Come visitare Pecs

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Pecs, capoluogo della contea di Baranya, è una delle città ungheresi più ricche di storia e cultura. Centro principale del Transdanubio, nell'Ungheria meridionale, Pecs si trova in un’area pianeggiante, che il massiccio boscoso di Mecsek protegge dai gelidi venti settentrionali. Per questo, la città vanta un clima tipicamente mediterraneo, con mandorli in fiore e temperature miti e piacevoli.
Sede dell’arcivescovato e dell’università, Pecs abbraccia un eclettismo artistico-culturale, che la rende una preziosa ed assolutamente meritevole. I suoi edifici neoclassici si fondono graziosamente con l’arte barocca. I caratteristici intonaci verde pistacchio o giallo mostarda vivacizzano il tutto, impartendo alla città un aspetto assolutamente originale ed autentico.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a visitare Pecs.

26

Occorrente

  • Mappa della città
  • Scarpe comode
36

Nel 2010, Pecs è stata eletta capitale della cultura europea. E’ una città antichissima, i cui primi insediamenti risalgono addirittura all’epoca preistorica. Nel III sec. D. C., con il nome di Sopiane, divenne capitale della Pannonia Valeria. Nell'alto Medioevo, sotto l’arcivescovato di Salisburgo, prese l’appellativo di “Quinque Ecclesiae”. Ma è con i turchi che Pecs inizia a distinguersi come fiorente centro commerciale, culturale e religioso. E proprio dal turco “bes”, “cinque”, deve il suo nome attuale. L’aspetto odierno della città risale al 1700, con il sopraggiungere degli Asburgo. Fu sotto Maria Teresa d’Ungheria che la città fu eletta “città regia libera”.

46

Ricca di bellezze architettoniche e culturali, Pecs vanta un cimitero paleocristiano, dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, nel 2000. Scendendo nella necropoli, potrete apprezzare affreschi ben conservati, risalenti al IV sec., e farvi catturare dalle camere sepolcrali di Pietro e Paolo e da altre incantevoli testimonianze paleocristiane.

Continua la lettura
56

La cattedrale, risalente al IX sec., è stata restaurata più volte, a causa dei ripetuti incendi che, nel corso dei secoli, ne hanno danneggiato l’aspetto attuale. La sua facciata, in stile neoclassico, racchiude un interno tipicamente barocco, affrescato da noti artisti ungheresi. Il monumento simbolo della città di Pecs è, però, la Moschea del Pascià Gazi Kaszím. Emblematica ed imponente, domina la piazza centrale con la sua maestosa cupola. Costruita intorno alla metà del XVI sec, oggi è riservata al culto cattolico, anche se mantiene ancora i principali aspetti dell’arte ottomana, come il mihrab ed i doppi archi ogivali delle finestre.

66

Vi consigliamo una visita al Museo Csontváry, aperto nel 1973 in onore del grande artista, definito il Van Gogh ungherese. Stravagante ed originale, Tivadar Kosztka Csontváry mostra nelle sue opere influenze post-impressioniste ed espressioniste, senza mai abbracciare uno stile ben preciso e delineato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Ungheria: i parchi naturali più belli

L'Ungheria è senza dubbio un paese ricco di incredibili paesaggi naturali. Non c'è da meravigliarsi che abbia dieci grandi parchi nazionali, situati in varie regioni del paese, molti dei quali sono anche riconosciuti come Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco....
Europa

Come visitare Eger in Ungheria

L'Ungheria possiede molti posti davvero suggestivi e che senza dubbio meritano di essere visitati. Uno tra questi è Eger, un borgo molto caratteristico. Questo si trova in una valle percorsa da un fiume, l'Eger, da cui prende il nome la cittadina. Questa...
Europa

Come visitare il lago Balaton in Ungheria

Il lago, si sa, è da sempre una meta molto ambita da tanti turisti, perché in questo luogo si può sia rilassarsi, proprio come se fossimo al mare, sia fare delle lunghe passeggiate o dei giri in bici, completamente immersi nel verde, esattamente come...
Consigli di Viaggio

5 cose da fare a Budapest

Viaggiare è una delle cose più belle delle vita. Conoscere nuove culture, visitare nuovi posti... Che bellezza! Esplorare ciò che il modo ci offre, ci rende persone libere, consapevoli e altruiste. Qualcuno diceva che la vita è come un libro e chi...
Europa

Come visitare budapest in un giorno

Budapest, capitale dell'Ungheria, è considerata da tutti la perla del Danubio sia per i suoi tesori artistici e soprattutto per i suoi romantici paesaggi sul fiume che la attraversa. Essa è una maestosa città formata da Buda e Pest divise in due dal...
Europa

Come visitare La Cittadella Di Budapest

Viaggiare è forse una delle attività più belle ed interessanti che ognuno di noi può fare nella vita. Esistono moltissimi paesi che possono essere visitati e che sono degni di nota. Budapest è una di queste. È una città particolare che deve essere...
Europa

Come E Perchè Visitare Il Quartiere Ebraico Di Budapest

Budapest ovvero la capitale dell'Ungheria è la sede di uno dei quartieri ebraici, e all'interno degli edifici durante la seconda guerra mondiale, venivano raggruppati milioni di ebrei ungheresi. Si tratta dunque di uno dei periodi storici più brutti...
Europa

Come visitare la Transilvania

La Transilvania è una regione bellissima, leggendaria, quasi mitica, e di origini molto antiche. Nel Medioevo la Transilvania costituì uno Stato a sé, oggi è una regione geografica appartenente allo Stato della Romania, del quale occupa la maggior...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.