Come vestirsi per andare a sciare

di Chiara Affinito tramite: O2O difficoltà: facile

Le vacanze sulla neve sono veramente divertenti e possono essere perfette per passare del tempo insieme a tutta la famiglia. Senza l'abbigliamento adeguato, però, la vostra tanto agognata settimana bianca potrebbe trasformarsi in un freddo e triste fallimento. In montagna il tempo non è mai una certezza, può variare in maniera rapida che in un istante: una calda e assolata giornata di scii primaverile può trasformarsi in una brutta tempesta Nei passi seguenti vedremo proprio come vestirsi per andare a sciare.

1 Scegliere gli indumenti Sembrerà banale, ma l'abbigliamento ideale è quello cosiddetto "a strati". Questa tecnica vi consentirà di aggiungere o rimuovere facilmente gli indumenti al fine di regolare al meglio la temperatura corporea, proprio perché le condizioni meteorologiche variano spesso e volentieri durante il giorno. Alcuni piccoli accessori possono essere riposti anche nelle tasche della giacca, in modo da averli a portata di mano in caso di temperature veramente basse. È consigliabile avere sempre dietro sciarpa, guanti, cappellino di scorta e, perché no, anche un paraorecchie per i più sensibili.

2 Scegliere la biancheria La biancheria intima dovrà preferibilmente essere in poliestere o in lana / poliestere, così da mantenere caldo il corpo. In commercio potrete trovare anche numerose marche di abbigliamento sportivo che realizzano biancheria termica appositamente studiata per lo sciatore. Per lo sci, ma anche per lo snowboard, optate per calze in lana sottili e molto aderenti.

Continua la lettura

3 Scegliere la giacca Per quanto riguarda gli strati esterni, è opportuno optare per una giacca o una salopette da sci, in quanto sono calde, impermeabili e confortevoli.  È sconsigliato l'acquisto di capi troppo stretti: è bene assicurarsi che la scelta ricada su capi che permettano di avere lo spazio per gli strati sottostanti e che diano la possibilità di muoversi al meglio, in modo da poter sciare in pieno confort e sentirsi liberi.

4 Scegliere gli accessori Le muffole sono più calde dei guanti, ma possono anche creare problemi, soprattutto per chi scia, nell'afferrare i bastoncini da sci. Per mantenere il collo caldo la scelta da effettuare è tra scaldacollo e sciarpa. Gli scaldacollo sono più funzionali rispetto alle sciarpe, in quanto sono ideali da tirare su per tenere la bocca e il naso caldi. Ultima opzione è il passamontagna, che pur avendo il vantaggio di riuscire a coprire bene il volto, è poco gradevole da vedere. Un cappello è essenziale: è consigliabile un modello che rimanga aderente e che riesca a coprire anche le orecchie.

Cosa mettere in valigia per la settimana bianca Preparare la valigia per la settimana bianca, e dunque durante il ... continua » Come vestire i bambini per la montagna La guida che svilupperemo all'interno dei tre passi la comporranno ... continua » Come vestire i bambini per la montagna Per fortuna il freddo si può combattere, basta abbigliarsi nel modo ... continua » Come trascorrere un week end a Courmayeur Quando comincia la stagione invernale, la fanno da padrona il freddo ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come preparare pochi bagagli

Quando un viaggio prevede pochi giorni di soggiorno è assolutamente inutile portare molte cose. Quindi se la tua intenzione è quella di imbarcarti leggera, occorre ... continua »

Come vestirsi in Sudafrica

Avete scelto di fare un viaggio in Sudafrica tra leoni, antilopi, elefanti, ma avete dei dubbi su cosa indossare? Non temete, in questa praticissima guida ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.