Come visitare Calcata

di Matteo Rolando tramite: O2O difficoltà: facile

Uno dei dubbi sicuramente più amletici è scegliere il luogo per una bella gita fuori porta o per una piccola vacanza. Se desiderate fare una bella gita di un giorno, la scelta ideale potrebbe essere la visita di un bel borgo un po' sperduto, lontano dal caos e dal traffico. Se vivete vicino Roma, o siete anche solo di passaggio, un luogo incantevole e arroccato vicino alla capitale è il bellissimo borgo di Calcata. Questo borgo arroccato nel tufo, dalla tipica caratteristica medievale, si trova a circa cinquanta chilometri da Viterbo ed è facilmente raggiungibile anche dalla capitale. In questa guida vi darò tutti i consigli necessari su come raggiungere e visitare senza problemi Calcata. Buona lettura e buone vacanze!!

1 Per prima cosa, se volete aggiungere un tocco in più alla vostra gita a Calcata, allora andate durante la stagione invernale, quando il borgo si veste a festa per il Natale. Questo renderà il borgo medievale ancora più bello per l'arrivo delle feste. Anche in estate però il borgo offre una suggestiva vista intorno alla valle che lo circonda. Il borgo è davvero piccolo e posto in cima ad una roccia di tufo. Per la visita sono necessarie poche ore, quindi si può scegliere se visitarlo durante le ore più belle della giornata, per ammirare il panorama, oppure durante il pomeriggio, fermandosi a cena gustando le specialità del territorio.

2 Per arrivare a Calcata, il percorso è facilissimo, da Roma o da Viterbo basta prendere la Via Cassia (SS2) e svoltare prendendo la SP16b. Superato il paese di Mazzano Romano si trova lo svincolo per Calcata Vecchia. Il borgo si trova all'interno del Parco della Valle del Treja, e per entrare vi è un'unica porta che si apre all'interno delle mura. Salite poi per circa 500 metri e vi troverete nella piazza principale, dove si trova la Chiesa del Gesù. Da lì si potranno visitare tutte le viuzze e i vicoli stretti, che dalla piazza si diramano verso Si entra nel borgo dall'unica porta che si apre nelle mura, si sale una breve salita e ci si trova nella piccola piazza principale, dove si erge la chiesa del Gesù. Da lì si può partire la visita del borgo, passeggiando per gli stretti vicoli e curiosando nelle botteghe degli artigiani che hanno scelto Calcata come sede della loro attività. Anche alcuni artisti italiani e stranieri hanno deciso di trasferirvisi e ciò rende il borgo un piccolo "atelier".

Continua la lettura

3 Passeggiando tra le strette viuzze si potrà godere del silenzio che circonda Calcata, in quanto le automobili non transitano all'interno delle viuzze.  Oltre che durante il periodo natalizio, anche durante i giorni di Halloween il borgo si trasforma in un paese in festa e viene chiamato il "borgo delle streghe".  Approfondimento Come visitare Viterbo (clicca qui) Insomma, non ci sono ragioni per non fare una visita ad un luogo incantevole come questo!. 

Borghi medievali da visitare in Italia L’estate calda è un ricordo alle spalle, le ferie sono ... continua » Come visitare Sant'Agata dei Goti in un giorno Il territorio italiano è punteggiato da borghi antichi di rara bellezza ... continua » Come visitare Il Borgo Di Garbagna Uno dei Borghi più belli borghi d'Italia è Garbagna, in ... continua » Come visitare Latina E Dintorni Roma è una città ricca di storia e luoghi meravigliosi da ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare Sutri

Sutri è un piccolissimo borgo di appena 6000 abitanti, situato in provincia di Viterbo. È un luogo incantevole e pieno di cultura, dalle radici molto ... continua »

Come visitare Pizzo Calabro

Come si può facilmente intuire dal nome stesso della cittadina, Pizzo Calabro (nel dialetto calabrese pizzu) sorge su una scoscesa rupe di tufo a strapiombo ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.