Come visitare Tarnow

di Gianni Cataldo tramite: O2O difficoltà: facile

Tarnow è una piccola cittadina polacca situata nel Vovoidato della Piccola Polonia, la quale rappresenta un luogo d'incomparabile bellezza che lascia affascinati i moltissimi turisti che vi si recano ogni anno. Geograficamente, la città di Tarnow si trova nella parte orientale della terra di Cracovia, poco distante dal confine con la Slovenia. A tale città è legato un avvenimento passato ricordato ancora oggi per le tragiche morti scaturite dallo sterminio compiuto dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Nonostante questo spiacevole ricordo, si possono ammirare moltissimi luoghi d'interesse storico e artistico. Continuate, quindi, a leggere questa interessante ed utile guida per apprendere come visitare Tarnow.

1 Innanzitutto, una visita la merita sicuramente il Museo Etnografico dedicato quasi interamente alla cultura rom, situato in una vecchia locanda. In particolare potrete ammirare i resti dell'antico Castello della famiglia Tarnowski, i quali dominano la città. Da visitare è inoltre anche il Museo Regionale, dove potrete ammirare diversi dipinti di artisti locali e non.

2 All'interno del municipio fa parte anche il museo Distrettuale, il quale può essere visitato ed ammirato a pagamento tutti i giorni tranne il lunedì ed il sabato, offrendo una splendida panoramica sulla pittura e l'arte polacca. Proseguendo per il centro storico potrete inoltre ammirare la Cattedrale della Natività di Maria, un particolare edificio gotico suddiviso in tre navate caratterizzate da preziose lastre tombali rinascimentali.

Continua la lettura

3 Vi consiglio di visitare il Museo della Cultura Rom, che testimonia la presenza di queste persone nella cittadina, molte delle quali furono uccise durante la guerra mondiale nei campi di sterminio.  All'interno potrete vedere numerosi oggetti appartenuti a questo popolo quali abiti, foto, coperte eccetera.  Approfondimento I 10 posti da non perdersi a Cracovia (clicca qui) Infine non perdete poi una visita del centro storico: qui potrete vedere importantissimi edifici.  Il cuore del centro storico è rappresentato dal Rynek, la piazza del mercato, costituita da antiche e particolari residenze ben mantenute ancora oggi.  Dalla piazza si può ammirare anche il municipio, a cui è stato attribuita la denominazione di Ratusz.  Inoltre, rimarrete sicuramente colpiti dalla pulizia delle strade e soprattutto dalla bellezza degli edifici.  In città potrete vedere i monumenti funebri più alti dell'Europa in stile gotico e in stile barocco.

Come visitare Lublino Lublino è una città della Polonia sud orientale, sorge nel voivodato ... continua » Come e perché visitare Tomar Per chi non la conoscesse, Tomar è un'affascinante cittadina del ... continua » Come visitare alcuni luoghi d'interesse a Bamberga La Germania forse non è il paese più visitato al mondo ... continua » Come visitare Tubinga Situata nel sud-occidentale della Germania la città di Tubinga rappresenta oggi ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare Bruges in 3 giorni

Se esiste una città che può essere visitata in poco tempo, apprezzandone comunque le innumerevoli qualità questa è sicuramente Bruges. Quasi tutti i principali luoghi ... continua »

Come visitare Liegi

Se il vostro prossimo viaggio sarà in Europa del nord, allora tappa indiscutibile è senza dubbio la città di Liegi, in Belgio, situata ad appena ... continua »

Belgio: cosa visitare

Oggi ci occupiamo di un piccolo gioiello europeo, uno di quei paesi spesso sottovalutato che viene messo da parte a favore delle grandi città, delle ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.