Come visitare il Santuario della Madonna delle Grazie di Ardesio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In una stanza della casa del signor Salera c'era un'immagine sacra, dipinta da Busca di Clusone e raffigurante Gesù crocefisso con la Madonna e alcuni Santi a lato. Fu in questa stanza che il 23 giugno del 1607 che alle figlie di Salera apparve la Madonna e proprio a ricordo di questa apparizione venne costruito il Santuario. Ecco come poter visitare il Santuario della Madonna delle Grazie di Ardesio.

26

Il Santuario della Madonna delle Grazie, sin dalla sua fondazione, con le modifiche e gli interventi di ampliamento richiesti nel corso dei secoli, è uno dei più frequentati della diocesi di Bergamo. In esso puoi ammirare oltre a sacri dipinti, opere pregevoli d'arte, ricchi arredi e un maestoso organo. Molto bello è, inoltre, il monumentale campanile.

36

La stanza in cui nel 1607 avvenne l'apparizione è stata conservata intatta ed è oggi la cappella Maggiore del Santuario. In essa trovi gli affreschi incorniciati da una grande ancona di legno scolpito, dorato e dipinto, suddivisa da quattro colonne. Non dimenticare di osservare, sui fianchi della volta, la sequenza di affreschi che commenta le invocazioni della Salve Regina, opera di Francesco Bergametti.

Continua la lettura
46

Visita, inoltre, la cripta dove trovi il gruppo dell'Apparizione, in rame, rappresentante Maria Santissima seduta con il Bambino tra le braccia e le due bambine veggenti ai fianchi. Il Santuario è aperto dalle ore 7 alle 20. Ti consiglio di recarti al Santuario nelle giornate commemorative dell'apparizione (22, 23 giugno). Solitamente alla vigilia dell'apparizione alle 20,00 c'è la messa solenne presieduta dal Vescovo di Bergamo, subito dopo la processione dalla parrocchia al santuario con la statua della Madonna e con il coro. Verso le 22,00 fuochi e spettacolo pirotecnico. Il giorno dell'apparizione, invece, inizia prestissimo, alle 6,00 solenne messa nel santuario, alle 10,30 nuovamente la messa presieduta dall'arcivescovo. Alle 15,00 verranno eseguiti i vespri e la benedizione, alle 17 e alle 20 solenni messe di conclusione.

56

Al lato del confessionale la pala dell'incoronazione di maria è di Palma il giovane, sotto l'altare è sita la scultura dell'Apparizione opera artigianale della Val Gardena, invece, al lato c'è la sala degli ex voto e la sala del Sacro Sepolcro con un insieme di bellissime sculture realizzate dalla bottega dei Fantoni. I lavori del campanile alto circa 66 metri iniziarono nel 1645 e venne ultimato solo dopo circa 20 anni dopo. In piazza, fuori dalla chiesa, ci sono i palazzi appartenuti alle famiglie Moioli, Cacciamali, Maninetti e della Casa del Pellegrino.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Tarcento nel Friuli Venezia Giulia

In questa guida forniremo indicazioni su come visitare Tarcento nel Friuli Venezia Giulia, percorrendo un interessante itinerario che da Nimis, altra località di grande interesse storico e paesaggistico, ci porterà a Tarcento. Si tratta di una delle...
Europa

Come visitare il Santuario del Divino Amore a Roma

Il santuario della Madonna del Divino Amore è un santuario di Roma composto da due chiese: quella antica è del 1745, quella nuova è invece del 1999. È tuttora una meta di pellegrinaggio cara ai romani. Durante l'estate ogni sabato si tiene un pellegrinaggio...
Europa

Come visitare il Santuario Maria Assunta a Varallo Sesia

Se ambirai a visitare questo bellissimo santuario, dovrai prepararti anche spiritualmente ad affrontare un percorso per giungere in cima. Esso è infatti situato sul Sacro Monte Varallo, che tra i Monti Sacri è il più antico e riveste un grande interesse...
Europa

Come visitare Pietralunga

Pietralunga, luogo di origini antichissime in provincia di Perugia, ancora oggi conserva l'aspetto di un borgo medievale: questo aspetto, insieme ala bellezza e il fascino del verde dell'Umbria, rappresentano le credenziali per questa splendida località,...
Europa

Come Trascorrere Una Giornata A Oropa

L'Europa ha molti luoghi, sia al mare che in montagna, belli che ogni anno vengono presi d'assalto da turisti di tutte le nazionalità. Una di questi splendidi luoghi è Oropa. Oropa è una località sciistica delle Prealpi biellesi, ed è situata all'interno...
Italia

Come e perché visitare Livorno

L'Italia è piena di città stupende da visitare, per cui se abbiamo intenzione di staccare dalla vita quotidiana ed effettuare un bel viaggio, non avremo che l'imbarazzo della scelta. Internet viene in nostro e grazie alle moltissime guide redatta da...
Europa

Come visitare Colbertaldo

Colbertaldo è situato in veneto, in provincia di Treviso ed è una piccola frazione di Vidor. Esso sorge ai piedi di alcuni rilievi collinari ed è attraversata dal fiume Rosper. Le origini di questa frazione sono molto antiche e il nome è legato alla...
Consigli di Viaggio

Come arrivare al Santuario di Gibilmanna

Il Santuario di Gibilmanna, come tutte quante le costruzioni sacre che si rispettano, è dedicato ad un Santo e, nella fattispecie, alla Beata Vergine. Questo luogo rappresenta, sicuramente, uno dei più conosciuti e celebrati Santuari presenti nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.