Come visitare il castello di Fontainebleau

di Stefania Lopane difficoltà: facile

Come visitare il castello di Fontainebleau   it.wikipedia.org Il nucleo originario del castello di Fontainebleau venne edificato da Luigi VII nel XII secolo. Il castello nel corso dei secoli e nel passaggio tra i diversi proprietari ha visto crescere le sue dimensioni fino a diventare una vera e propria reggia che ha ospitato, fra i più illustri, Thomas Beckett, Napoleone e Luigi XIV, il quale redasse qui un famoso editto, che da questa località prende il nome. Il castello e il parco adiacente sono stati dichiarati Patrimonio dell'Unesco nel 1981. Vediamo come raggiungere questo meraviglioso sito e quali sono le principali sale da visitare.

1 Per raggiungere la reggia di Fointainebleau, che si trova nella regione dell'Ile de France nel dipartimento di Senna e Marna, è necessario lasciare la capitale dalla Porta d'Orlèans e percorrere l'autostrada A6 in direzione di Lione fino all'uscita Milly-la-foret/Cély-est; quindi imboccare la N37. Dopo circa 8 chilometri, girare a destra sulla N7 in direzione castello. Il percorso è di circa 70 km e percorribile in circa 50 minuti.

2 Aggirarsi per le sue sale è come ripercorrere le vicende del regno francese, ed ogni angolo è intriso di storia. Imperdibile è la galleria Francesco I, dove si può ammirare un'incredibile raccolta di capolavori pittorici e affreschi raffiguranti scene allegoriche e rappresentazioni dei miti greci e romani. La galleria è la più importante del Rinascimento francese e pezzo importante della storia di quello italiano che qui ha fatto scuola, denominata "scuola di Fontainebleau" con le opere del Primaticcio, di Rosso Fiorentino e di Francesco Scibecco da Carpi.

Continua la lettura

3 La visita agli appartamenti di Napoleone, i più imponenti fra tutti che tuttavia meritano una visita per la loro straordinaria sontuosità, vi farà ammirare la sala del trono, caratterizzata da un pregevole soffitto intagliato e dall'imponente trono imperiale.  Osservando la facciata che dà accesso alla corte ovale, il blocco di edifici sorti sulle fondamenta del castello medievale, si noterà l'ispirazione, seppur libera, alla facciata dei Torricini del Palazzo Ducale di Urbino Approfondimento Francia: guida al Castello di Fontainebleau (clicca qui) Impossibile dire quali sale siano da preferire o da giudicare imperdibili: tutta la reggia rappresenta un caso unico nella storia dell'arte e andrebbe visitata per intero.. 

4 Ultima tappa obbligata, terminata la visita degli interni, è la visita dei giardini, i quali si estendono per un superficie di 115 ettari e che hanno dato vita alla storia dell'arte dei giardini europea e che vede al suo interno eccezionali esempi di giardini alla francese e all'inglese. Per ulteriori informazioni su orari e tariffe si consiglia di visitare il sito in calce.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://viviparigi.it/castelli-francesi/castello-fontainebleau-orari-biglietti.html#biglietti-e-orari

Come visitare Fontainebleau In Francia Come visitare il castello di Vaux Le Vicomte Francia: guida ai suoi castelli Guida ai castelli del Piemonte

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili