Come visitare l'isola di Giava in Indonesia

di Bianca Bruni tramite: O2O difficoltà: facile

Uno dei luoghi da poter visitare in Indonesia è l'Isola di Giava. Si tratta di un viaggio particolare alla scoperta di un territorio affascinante. L'Isola di Giava è ricca di vulcani. Infatti, ne esistono più di cento, tra i quali il più famoso è il Bromo. Quest'ultimo si può scalare fino al cratere. I suoi monti sono discontinui ed interrotti da conche e pianure fertili, per le abbondanti piogge e la ricchezza del suolo vulcanico. Nonostante il pericolo di frequenti terremoti ed eruzioni vulcaniche, in questa Isola l'insediamento umano raggiunge valori tra i maggiori della terra. Nella seguente guida vi spiego come visitare l'Isola di Giava in Indonesia.

Assicurati di avere a portata di mano: Biglietto aereo per l'Indonesia Mappa di Giava

1 Per raggiungere l'Isola di Giava dovrete approdare all'aereoporto internazionale di Jakarta. Quest'ultima è la capitale dell'Indonesia, collocata proprio sulla costa Nord-Occidentale di Giava. Una volta atterrati potete visitare proprio Jakarta, il fulcro di tutte le attività economiche del paese. Questa città sorge sul mare, alla foce del fiume Baru e venne fondata dali olandesi. Si tratta di una città in rapida espansione, che oggi ha inglobato i vari centri minori circostanti.

2 Dopo una giornata trascorsa a Jakarta, potete spostarvi a Yogyakarta ed avvicinarvi ai meravigliosi templi di Borobudur e Prambanan (poco distanti). Qui potete immergervi nella cultura e nel fascino di questi luoghi. Infatti, questi ultimi trasmettono una sensazione profonda di pace e spiritualità, nonostante la presenza di tanti turisti. Dopodichè, proseguite verso est, per arrivare nell'area vulcanica e nel parco nazionale del Bromo-Tengger-Semeru, dove sarà possibile dormire nel piccolo villaggio di Cemoro Lawang, proprio sul bordo del cratere del Tengger. Qui potete scegliere di alzarvi all'alba per fare trekking. Per poi raggiungere un punto panoramico da cui ammirare il vulcano Bromo e l'alto monte Semeru (sullo sfondo). Quest'ultimo si può scalare in appena due oppure tre giorni.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Successivamente, scendete in pianura e risalite solamente di un centinaio di chilometri più ad est, verso il lago di Kawah Ijen.  Questo risulta collocato nel cratere di un vulcano dormiente.  Approfondimento Come visitare Surabaya Su Giava (clicca qui) Qui, vi consiglio di affiancarvi ai raccoglitori di zolfo che, tutti i giorni ed al mattino presto, partono per il proprio duro e pericoloso lavoro.  Nella seguente zona, ci saranno dei colori e degli odori che sicuramente vi emozioneranno.  Da questo luogo, Bali si trova molto vicino.  Ecco come visitare l'Isola di Giava in Indonesia.

Non dimenticare mai: Rivolgetevi ad un'agenzia di viaggi Alcuni link che potrebbero esserti utili: Giava (Java), vacanza nell'isola più popolosa al mondo

5 motivi per cui andare in Indonesia Natura, arte, spiagge mozzafiato.  Di cosa stiamo parlando? Ma dell'Indonesia ... continua » 5 tappe obbligatorie in Indonesia L'Indonesia è lo Stato-arcipelago più grande del mondo, ed è ... continua » Le 10 isole più belle delľ Indonesia L'Indonesia è l'arcipelago più grande al mondo ed è ... continua » Come visitare Jakarta Jakarta è la capitale dell'Indonesia e si trova sulla costa ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Giacarta: cosa visitare

Esiste qualcosa di più entusiasmante del viaggiare? Viaggiare è una cosa meravigliosa. Apre la mente e rinfranca lo spirito. Conoscere nuove culture, gustare sapori diversi ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.