Come visitare il castello di Rocca Calascio

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questo articolo vorrei spiegarvi come visitare il castello di Rocca Calascio. Il castello di Rocca Calascio è un castello italiano molto apprezzato dai turisti. Questo castello si trova in Abruzzo, nella provincia di L'Aquila. Questo castello prende il nome dall'omonima cittadina abruzzese di Calascio.
Nei passi successivi vi darò delle utili informazioni su come visitare il castello di Rocca Calascio.

24

Storia del castello di Rocca Calascio

Il primo consiglio da seguire su come visitare il castello di Rocca Calascio riguarda che questo castello è una rocca di stile medioevale, e venne costruita a partire dal 1140 con funzioni difensive e di controllo sulla zona. Il castello di Rocca Calascio infatti veniva utilizzato come punto difensivo e di controllo militare, con collegamenti di comunicazione con gli altri castelli della zona abruzzese. Nel 1703 questo castello venne distrutto da un violento terremoto, e il castello venne abbandonato e così per diversi anni fu disabitato. Alla fine del Novecento però alcune famiglie hanno deciso di ritornare ad abitare al castello, con il recupero così di alcune abitazioni.

34

Struttura del castello di Rocca Calascio

Il secondo consiglio da seguire su come visitare il castello di Rocca Calascio riguarda che il castello di Rocca Calascio si trova a più di 1400 metri di altezza, e come detto precedentemente questo favoriva il suo utilizzo come punto difensivo e di controllo militare. Questo castello ha una struttura in pietra bianca. Esiste una cerchia muraria sempre in pietra, e sono presenti quattro torri a base circolare. A partire dal terremoto del 1703 il castello era in stato di abbandono e disabitato, ed era vietato l'ingresso al pubblico. Con gli interventi di restauro della fine del Novecento ora il castello di Rocca Calascio è visitabile al pubblico. La visita al castello di Rocca Calascio è gratuita a tutti i visitatori.

Continua la lettura
44

Borgo di Calascio e Chiesa di Santa Maria della Pietà

Il terzo e ultimo consiglio da seguire su come visitare il castello di Rocca Calascio riguarda che si può anche visitare l'antico borgo di Calascio. In antichità l'antico borgo di Calascio era collegato al castello con un ponte levatoio in legno. In passato il borgo era stato abbandonato anche esso per colpa del terremoto, poi ci sono stati nei secoli successivi degli interventi di restauro. Anche il borgo di Calascio è visitabile al pubblico, e attualmente viene anche abitato da alcuni residenti abruzzesi. Da segnalare anche la presenza sul sentiero del borgo della Chiesa di Santa Maria della Pietà, costruita nel 1596.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

5 mete per un week-end di primavera

Dopo le rigide temperature invernali, il dolce tepore primaverile giunge a riscaldare le nostre giornate. Torna quindi a farsi vivo in noi il desiderio di lasciare le mura domestiche, alla ricerca di qualche bella località da visitare. Un week-end è...
Europa

Come visitare i luoghi dell'Altopiano di Campo Imperatore

Se stiamo organizzando un bella escursione fuori porta, per poter scoprire le moltissime bellezze presenti sul nostro territorio, dovremo per prima cosa organizzare alla perfezione il nostro tour. Quindi il primo passaggio, consiste nel reperire tutte...
Italia

Abruzzo: come muoversi e cosa visitare

Malgrado molto italiani preferiscono optare territori esteri come mete turistiche, la nostra Italia offre numerose bellezze naturali, artistiche, culturali ed architettoniche che meritano maggiore interesse. L'Italia è una terra assolutamente da visitare,...
Consigli di Viaggio

I più bei borghi medievali delle Marche

Tra le varie regioni italiane, ce ne sono alcune molto belle e particolari ricche di storia e cultura, ad esempio la regione delle Marche. La regione delle Marche oltre ad essere ricca di storia e cultura, è una regione che possiede numerosi borghi medievali....
Consigli di Viaggio

Come visitare acquaviva picena in un giorno

In questa guida vi faremo alcune informazioni su come arrivare e trascorrere una bellissima giornata nel borgo di Acquaviva Picena. Il borgo è stato costruito attorno alla sua poderosa rocca realizzata verso la fine del 1400 e ancora oggi ne è la principale...
Europa

Come visitare Alessandria della rocca

Esistono dei luoghi dell'Italia che ancora non sono stati esplorati, o comunque poco conosciuti, soprattutto nel sud di questo fantastico paese. La Sicilia è da sempre molto apprezzata dai turisti e dagli italiani stessi, in quanto conserva moltissimi...
Europa

Come visitare Offagna

Il comune di Offagna è un piccolo borgo che si trova sulle colline marchigiane ed è facilmente raggiungibile dalla città di Ancona. Molte volte, durante le vacanze nelle Marche, si è spesso senza idee per quanto riguarda le possibili mete da visitare....
Italia

I 10 borghi più belli del Centro Italia

Come tutti ben sappiamo, l'Italia dispone di un patrimonio storico, artistico e culturale da far invidia a tutto il mondo. Non vi sono solo le grandi città ricche di monumenti storici, ma anche centri più piccoli, lontano dal caos della città, ma ciò...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.