Come visitare Cannole

di Gianni Cataldo tramite: O2O difficoltà: facile

Se avete programmato una gita in Salento non potete non Visitare Cannole. Questa splendida cittadina conta meno di 2000 abitanti e si trova in provincia di Lecce in Puglia. Sorge nella parte centro-orientale del Salento ed è vicinissimo al mare, da cui dista soltanto 3 km. In particolare si trova vicino all'oasi protetta dei laghi Alimini, uno dei luoghi naturali più caratteristici del Salento. La nostra guida si propone quindi di spiegarvi come e cosa visitare a Cannole.

Assicurati di avere a portata di mano: Scarpe comode; Macchina fotografica.

1 Per gli appassionati di architettura consigliamo di visitare la Chiesa Matrice della Madre di Dio, risalente al XVI secolo. Al suo interno troviamo i dipinti del pittore leccese Giuseppe Verrio e l'altare fatto interamente in pietra leccese. Restando in ambito religioso consigliamo di visitare anche la Chiesa della Madonna di Costantinopoli, ricca di storia e di aneddoti interessanti.

2 Come molti paesi del Salento, Cannole è ricco di siti archeologici. Consigliamo di visitare il Menhir Santu Lasi, che si trova ai piedi della Serra di Montevergine. È un menhir alto 4,5m che sfortunatamente si è rotto in 4 pezzi nel 1995. Altri menhir presenti sono i 2 "menhir anfiani". Un ulteriore reperto è la Colonna dell'Osanna, una colonna votiva che venne realizzata dopo i saccheggi dei Turchi nel 1500.

Continua la lettura

3 I cannolesi in passato venivano chiamati"cuzzari", raccoglitori di lumache, nel mese di agosto, precisamente nella prima metà del mese a Cannole si respira aria di festa popolare con musica folkloristica e ricchi stand gastronomici per gustare gli antichi sapori: lumache all'olio, col sugo e arrostite, per tutti i gusti.

4 Ultima, ma non meno degna di nota, architettura da visitare è il Castello, risalente al 1413. Venne costruito dalla famiglia Orsini del Balzo, inizialmente come edificio militare. Con il tempo è stato trasformato in un palazzo signorile al quale venne aggiunto un grande e lussuoso giardino.

5 Concludiamo il nostro percorso attraverso le tante masserie della zona. La Masseria Torcito, risalente al XVII secolo, composta da un edificio-torre più antico ed utilizzato per la difesa. Al suo interno troviamo poi una chiesetta, un frantoio e una torre colombaia e diverse tombe scavate nella pietra. Il coronamento della struttura è caratterizzato da archetti molto caratteristici ed eleganti. Passiamo dunque alla Masseria Anfiano, un po' più isolata rispetto al paese. In origine era un piccolo casale medioevale, che successivamente divenne un importante centro agricolo. Caratteristico il frantoio ipogeo presente al suo interno.

Lecce : itinerari a piedi Se state pensando di andare a visitare una città interessante sia ... continua » Come visitare Canne della Battaglia Quando si è in vacanza in Puglia ci sono alcune tappe ... continua » I più bei posti del Salento Spiagge selvagge, cibo saporito e vini di eccellente qualità, prezzi accessibili ... continua » Come visitare Lecce Lecce è una splendida città della penisola salentina, in Puglia. Vicina ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Salento: itinerari

In Italia esiste una zona meravigliosa e magica che è quella del Salento. Molti artisti provengono da questa meravigliosa zona e molti altri ne hanno ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.