Come visitare Venezia in 3 giorni

di A. C. tramite: O2O difficoltà: facile

Progettare una vacanza o un weekend a volte può rappresentare un vero e proprio problema, questo è spesso dettato dal fatto che non abbiamo un'idea precisa della meta da raggiungere. Possiamo a tal proposito prendere in considerazione l'idea di raggiungere una città della nostra nazione, piuttosto che scegliere una meta straniera. L'Italia è la nazione con un patrimonio artistico, culturale davvero importante, e da italiani è veramente fondamentale conoscerlo e visitarlo. Ad ogni modo lo scopo di questa guida è quello di illustrare in maniera chiara come visitare una delle città più visitate al mondo, che ogni anno ospita milioni di turisti. Vedremo più nel dettaglio come poter visitare Venezia in 3 giorni.

1 Avendo a disposizione poco tempo, sarà necessario scegliere un buon albergo situato in posizione centrale, meglio se nel centro storico. Così non saremo troppo lontani dai principali luoghi di interesse. Ciò non significa spendere molto, infatti diversi hotel di media categoria alle spalle di Piazza San Marco non praticano prezzi elevati. Dunque non sarà difficile trovare una discreta sistemazione sostenendo spese accessibili.

2 Altra mossa consiste nello scegliere i mesi estivi o invernali. Così sarà possibile scongiurare l’eventuale disagio dell’acqua alta. L’alta marea infatti, allagando i calli, i campi e gran parte del centro città potrebbe rallentare o impedire i nostri rapidi spostamenti. Quando si dispone di soli tre giorni, sarà importante prenotare in anticipo tutte le visite ed i musei, onde evitare di trascorrere ore in coda.

Continua la lettura

3 Una volta giunti a Venezia, non ci resta che depositare in fretta i bagagli e cominciare la nostra avventura cercando di accomunare le visite e gli spostamenti secondo il criterio della vicinanza dei luoghi.  Una prima tappa razionale potrebbe essere Piazza San Marco con visita della Basilica di San Marco e del Campanile.  Approfondimento Luna di miele a Venezia: i luoghi più romantici (clicca qui) Poi optiamo per una splendida passeggiata fino al celebre Ponte di Rialto oppure visitiamo il Museo Correr.

Irrinunciabile poi la visita del Palazzo Ducale, il Ponte dei Sospiri, le carceri ed i Piombi.

Non possono mancare campo Santa Margherita, campo Santo Stefano, il Museo di Ca’ Rezzonico ed il ‘ 700 Veneziano.  Una intera giornata, l'ultima magari, va dedicata alle isole di Murano e Burano.  Non resta a questo punto che preparare i bagagli e partire verso questa splendida città.  Vi auguro a questo punto buon viaggio e soprattutto un buon divertimento.

Cosa vedere a Venezia Venezia costituisce sicuramente la città più romantica a livello mondiale. Quando ... continua » Venezia: guida ai monumenti La città di Venezia è uno dei capoluoghi italiani più interessanti ... continua » Cosa visitare gratuitamente a Venezia Venezia mon amour! In questa guida vi suggeriamo che cosa andare ... continua » Come visitare Venezia Venezia senza dubbio è una città unica al mondo. È una ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come orientarsi a Venezia

Per orientarsi a Venezia, una mappa turistica ci è d'aiuto. È facile confondersi nel labirinto delle "calle", anche se la città non è eccessivamente ... continua »

5 motivi per visitare Venezia

Venezia, capoluogo dell'omonima città metropolitana e della regione Veneto, è da sempre considerata una delle mete più ambite dai turisti italiani e stranieri.
La ... continua »

Venezia: cosa vedere

In Italia le belle città da visitare sono tante. Ma la più romantica e ambita dai turisti, senza alcun dubbio è Venezia. Il suo particolare ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.