Come visitare l'Etna

di Nicolò Tricarico tramite: O2O difficoltà: facile

L'Etna è uno dei più grandi vulcani attualmente attivi ed appartenenti alla placca Euroasiatica. Questo vulcano è situato in Sicilia all'interno del territorio appartenete alla provincia di Catania ed è possibile visitarlo ovviamente soltanto durante i periodi di inattività. Qui potremo trovare un meraviglioso paesaggio che alterna delle zone ricoperte da fitta vegetazione a zone completamente nude, dove è possibile vedere i vari tipi di rocce originatesi negli anni durante le varie eruzione ed in alcuni periodi dell'anno, in alta quota, sarà possibile trovare zone ricoperte di neve. Se il nostro sogno è quello di visitare questo magnifico posto naturale, non dovremo fare altro che seguire tutte le indicazioni riportate nei passi successivi. In questa guida, vedremo quindi, come fare per riuscire a visitare l'Etna.

Assicurati di avere a portata di mano: equipaggiamento da trekking

1 La geomorfologia dei vari paesi che si trovano alle pendici dell'Etna è influenzata dalla presenza del massiccio etneo, dalla sua costituzione, evoluzione e dalla sua attività eruttiva continua, che muta costantemente il paesaggio. Sono le colate laviche, infatti, l'elemento fondamentale che ha modellato il territorio. Nel corso dei secoli, si sono registrate varie eruzioni, tra queste, quella più catastrofica, accompagnata anche dal terremoto, che più di ogni altra ha trasformato completamente tutto il versante meridionale dell'Etna, fu quella del 1669 in seguito alla quale furono distrutti i paesi limitrofi al vulcano, come Nicolosi, Misterbianco, Pedara, Trecastagni, San Pietro Clarenza, Camporotondo etneo e, in parte, anche la stessa città di Catania, dove le forti scosse di terremoto distrussero molti edifici.

2 È possibile vistare il vulcano, seguendo diversi itinerari. Se abbiamo la possibilità di muoverci autonomamente in macchina, potremo anche arrivare, senza alcun problema, fino al famoso rifugio Sapienza, un rifugio alpino situato a quota 1.910 metri s. L. M. Sul versante sud dell'Etna, dove l'aria frizzante e il paesaggio tipico regalano un ricordo emozionante dell'escursione. Qui, bar e piccoli negozi di souvenir sono i luoghi ideali in cui comprare dei regali o scaldarsi con un sorso di Fuoco dell'Etna, un liquore tipico dalla gradazione alcolica elevata ma molto saporito.

Continua la lettura

3 Dal rifugio Sapienza, potremo decidere se fare una gita turistica verso diverse zone, per esempio, verso i rifugi che si trovano ancora più in alto, oppure di scendere verso i paesi limitrofi.  In alternativa, potremo decidere di prendere la funivia, che permette di ammirare dall'alto, in sicurezza, un paesaggio che sembra quasi lunare, tra crateri, silenzio e rocce laviche.

Come Raggiungere La Grotta Del Gelo sull'Etna La Grotta del Gelo, a Catania, è meta obbligata per tutti ... continua » I vulcani siciliani La Sicilia è una terra bellissima, piena di bellezze naturali e ... continua » Itinerari in Sicilia Quando si parla della Sicilia, programmare un itinerario di viaggio sembra ... continua » I 5 posti più belli da vedere in Sicilia La Sicilia, isola ricca di storia, cultura e paesaggi meravigliosi è ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare Valverde

Valverde è un piccolo comune sulle pendici sud est dell'Etna.
Sorge a 305 mt s. L. M. E i primi insediamenti risalgono al tardo ... continua »

Cosa vedere in Sicilia

La Sicilia, senza dubbio, è l'isola più visitata del Mar Mediterraneo, ricca di storia, cultura e tradizioni, tutto l'anno tanti turisti vi giungono ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.