Come visitare Mèsola a Ferrara

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Come visitare Mèsola A Ferrara: si tratta di un comune che conta poco più di 7000 abitanti. È situato in Emilia-Romagna, precisamente in provincia di Ferrara. Il suo nome deriva da "media insula", grazie alla sua posizione estremamente fertile e affascinante: questo comune, infatti, si trova nel cuore del Parco Regionale del Delta del Po ed è attraversato da numerosi canali anche all'interno della cittadina. Mèsola è ricca di perle da visitare ed è perfetta per trascorrere le vacanze in completo relax.

24

Arrivare a Mèsola è possibile grazie a diverse soluzioni. Se si arriva in macchina, basta seguire la direzione per Ferrara attraverso l'autostrada A13 Bologna-Padova, arrivare al raccordo Ferrara-Porto Garibaldi e imboccare la SS309 Romea-Venezia. La cittadina non è servita da una stazione ferroviaria, ma è possibile raggiungerla in treno e proseguire coi mezzi pubblici se si arriva alla stazione di Codigoro. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Bologna, Venezia e Rimini.

34

Tra i simboli per eccellenza di questa località, troviamo il Castello di Mèsola. Si trova al centro di Piazza Umberto I ed è una delle 19 rinomate residenze (definite anche "Delizie") degli Este, Signori di Ferrara vissuti tra il 1208 e il 1598. In particolare, questa Delizia è stata costruita a cavallo tra il 1578 e il 1583 dietro richiesta di Alfonso II d'Este e per mano di Marc'Antonio Pasi. Ricco di saloni preziosi e affreschi su pareti e soffitti, il castello nasce come residenza durante i periodi di caccia che avevano luogo nel vicino bosco di Mèsola. Il castello è visitabile ed è spesso meta dei turisti più curiosi poiché al suo interno è presente il "Museo del Bosco e del Cervo della Mèsola" e una mostra sempre attiva che ritrae i momenti di gloria della famiglia degli Este.

Continua la lettura
44

La Riserva naturale Bosco della Mèsola è un'altra delle meraviglie in cui avventurarsi in questo grazioso territorio dell'Emilia-Romagna. Comprende i comuni di Goro, Codigoro e Mèsola, ed è diventata ufficialmente Riserva Naturale nel 1977. Si estende per circa 840 ettari e la sua altitudine va da -1 a +3 metri sopra il livello del mare. In questo paradiso naturale, si possono osservare vari esempi di flora e fauna. Per la prima, troviamo i tipici arbusti a carattere mediterraneo e costiero come la tamerice o il leccio, o ancora alberi secolari come la quercia, il salice e il pino. Per la seconda, invece, questa Riserva è casa di numerose specie animali. Tra i mammiferi possiamo trovare daini, i caratteristici cervi della Mèsola, il riccio, il tasso. Tra i volati si possono scorgere la cinciallegra, il merlo e l'allocco. Non sono rari anche i rettili e gli anfibi, occhi aperti quindi per le vipere, le testuggini e il pelobate fosco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Il Basso Ferrarese In Emilia Romagna

Se avete deciso di fare un bel viaggetto nel centro Italia ed in particolare nel Basso Ferrarese, la scelta è sicuramente ottima poiché si tratta di una località famosa in tutto il mondo per alcune sue peculiarità come la natura, la presenza del...
Italia

Ferrara: cosa vedere

La splendida città di Ferrara, sulla riva sinistra del Po di Volano, con il suo stile tipicamente rinascimentale racchiude in sé tutti gli splendori e gli sfarzi di quel periodo che la rendono signorile e grandiosa. L'UNESCO le ha conferito il titolo...
Italia

Cosa vedere a Ferrara in bicicletta

Tra le tante città italiane che offrono la possibilità di essere visitate in bicicletta, Ferrara occupa senza dubbio un posto di rispetto. Questa città non solo possiede un patrimonio artistico e culturale che non invidia quello di città come Firenze...
Europa

Come visitare Tresigallo a Ferrara

Tresigallo è un comune della provincia di Ferrara in Emilia Romagna la cui fondazione risale al Medioevo. Intorno al 1930 ha subito una vera e propria ricostruzione architettonica con uno stile di tipo razionalista, così come le cosiddette città di...
Consigli di Viaggio

Come organizzare un giro turistico a Reggio Emilia

All'interno della presente guida andremo a occuparci di turismo, e lo faremo concentrandoci sul territorio italiano. Infatti, andremo a darvi qualche informazione utile al fine di comprendere come organizzare un giro turistico a Reggio Emilia. Vediamo...
Europa

Come visitare Comacchio in Emilia Romagna

Comacchio è un comune di 22.377 abitanti, in provincia di Ferrara. Sotto l'aspetto paesaggistico e storico, è uno dei maggiori centri del Delta del Po. Sorto sull'unione di tredici piccole isole (cordoni dunosi litoranei) formatisi dall'intercalarsi...
Italia

Emilia Romagna: come muoversi e cosa visitare

Nella guida seguente, saranno fornite informazioni circa un'area specifica, quella dell'Emilia Romagna: come muoversi e cosa visitare di questa regione non sarà più un mistero. La penisola italiana si configura attualmente come una delle più ambite...
Italia

I monasteri d'Italia

Oltre ad essere una nazione di grande cultura e bellezza l'Italia ha una grande e antica tradizione in sui monasteri, i quali sono presenti in gran numero da Nord a Sud. Da sempre i monasteri hanno suscitato a chiunque il fascino della spiritualità,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.