Come visitare la cupola di San Pietro

di Lidia Venturiero tramite: O2O difficoltà: media

Quando si parla della cupola di San Pietro, si deve necessariamente parlare anche di numeri: 14.000 tonnellate, 537 scalini, sviluppata in altezza per più di 130 metri e con un diametro di oltre 40 metri: il simbolo di Roma che riprende la maniera di Brunelleschi, eseguita con maestria e celerità (in soli due anni) da Giacomo della Porta e disegnata da Michelangelo, tutt'ora è una tappa fondamentale per turisti provenienti da ogni parte del mondo. Visitare la cupola di San Pietro a cui lavorarono più di 800 uomini, senza dubbio è un piacere visivo ma è anche un dovere morale per tutti gli amanti dell'arte e del patrimonio artistico italiano. Ecco come fare.

1 Per visitare la cupola di San Pietro bisogna mettersi in coda, fare il biglietto e passare il controllo del metal detector. Purtroppo la possibilità della prenotazione online riguarda solo la Basilica, quindi non c'è la possibilità di saltare la fila. Occorre tanta pazienza, di solito le persone che attendono di guardare Roma dal punto più alto della città, attraverso i disegni di Michelangelo, sono davvero tante e come biasimarle! Sicuramente è consigliabile lasciare a casa gli oggetti che potrebbero suonare al metal detector, in modo da agevolare le tempistiche.

2 È molto importante ricordare che gli Enti competenti raccomandano alle persone di una certa età o comunque con problemi cardiaci, di fare molta attenzione e di pensarci bene prima di salire, in quanto i cunicoli della cupola di San Pietro sono molto stretti e i 537 gradini a chiocciola non aiutano a far del bene alla salute, sia che siano dimezzati che non.

Continua la lettura

3 Durante il periodo invernale (1°ottobre - 31 marzo) l'orario per le visite va dalle ore 08:00 alle ore 17:00, mentre nei mesi estivi (1°aprile - 30 settembre) l'apertura è sempre alle 08:00 ma la chiusura è alle 18:00.  In entrambi i periodi, la cupola di San Pietro è aperta tutti i giorni: come costantemente si erge in tutta la sua bellezza nel manto estetico della capitale sette giorni su sette, altrettanto fa con i suoi visitatori...

4 Una volta effettuata la coda, si può fare il biglietto. Il costo è di 5 euro se si sceglie di fare le 551 scale a piedi e di 7 euro se si opta per l'ascensore. Quest'ultimo non porta a destinazione immediata ma solo a metà percorso e pertanto, bisogna comunque fare 320 scalini. Le scuole non possono prenotare le visite online per saltare la fila, proprio come tutti, in compenso possono ottenere una riduzione del prezzo, attraverso un'attestazione da parte dell'Istituto con l'elenco dei partecipanti, da presentare al momento dell'acquisto dei biglietti alle casse, pagando così solo 3 euro.

Come raggiungere Città del Vaticano Se desideriamo visitare la Città del Vaticano magari di domenica in ... continua » Roma: 10 luoghi che rimarranno nel cuore Roma, con la sua egemonia ed il suo innato splendore, ha ... continua » Dieci cose da non perdere a Roma Roma, capitale d'Italia, eterna ed affascinante, è sicuramente una delle ... continua » I 10 migliori panorami d'Europa A chi non piace viaggiare? Penso che tutti amino scoprire nuovi ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come girare per Firenze

Il territorio italiano ha moltissimi posti iconici per cultura, arte e storia, ma sicuramente uno dei migliori e dei più visitati è Firenze. La città ... continua »

Providence: cosa visitare

Hai deciso di andare in vacanza in uno degli Stati americani? Allora ti consiglio di andare a visitare la sorridente Capitale dello stato del Rhode ... continua »

5 motivi per visitare Roma

Roma, chiamata anche a buon ragione la città eterna, è una meta davvero imperdibile e che ci viene invidiata ovunque nel mondo. La città ospita ... continua »

Harrisburg: cosa visitare

L'America del nord èè davvero ricchissima di posti stupendi e differenti tra loro. In ogni stato della confederazione è infatti possibile rinvenire situazioni e ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.