Come visitare Una Seima Della Befana

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le Seime della befana sono un rituale tradizionale della zona di Gorizia. Il 5 gennaio vengono bruciati dei grandi falò costruiti a foggia di grande Befana, tutta la gente del paese partecipa al rito e a seconda della direzione della cenere e del fumo si propizierà l'andemento economico del nuovo anno, oltre a portarsi via tutte le feste. In questa guida vi spiegherò come visitare una seima della befana.

27

Occorrente

  • Tanta pazienza e voglia di viaggiare
37

Le Seime della befana si svolgono la sera del 5 gennaio in alcuni paesi della provincia di Gorizia come ad esempio Vermegliano e Pieris. Sono organizzate dalla gente del posto e aperte a tutti. Solitamente oltre al grande falò i visitatori possono apprezzare alcuni banchetti di cibo tipico preparati dagli abitanti o a volte da alcuni enti benefici, tutti possono mangiare e bere buon vino della zona, a patto che mettano un'offerta libera per la befana. La befana devolverà poi il ricavato in beneficenza.

47

Di solito il rito comincia verso le sei del pomeriggio, quando ormai la notte è già scesa in quel periodo dell'anno. Nella zona fa piuttosto freddo e soffia spesso un vento gelido chiamato Bora, è quindi molto confortevole ritrovarsi tutti attorno ad un enorme falò che scalda e ci fa sentire come dovevano sentirsi i nostri antichi antenati attorno al fuoco. Anche il paesaggio circostante è di solito molto suggestivo: campi, vigneti e colline carsiche.

Continua la lettura
57

Famosa è la Seima del Monte Sei Busi a Ronchi dei Legionari, in provincia di Gorizia. Si svolge appunto su questo piccolo monte, ultima propaggine del Carso Goriziano, ed è talmente grande da essere visibile a chilometri di distanza. Per raggiungerla bisogna camminare circa dieci minuti lungo un sentierino in salita, illuminato da lampadine e torce. Un po' faticoso, ma arrivati in cima lo spettacolo e l'atmosfera magica sono impareggiabili. Importante è poi ascoltare le opinioni dei vecchi del paese, che dalla direzione delle ceneri sapranno perdire l'andamento economico dell'anno a venire

67

Approfondimenti e curiosità:

La Befana, corruzione lessicale di Epifania attraverso bifanìa e befanìa, è una figura folkloristica legata alle festività natalizie, tipica di alcune regioni italiane e diffusasi poi in tutta la penisola italiana, meno conosciuta nel resto del mondo.
Secondo la tradizione, si tratta di una donna molto anziana che vola su una logora scopa, per fare visita ai bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio (la notte dell'Epifania) e riempire le calze lasciate da essi, appositamente appese sul camino o vicino a una finestra; generalmente, i bambini che durante l'anno si sono comportati bene riceveranno dolci, caramelle, frutta secca o piccoli giocattoli. Al contrario, coloro che si sono comportati male troveranno le calze riempite con del carbone.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Venendo in macchina si esce all'uscita Redipuglia della A4, in treno invece bisogna scendere a Monfalcone e raggiungere i paesini con il bus.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare I Dintorni Di Tarcento

La città di Tarcento si trova sulle pendici dei monti Chiampeon, Stella e Bernardia. Si caratterizza per la splendida varietà del suo paesaggio. Funge da perfetto anello di congiunzione tra l'alta Valle del Torre e la zona montana delle Prealpi Giulie....
Italia

Friuli: i castelli da visitare

Quando organizziamo le nostre vacanze è buona norma informarci sui luoghi che la meta da noi scelta ci offre. Possiamo farlo rivolgendoci alle agenzie viaggi, o consultando opuscoli informativi e guide facilmente reperibili in internet, se vogliamo...
Europa

Come visitare Nova Gorica

Per tutti coloro che amano viaggiare e visitare sempre posti nuovi, ecco una bellissima ed utile guida per scoprire una nuova destinazione tutta da ammirare. Si tratta di Nova Gorica, ovvero una delle principali località della Slovenia situata all'interno...
Consigli di Viaggio

Dove soggiornare in Friuli Venezia Giulia

Il Friuli Venezia Giulia è una delle regioni italiane autonome a statuto speciale e si presta moltissimo per un viaggio interessante tra i monti, oppure nella sua animata laguna. Quest'area magica comprende diverse aree sia climatiche che etniche, dal...
Italia

Itinerari enogastronomici in Friuli Venezia Giulia

La regione Friuli Venezia Giulia vanta itinerari enogastronomici realmente particolari. Questa è una regione dai mille sapori, in cui i diversi paesaggi e le differenze ambientali si riflettono anche nelle ricette culinarie. Vale la pena citare i piatti...
Italia

Le migliori sagre del Friuli Venezia Giulia

La parola sagra deriva dal latino "sacrum" in quanto si trattava di una festa popolare con collegamenti alla religione. Le sagre venivano infatti celebrate, generalmente, sul sagrato delle Chiese e in determinati momenti dell'anno (come ad esempio la...
Europa

Come visitare Redipuglia

Il Friuli Venezia Giulia è una regione situata a nord dell'Italia, il suo territorio è prevalentemente montuoso; questa regione presenta il gemellaggio con la Slovenia, infatti confina con quest'ultima a Nordest, mentre a sud con il Veneto. Il Friuli...
Europa

Come visitare San Marzano di San Giuseppe

San Marzano di San Giuseppe si trova nel Salento. Sorge su un'altura calcarea delle Murge, situata in provincia di Taranto. Rappresenta un'isola alloglotta e allogena, derivata dall'emigrazione di albanesi nel XV secolo per l'invasione turca. Qui è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.