Guida ai più importanti musei di Palermo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Palermo, capoluogo della Sicilia, venne fondata dai Fenici nel lontano 734 a. C. Conquistata dai Romani e poi dai Bizantini, nel IX secolo conobbe la dominazione musulmana Nord africana. Seguirono i Normanni (fino al XII secolo) ed infine gli Spagnoli. Questi ultimi occuparono la città fino al 1734, rimpiazzati dai Borboni. Venne così creato il Regno di Sicilia. Con l'unità d'Italia nel 1861 si conclusero le dominazioni “straniere”. Palermo ancora oggi conserva svariate testimonianze storico-culturali ed architettoniche. I musei ne fanno ampio tesoro. Ecco una guida sui più importanti nel territorio. Se puoi, visitali tutti.

27

Occorrente

  • Una cartina della città
  • Abbigliamento comodo
  • Macchina fotografica
37

Museo Salinas

Il Museo archeologico regionale venne dedicato all'archeologo Antonio Salinas. Raccoglie oggi diverse testimonianze: dalle guerre puniche, alla dominazione greca ed etrusca. Il Museo d'Arte e Archeologia custodisce ceramiche, monete ed altri reperti del Regno delle Due Sicilie. Tra i più importanti musei di arte moderna si colloca la Galleria d'Arte Moderna, o GAM, nel quartiere Kalsa. La struttura custodisce opere di Guttuso, di Greco e di De Chirico. Da non perdere il Museo d'Arte Contemporanea della Sicilia, in Via Vittorio Emanuele. Il Museo d'arte islamica (nel palazzo della Zisa) custodisce tesori dell'omonima cultura. Palermo è ricca anche di oggetti sacri e religiosi.

47

Palazzo Sant'Elia

Palermo in ogni suo angolo, anche il più remoto, racconta un'epoca, una storia. La città, estremamente affascinante, vanta numerosi musei a “cielo aperto”. Tra i più importanti il Palazzo Mirto (nel centro storico) ed il Palazzo Sant'Elia (via Maqueda) in stile Barocco. Inoltre, non perdere il Palazzo Zino, in via Dante. Da visitare assolutamente il quartiere Kalsa nel centro storico. Tipico del periodo “arabo”, il Palazzo Chiaramonte-Steri è tristemente famoso come tribunale dell’inquisizione. Qui si tenevano numerose mostre e manifestazioni all'aperto.

Continua la lettura
57

Museo di Paleontologia e Geologia

Tra i musei più importanti di Palermo dedicati alla scienza si colloca il Museo di Paleontologia e Geologia "Gaetano Giorgio Gemmellaro". Fondato nel 1866, possiede molti reperti degli elefanti nani. Questa specie popolò il suolo siciliano nel Pleistocene (tra 2,5 milioni e 12.000 anni fa). L'orto botanico è un altro “museo” da non perdere. Realizzato nel 1779 è il più grande d'Europa. Si possono trovare oltre 10.000 specie arboree provenienti da tutto il mondo. Altrettanto importanti a Palermo anche l’istituto di zoologia e quello di mineralogia, assolutamente da non perdere.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Informati per tempo sui giorni e gli orari d'ingresso
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

I migliori ristoranti di Palermo

La Sicilia è terra del sole e del mare, un luogo di tradizioni culinarie e sapori inconfondibili. I due elementi naturali forniscono specialità di carne, di pesce, granite, caponate, cassate e numerosi vini locali. Ogni ristorante offre ai suoi ospiti...
Italia

Guida alle più belle chiese di Palermo

La città di Palermo gode di una posizione geografica invidiabile, adagiata fra il mare, il promontorio di Monte Pellegrino e gli agrumeti della Conca d'oro. Sole, mare e bellezze artistiche caratterizzano questo luogo affascinante e ricco di storia e...
Consigli di Viaggio

Come e cosa visitare a Palermo

Palermo potrebbe essere definita anche la città dei primati. Il lampadario di Murano custodito nella sala da ballo del Palazzo Pietretagliata, è uno degli esemplari più grandi al mondo; come pure la collezione di Arte Etrusca del Museo Salinas, è...
Europa

Come e cosa visitare a Palermo in 4 giorni

Palermo è una delle città più belle delle Sicilia ed è situata in un ampia baia dominata dal monte Pellegrino. Sorse come colonia fenicia e per la sua interessante posizione venne contesa tra i greci e i cartaginesi. Successivamente seguirono i Romani,...
Italia

Palermo: cosa vedere

Palermo, capoluogo della Sicilia, è una città dal ricco passato multiculturale che si può notare, visitando le sue strade, ammirando i suoi palazzi e le varietà dei suoi quartieri.La sua storia, caratterizzata da numerosi insediamenti che si sono...
Italia

Ristoranti economici a Palermo

La guida andrà a occuparsi di alimentazione, in quanto ci concentreremo sulla tematica dei ristoranti. Restando all'interno dei confini della nostra penisola, andremo in Sicilia, nel suo capoluogo di regione: Palermo. Vi offriremo una panoramica interessante...
Consigli di Viaggio

Come arrivare al Santuario di Gibilmanna

Il Santuario di Gibilmanna, come tutte quante le costruzioni sacre che si rispettano, è dedicato ad un Santo e, nella fattispecie, alla Beata Vergine. Questo luogo rappresenta, sicuramente, uno dei più conosciuti e celebrati Santuari presenti nella...
Consigli di Viaggio

Come visitare il mercato della vucciria di Palermo

All'interno della presente guida che ci stiamo accingendo a sviluppare, andremo a parlare della Sicilia e, più specificatamente, del suo capoluogo di regione, Palermo. Ci addentreremo nella città, per parlare del mercato della vucciria. Infatti, ora...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.