Come visitare la Valle d'Aosta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La Valle d'Aosta è una regione appartenente all'Italia nord-occidentale, avente come capoluogo la città di Aosta. La Vale d'Aosta, detta anche Valle centrale, è la regione più piccola e anche la meno popolata di tutta l'Italia. Essa si estende seguendo la Dora con andamento prima in direzione nord-ovest e poi ovest, dopodiché risale il corso del fiume da Pont-Saint-Martin fin verso Aosta. In questa guida, vi spiegherò come visitare correttamente la Valle d'Aosta. Iniziamo!

26

Occorrente

  • Itinerario
36

Per poter visitare questa splendida regione, per prima cosa dovrete raggiungerla utilizzando l'aereo, il mezzo più veloce ed, in alcuni casi, anche il più economico. In questo caso, gli aeroporti di riferimento sono quello della città di Torino o quello della città di Milano, entrambi serviti perfettamente sia dalle compagnie aeree di bandiera che da quelle low cost. Una volta atterrati, dovrete raggiungere la stazione di Torino o di Milano e per farlo, potrete utilizzare un apposito autobus, o un taxi, entrambi situati all'esterno dell'aeroporto. Da qui, dovrete poi prendere un treno per raggiungere la Valle d'Aosta.

46

La Valle d'Aosta forma con le valli laterali afferenti un piccolo sistema territoriale che si configura anche come un articolato comprensorio turistico dotato in egual misura di richiami culturali, naturalistici, sportivi e ricreativi. La valle centrale qui considerata, fra Pont-Saint-Martin ed i dintorni di Aosta (la Plaine nella parlata locale, cioè la piana valliva della Dora, che continua anche oltre il capoluogo, differenziandosi così dalle montagne) ha mantenuto a lungo una solida base industriale, la quale, però, negli ultimi decenni è andata incontro a molteplici difficoltà. Infatti, ha indotto l'Unione Europea a riconoscere la zona come area di crisi.

Continua la lettura
56

In tale contesto va inquadrata l'importante riqualificazione del forte di Bard e del sottostante bordo con fondi comunitari. Entrambi, sono aperti per le visite già dal gennaio del 2006. La struttura si propone come porta d'accoglienza della Valle ed ha lo scopo di incentivare il turismo locale. Una volta giunti in questa terra, per poterla visitare nel modo più corretto, potrete affittare un'automobile che vi consentirà di godere sia del bellissimo paesaggio durante il viaggio, ma anche di raggiungere le piccole ma caratteristiche città della Valle d'Aosta. Seguendo le poche e semplici indicazioni riportate all'interno di questa guida, saprete finalmente come riuscire a visitare questa bellissima terra. Buon viaggio!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Valle d'Aosta: come muoversi e cosa visitare

La Valle d'Aosta è diventata la meta ambita da tanti amanti della natura. Sono sempre di più le persone che ci si recano in ogni periodo dell'anno per visitarla e godere delle sue bellezze. In effetti è difficile star lontani da una regione così,...
Italia

Come fare trekking in Valle d'Aosta

La Valle d'Aosta si trova nell'estremo nord-occidentale del territorio italiano e confina ad ovest con la Francia, a nord con la Svizzera, a sud e a est con il Piemonte. È la Regione più piccola e meno popolata d'Italia, con meno di 130.000 abitanti....
Italia

Valle d'Aosta: visitare i castelli della valle d'Ayas

La Valle d'Aosta offre, a chi si reca a visitarla, panorami unici e luoghi interessanti da visitare. Principalmente, una delle ricchezze della Valle d'Aosta è data dai numerosi castelli della valle d'Ayas disseminati sul suo territorio. Nella guida che...
Consigli di Viaggio

Valle d'Aosta: i migliori itinerari in mountain-bike

Se siete amanti della natura e dello sport, la guida Valle d'Aosta: i migliori itinerari in mountain-bike è ciò che fa per voi. Infatti questa piccola, seppur bellissima regione situata ai piedi delle Alpi, offre scenari mozzafiato, da ammirare percorrendo...
Italia

Che cosa visitare in Valle d'Aosta in una settimana

La Valle d'Aosta è una delle regioni più belle d'Italia nonostante le sue dimensioni ridotte. Indissolubilmente legata alle Alpi e porta per la Francia, la Valle d'Aosta è un vero gioiello. Si trova ogni sorta di attrazione da quella naturale come...
Consigli di Viaggio

Valle d'Aosta: guida ai laghi più belli

La Valle d'Aosta è una piccola perla della penisola Italiana incastonata tra le Alpi dove gli sciatori in inverno trovano il loro paradiso ma dove anche in estate escursionisti e scalatori, appassionati di trekking e della natura si appagano pienamente...
Consigli di Viaggio

Le migliori località per la settimana bianca in Valle d'Aosta

Quando si parla di organizzare la settimana bianca, non si può davvero fare a meno di pensare alla regione più piccola e caratteristica d'Italia. La Valle d'Aosta si posiziona al primo posto per quanto riguarda le diverse proposte di divertimenti sulla...
Italia

Guida ai castelli della Valle d'Aosta

I castelli della Valle d'Aosta sono fortezze immerse nel panorama alpino, spesso circondate da ostacoli naturali. Questo perché buona parte delle fortificazioni di questa regione erano nate con uno scopo puramente difensivo, specialmente quelle risalenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.