Come visitare L'Andalusia In Una Settimana

di Carmela M. tramite: O2O difficoltà: facile

L'Andalusia si trova a sud della Spagna ed è vicinissima all'Africa. Essa è la culla del flamenco, delle feste e delle grandi culture. Questa regione della Spagna ha un immenso patrimonio culturale, frutto di tradizioni spagnole e moresche. Se si vogliono visitare questi splendidi luoghi è opportuno noleggiare un'automobile; in questo modo è possibile spostarsi facilmente. Inoltre, è consigliabile calzare scarpe abbastanza comode per poter esplorare questa meravigliosa terra. In questo tutorial vengono date delle informazioni su come visitare l'Andalusia in una settimana.

1 Il tour deve cominciare dalla città di Malaga; questa città deve essere raggiunta con l'aereo. L'aeroporto di riferimento è il Pablo Ruiz Picasso; esso dista soltanto otto chilometri dalla città di Malga. L'aeroporto Pablo Ruiz Picasso è utilizzato sia dalle compagnie di bandiera che da quelle low cost. Ciò consente di poter raggiungere la meta in poco tempo e di spendere una cifra non troppo elevata. Dopo l'atterraggio è possibile arrivare al centro della città con gli autobus oppure con i taxi che si trovano all'esterno dell'aeroporto.

2 La bellezza di questi luoghi si può cogliere: nell'esotismo dei palazzi islamici, nella vitalità e nella passione degli abitanti, nei minuscoli borghi senza tempo, nelle bianche spiagge e nei paesaggi montuosi e brulli in cui sono incastonati incantevoli e antichi villaggi. Quando si arriva a Malaga è opportuno soggiornare almeno una notte. In questo modo si ha la possibilità di poter visitare questa splendida cittadina con la Cattedrale ed il Museo di Picasso.

Continua la lettura

3 L'indomani è opportuno dedicare un'intera giornata alla visita dell'incantevole complesso dell'Alhambra e dei giardini Generalife che si trovano nella città di Granada.  Per poter visitare questo complesso è preferibile prenotare prima, specialmente nei mesi caldi.  Approfondimento Come visitare l'Andalusia in 3 giorni (clicca qui) In questo periodo ci sono tantissimi turisti e per evitare il sovraffollamento c'è l'obbligo di prenotazione.  Infatti, sulla prenotazione viene indicato il giorno e l'ora di entrata che bisogna rispettare rigorosamente..

4 Dopo il pernottamento a Granada è opportuno proseguire verso Siviglia. Questa città è molto grande per cui è preferibile soggiornare almeno due giorni. Bisogna visitare: la Casa di Pilato, i Reales Alcázares e il Parco di María Luisa. La sera si può cenare presso un ristorante dove si può assistere ad uno spettacolo di flamenco. L'indomani si prosegue visitando la città di Alcazar con la splendida Cattedrale e si fa una passeggiata nel quartiere di Santa Cruz.

Come scoprire la vera Andalusia L'Andalusia si colloca nella Spagna meridionale. È una regione affascinante ... continua » Come girare Malaga in autobus La Spagna rappresenta una meta molto amata da noi italiani. Un ... continua » Itinerari: Andalusia e sud della Spagna L'Andalusia è una regione situata a sud della Spagna, dove ... continua » 10 luoghi da non perdere in Andalusia Quando si pensa a fare un bel viaggio tra le tappe ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare Granada

Granada città affascinante dell'entroterra dell'Andalusia, nella sua immensa bellezza è paragonata ad una gemma incastonata tra le montagne. Questa città spagnola è accogliente ... continua »

Andalusia: cosa vedere

Se volete visitare la Spagna, avete sicuramente sentito parlare dell'Andalusia. Infatti, quest'ultima è una delle regioni più conosciute della Spagna, perché, oltre ad ... continua »

10 cose da fare a Malaga

Fra le mete meno scontate che si possano scegliere, quando si decide di passare una vacanza in Europa che concili la rilevanza culturale delle città ... continua »

Andalusia: le migliori spiagge

L'Andalusia è la regione più caratteristica e soleggiata della Spagna, ed è situata a sud sulla splendida costa mediterranea, quindi con un clima decisamente ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.