Come visitare Una Tonnara

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La pesca del tonno in Italia ha antiche tradizioni e resta ancora molta importanza in Sicilia e in Sardegna. Essa fu introdotta dagli arabi intorno all'anno 1000. Ma già Omero e Plinio scrivevano già sulle tonnare siciliane ed infatti lungo le suo coste sorgevano antiche tonnare. Oggi è possibile assistere ad una di queste antiche pesche di tonni, come esperienza turistica. Molte agenzie locali di turismo, sia sarde che siciliane o calabresi, offrono la possibilità di assistere sul posto alla mattanza a bordo di imbarcazioni predisposte allo scopo. Per visitarla è molto facile ed è un esperienza davvero bella ed emozionante.

26

Occorrente

  • Contattare le agenzie locali che organizzano con battelli le visite alle tonnare.
36

Vi sono diversi modi di pescare il tonno, ma certamente la più spettacolare è la tonnara. Il tonno più ricercato dal mercato è quello definito "rosso" per la migliore qualità delle sue carni. Il pescato prelevato da una mattanza viene venduto fresco per una parte, ma la maggior quantità viene inviata all'industria conserviera che lo trasforma in scatolette, bottarga, e via dicendo.

46

Ogni mattanza ha un capo chiamato Rais, grande conoscitore di mattanze, il quale riunisce tutte le barche intorno alle reti ed al suo comando incominciano ad tirarle a bordo facendo affiorare i tonni entrati, Tutti i tonnaroli muniti di robusti arpioni, ad un segnale del Rais, cominciano a arpionare i pesci issandoli a bordo delle barche.

Continua la lettura
56

In seguito, in questa guida prenderemo in considerazione la Tonnara di San Vito lo Capo, questo luogo è situato all’ estremità occidentale del golfo di Castellamare a ridosso di Monte Monaco, in quella parte di mare chiamata “del Secco”. È difficile risalire all’ anno di costruzione, anche se, le prime citazioni appaiono nel 1600. Inizialmente di proprietà del Monastero di Santa Rosalia nel 1872 viene acquistata da Vito Foderà di Castellamare del Golfo. Con questo nuovo proprietario la tonnara cambia aspetto: viene costruito uno stabilimento per la lavorazione, viene ingrandito il caseggiato e costruito il giardino retrostante. La tonnara conosce il periodo più redditizio fino al 1920 quando Foderà muore e la sua vedova l’affitta prima ai fratelli Plaja e poi Monticciolo. Nel 1930 la tonnara viene acquistata definitivamente dai fratelli Plaja che non godranno mai dello splendore precedente. Nel 1965 sono costretti a chiudere. Attualmente questo importante luogo si trova chiuso, ma potrete comunque cercare di visitarlo se siete particolarmente interessati, naturalmente a vostro rischio e pericolo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Portarsi degli indumenti adatti all'umidità marina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Favignana

Nelle bellissime acque del Mediterraneo occidentale, in prossimità della Sicilia, si trova Favignana, l'isola più grande del famosissimo arcipelago delle Egadi. Distante circa nove miglia dalla città di Trapani l'isola si estende per 19,38 Kmq: grazie...
Europa

Come visitare la Sardegna: carloforte nell'isola di S. Pietro

Carloforte si trova nell'isola di S. Pietro, che fa parte dell'arcipelago del Sulcis ed è raggiungibile dall'isola principale (da Calasetta o Portoscuso) in circa mezz'ora di traghetto. Carloforte è l'unico centro abitato dell'isola; questa ha origine...
Europa

Come visitare Castellammare Del Golfo E Dintorni

Per chi non la conoscesse, Castellammare del Golfo si trova in provincia di Trapani ed è un luogo molto pittoresco con le case dei pescatori quadrate dipinte di bianco e giallo ocra. Subì nel corso dei secoli varie distruzioni, ma venne sempre ricostruita,...
Europa

Come visitare la Caletta e la Bobba in Sardegna

In questa guida vedremo come visitare le spiagge di La Caletta. Questa è una bellissima zona, forse la più bella che si trova nell'intera regione della Sardegna. Inoltre vedremo anche come visitare la Bobba, un'incantevole spiaggetta di sabbia soffice...
Consigli di Viaggio

I migliori campeggi della Sicilia

La Sicilia è uno dei luoghi più ambiti, quando si tratta di vacanze. Una meta turistica fantastica, sia in inverno che in estate. Essa offre notevoli attrattive da poter visitare. Ha monumenti, musei di fondamentale importanza, che vale la pena vedere....
Italia

Le 5 spiagge più belle d'Italia

La conformazione geografica del nostro Paese fa della Penisola italiana un territorio particolarmente ricco di spiagge. Le coste sono infatti lambite per tutta la loro lunghezza, che si estende per ben 7.400 km, dai mari: Mediterraneo, Tirreno, Ionio...
Italia

Le 10 più belle spiagge della Sicilia

La Sicilia, grazie ai suoi 1500km di costa, offre ai turisti delle spiagge da sogno bagnate da acque cristalline e turchesi. Sia sul versante occidentale che orientale dell'isola, si può scegliere tra numerose tipologie di spiagge. Le spiagge di sabbia...
Europa

Come visitare e cosa fare a Stintino e dintorni in Sardegna

La deliziosa cittadina di Stintino offre parecchie meraviglie da visitare, si affaccia sul golfo dell'Asinara, sulla costa nord-orientale della Sardegna. Ha una data di nascita molto precisa, il 1885, quando le famiglie dei pescatori che abitavano l'isola...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.