Grecia: i 5 siti archeologici più belli

di Filippo Scafoletti tramite: O2O difficoltà: media

La Grecia è uno dei luoghi più affascinanti della terra, non tanto per il suo paesaggio incontaminato e per il suo mare cristallino, quanto piuttosto per la sua storia e le sue tradizioni, i suoi monumenti e le sue leggende. I miti e le credenze greche sono famose in tutto il mondo e la patria degli dei le racconta attraverso la sua storia, incisa nei monumenti e nelle sue costruzioni più antiche. Tra la miriade di siti archeologici greci è tuttavia utile avere delle linee guida per scoprire quelli che sono i più meritevoli e i più affascinanti da scoprire. In questa guida andremo dunque a scoprire insieme i 5 siti archeologici più belli che la Grecia ha da offrire all'uomo. Iniziamo!

1 Acropoli Tra i siti archeologici più belli e famosi della Grecia spicca senza dubbio l'acropoli di Atene. Questa zona, che si trova nel punto più alto della città e dalla quale è possibile averne una visuale completa, è una delle testimonianze più antiche della tradizione e della cultura greca. Sull' acropoli si erge inoltre il Partenone, all'interno del quale era stata eretta una statua di Atena Parthenos, protettrice della città. Questa zona, data la sua posizione, aveva un importante ruolo religioso nell'mmaginario greco, oltre ad essere il simbolo della supremazia culturale e politica della città di Atene.

2 Delphi Uno ei siti più visitati dai turisti in Grecia e senza ombra di dubbio Delphi, con i suoi miti e le sue leggende che la caratterizzano. Questo luogo infatti era la dimora dell'oracolo grazie al quale, secondo il mito greco, il dio Apollo comunicava con i mortali, la Pizia. Tutta la zona è ricca di attrazioni archeologiche che raccontano le storie e i miti greci, come il Tempio di Apollo e l'Altare dei chiosesi.

Continua la lettura

3 Olympia È possibile considerare la città di Olympia com un intero sito archeologico riccho di monumenti e di storia greca e umana.  Il luogo è stato rinvenuto nel 1829 e da quel momento non ha fatto altro che attirare turisti da tutto il mondo, incuriositi dalla prima città ad ospitare i famosi Giochi olimpici.  Approfondimento 10 siti archelogici da visitare (clicca qui) La parte antica della città è oggi stata dichiarata patrimonio dell'UNESCO.  I visitatori possono sia visitare la città nuova che gli antichi siti archeologici, come il templio di Zeus o lo Stadio dei giochi.

4 Micene Quella che un tempo era la gloriosa civiltà di Micene sorge a nord-est del Peloponneso. Dal quinto al primo secolo questa era il centro politico, religioso, culturale e militare di tutta la Grecia. Proprio per questo le rovine dell'antica città sono ricche della tradizione greca antica; tra le meraviglie ch è ancora possibile visitare spiccano il Tesoro di Atreo e il Grave Circle.

Cosa vedere in Grecia La Grecia è uno dei posti più visitati al mondo, non ... continua » Grecia: cosa vedere State già organizzando le vacanze estive ed avete intenzione di scegliere ... continua » Come e cosa vedere ad Atene Atene, capitale della Grecia, è il centro della letteratura, dell'arte ... continua » Come e perché visitare Delfi La città di Delfi è una delle più importanti città dell ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

5 luoghi da non perdere ad Atene

Considerata unanimemente la culla della civiltà occidentale, Atene è oggi una metropoli cosmopolita che conta, nella sua area metropolitana, una popolazione di oltre 4 milioni ... continua »

Come visitare la grecia

Un posto incantevole la Grecia, vediamo insieme un itinerario di come visitare la Grecia, per un breve soggiorno è sufficiente munirsi di una carta di ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.