Come visitare lo Yemen

di Stefano Belli tramite: O2O difficoltà: media

Lo Yemen è un Paese magico e dalle mille sfaccettature. Nel 1970, il regista italiano Pier Paolo Pasolini decise di girare un documentario nella capitale Sana'a per convincere l'Unesco (L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura) a inserire questo luogo nei siti dichiarati patrimonio dell'umanità. La bellezza di Sana'a convinse l'organizzazione ad accogliere l'appello di Pasolini nel 1986; da allora l'interesse per lo Yemen è cresciuto sempre di più. Il Paese non offre solo le testimonianze artistiche della capitale, ma possiede anche paesaggi bellissimi nella costa sud e nell'Isola di Socotra. La situazione politica e le condizioni climatiche rendono necessario seguire alcuni accorgimenti prima di partire per questo Paese. Ecco come visitare lo Yemen in tutta sicurezza.

1 Prima di partire per lo Yemen serve munirsi di un visto e controllare che il proprio passaporto abbia una validità residua di almeno sei mesi, nessun timbro di Israele e due paginette in bianco. Per richiedere il visto servono anche due fototessere e un biglietto di andata e ritorno per lo Yemen: per la richiesta ci si può rivolgere all'ambasciata yemenita in Italia o fare un visto turistico direttamente una volta arrivati negli aeroporti di Sana'a o Aden. Prima di scegliere il periodo in cui partire è importante sapere che il clima migliore si può trovare verso marzo e aprile, mentre l'estate è sconsigliata a causa del caldo torrido.

2 Una volta ottenuto il visto turistico, il miglio modo per entrare in Yemen è sicuramente l'aereo: la compagnia di bandiera del Paese, Yemenia, offre molti rotte dall'Europa occidentale, il Medio Oriente e il Nord Africa. Meglio scegliere un volo diretto, perché entrare nello Yemen attraverso un Paese terzo potrebbe voler dire pagare una tassa di ingresso e compilare molti più moduli burocratici. Per evitare brutte sorprese si può prenotare un volo diretto da Roma. Una volta arrivati, ci si può muovere tra le città con dei voli interni o noleggiare una jeep con cui girare anche nelle zone più impervie. Per quanto riguarda gli spostamenti in città, si può usare il trasporto pubblico o affidarsi ai taxi collettivi, mezzi che hanno percorsi precisi ma non partono finché non sono pieni. La soluzione più comoda, ma anche la più costosa, è come sempre quella del taxi privato.

Continua la lettura

3 La moneta nazionale dello Yemen, il Rial, non ha un cambio ufficiale e perciò bisogna stare molto attenti quando si trova qualcuno disposto allo scambio: di solito si riesce ad ottenere il cambio migliore solo dopo una piccola trattativa.  In ogni caso è meglio munirsi di dollari americani prima di partire, dato che nello Yemen sono più conosciuti e diffusi dell'euro.

Yemen: usanze e costumi Lo Yemen è uno Stato posto nella parte meridionale della penisola ... continua » Come visitare Socotra In Asia In Asia l'isola di Socotra, insieme ad altre isole minori ... continua » Oman: usanze e costumi L' Oman è un sultanato arabo con a capo un monarca ... continua » Gibuti: usi e costumi In questi ultimi anni più che mai siamo difronte alla più ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare Il Ciad

Il Ciad (o ufficialmente, Repubblica del Ciad) deve il suo nome all'omonimo Lago Ciad, ubicato nel cuore del paese. Lo Stato si colloca nella ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.