Come usare l'artiglio del diavolo

di Maria Urbano difficoltà: facile

Come usare l'artiglio del diavoloLeggi Oggi voglio farti conoscere l'artiglio del diavolo, da dove viene a cosa serve e come lo puoi utilizzare. A mio parere e dopo averlo sperimentato in prima persona posso davvero dirti che ha delle ottime proprietà curative. Nessuna paura per il nome non è nulla di demoniaco. Il suo particolare nome deriva dai piccoli uncini presenti sul frutto della pianta.

Assicurati di avere a portata di mano: Artiglio del diavolo (compresse, gocce, bustine di tè)

1 L'artiglio del diavolo è una pianta originaria dell'Africa Sud-Occidentale. Il suo nome in latino è Harpagophytum procumbens. Nei primi del '900 i tedeschi occuparono la Namibia e fu così che fu importato in Europa. Il principio attivo più importante è l'arpagoside, appartenente alla famiglia dei Glucosidi iridoidi.

2 L'artiglio del diavolo lo puoi utilizzare per il mal di schiena, i dolori alla cervicale, l'artrite reumanoide, l'artrite ossea, le tendiniti, le contusioni, il mal di testa, la febbre e la cattiva digestione. Lo puoi trovare in compresse, gocce o bustine di tè. Le compresse o capsule le puoi assumere per dolori o infiammazioni.

Continua la lettura

3 Secondo alcune ricerche la dose giornaliera necessaria per trarne benefici varia dai 25 mg ai 50 mg.  Per maggiori informazioni per quanto riguarda il quantitativo da assumere puoi leggere le indicazioni che trovi sulla confezione.  Approfondimento Come e Perchè Visitare la Valle del diavolo (clicca qui) Non puoi assumere l'artiglio del diavolo in gravidanza, se hai problemi di ulcera gastrica o duodenale, e il diabete.. 

Come Visitare L'Ipogeo Celtico A Cividale Del Friuli Come e cosa visitare nella Vienna Medievale Come vivere un'avventura visitando le cascate vittoria e la piscina del diavolo Le cascate più spettacolari del mondo

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili