Come visitare L'Albertina Di Vienna

di Ralf Bloom tramite: O2O difficoltà: facile

L'Albertina è un celebre museo nel centro storico di Vienna. Questa pinacoteca fu costruita da Louis Montoyer tra il 1801 e il 1804 per ospitare la grandiosa raccolta di dipinti, incisioni e opere d'arte messa insieme dal duca Alberto di Sachsen-Teschen. In questa guida vedremo come fare per riuscire a visitare il museo dell'Albertina della città di Vienna.

Assicurati di avere a portata di mano: Biglietto

1 Per prima cosa per iniziare la nostra visita al museo, dovremo raggiungere la città di Vienna e per farlo potremo utilizzare l’aereo, il mezzo più veloce ed in alcuni casi anche il più economico di viaggiare. In questo caso l'aeroporto di riferimento è l'aeroporto internazionale di Vienna-Schwechat, situato a soli 12 chilometri dal centro della città e perfettamente servito sia dalle compagnie aeree di bandiera che da quelle low cost. Una volta atterrati potremo raggiungere Vienna utilizzando o un apposito autobus, oppure un taxi, entrambi situati all'esterno dell'aeroporto. Una volta raggiunta la città potremo arrivare al museo utilizzando i mezzi pubblici viennesi.

2 L'Albertina di Vienna, con più di un milione di opere, è la maggiore raccolta di arti grafiche al mondo. I celebri dipinti e le acqueforti sono conservati in ambienti appositi, in condizioni controllate, e sono esposti solo di rado, perché la luce li danneggerebbe. Ma grazie alla vastità della raccolta, gli originali possono essere esposti in particolari occasioni, nell'ambito di mostre tematiche.

Continua la lettura

3 Qui sono conservati 500 anni di storia dell'arte, da opere precedenti a Leonardo da Vinci a lavori successivi ad Andy Warhol.  Una mostra di riproduzioni consente di farsi un'idea dei tesori conservati.  Approfondimento Le 10 cose più importanti da vedere a Vienna (clicca qui) Dal 2007 sono all'Albertina, in prestito permanente, le collezioni Batliner e Forberg, che costituiscono una panoramica di eccellente qualità sull'arte del Novecento.  Sono visibili in una mostra permanente dall'aprile 2008.

4 L'Albertina costituisce l'ala sudorientale del complesso dell'Hofburg. Il grandioso scalone e le sale di rappresentanza (oggi perfettamente restaurate) furono costruite per il duca Alberto di Sachsen-Teschen e per il suo successore, l'arciduca Carlo. Il palazzo, che in origine ospitava gli appartamenti privati di Alberto e della moglie Maria Cristina, è uno splendido e raro esempio di stile Impero a Vienna. Al piano terra si trova l'Österreichische Film Museum. Quindi seguendo le poche e semplici indicazioni riportate all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a raggiungere e visitare il museo Albertina di Vienna. A questo punto non ci resta che prenotare il volo, preparare i bagagli e partire verso questa caratteristica meta.

Come visitare Vienna in 3 giorni Vienna è una Capitale europea veramente incantevole, soprattutto durante la stagione ... continua » Vienna: cosa vedere e cosa fare Viaggiare è l'unico metodo che ti apre la mente perché ... continua » Come raggiungere Vienna Vienna è una città fantastica, è stata per anni capitale dell ... continua » Come visitare il quartiere ebraico di Vienna Il quartiere ebraico di Vienna è un vero e proprio fiore ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Guida ai parchi di Vienna

Tra le capitali europee maggiormente meta di turismo spicca sicuramente Vienna: questa città austriaca, infatti, è ricchissima di storia ed ha moltissimo da offrire ai ... continua »

Come e perché visitare Sopron

Oltre alla famosa Budapest, l'Ungheria è piena di città interessanti da visitare e ricche di spunti culturali. Una di queste è sicuramente Sopron, cittadina ... continua »

Come passare una vacanza a Vienna

Organizzare una vacanza, in maniera perfetta, non è mai un'impresa molto semplice, perché dovremo sapere come raggiungere la nostra meta, dove soggiornare, cosa visitare ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.