di Viaggio

I 10 migliori monumenti di Palermo

Palermo è sicuramente una delle città più belle d’Italia e può vantare un patrimonio storico e culturale veramente invidiabile. La ricchezza artistica della città è tale da rendere spesso ardua una scelta concreta sui monumenti da visitare. Tenendo...
Europa

Come visitare e scoprire Tagliacozzo e i dintorni

Tagliacozzo è un suggestivo e piccolo borgo sito nel centro Italia, più precisamente in Abruzzo (in provincia de L'Aquila), etimologicamente il suo nome, "taglio nella roccia", sta ad indicare la spaccatura del monte Bove in cui si estende il paese.Ieale...
Europa

Come e cosa visitare a Cuneo

In questa guida vi spiegherò come e cosa visitare a Cuneo, il cui nome deriva proprio dal pianoro dalla caratteristica forma a cuneo tra il fiume Stura e il torrente Gesso. La città fu fondata alla fine del 1100 dagli abitanti di Caraglio e fu poi distrutta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.