Guida alle isole della Sardegna

di Valerio Fioretti tramite: O2O difficoltà: media

L'Italia è tra i paesi più belli e visitati di sempre. Ogni giorno migliaia di turisti si riversano nelle citta' italiane per ammirarne le bellezze, per godere della buona cucina e del calore che il nostro popolo porta ovunque nel mondo. Esistono poi dei posti davvero unici che fanno parte della nostra penisola, e che sono meta estiva di moltossime persone. Uno dei luoghi di vacanza più belli, più affascinanti e più frequentati d'Italia, soprattutto in estate, è sicuramente la Sardegna! Chi visita la Sardegna molto spesso si concentra sulle località marittime che si trovano sulle coste dell'isola e sulle grandi città. Se però volete fare una vacanza alternativa, diversa dal solito, una meta ideale ed ancora poco battuta potrebbe essere una delle cinque isole principali di questa splendida regione italiana. Questa guida cercherà di farvele scoprire e chissà che non vi venga la voglia di partire subito per esplorare questi nuovi ed affascinanti territori. Mettiamoci quindi in viaggio.

Assicurati di avere a portata di mano: Voglia di viaggiare

1 Sant'Antioco Iniziamo il nostro excursus parlando dell’Isola di Sant’Antioco. Tra le cinque, questa è l’isola situata più a sud, ed è collegata alla Sardegna da un istmo artificiale. Si tratta di un’isola di origine vulcanica e pertanto presenta coste rocciose, ma offre al visitatore paesaggi davvero mozzafiato. Dune, ginepri e palme nane sono infatti i protagonisti di questo territorio incontaminato. I fondali cristallini vi catapulteranno quasi in un sogno. Per godere però appieno della bellezza dell’isola, l’ideale sarebbe farne il giro via mare. In questo modo avrete la possibilità di fotografare le favolose scogliere e fare qualche bagno a largo delle coste.

2 Asinara Molto conosciuta, poi, è anche l’isola dell'Asinara. Qui l’urbanizzazione ha preso il posto della macchia mediterranea, ma le spiagge sono ugualmente splendide. Ovviamente, a causa della presenza del carcere, l’accesso all’isola è regolato da norme ben precise, ma ciò non toglie nulla alla bellezza del territorio. Se vi recherete sull'isola dovrete assolutamente andare a Cala Sant’Andrea (dove potrete vedere le rocce di granito ed il gabbiano corso che vi nidifica), Cala d’Arena (meravigliosa per la presenza della sabbia rosa) ed il castello (antica dimora di Barbarossa).

Continua la lettura

3 San Pietro La terza isola in ordine di grandezza è San Pietro che si trova nella parte sud-ovest della Sardegna.  In questa isola si trova un unico centro abitato, ma le colate laviche, i crateri, le distese di mirto e di fichi d’India saranno sufficienti per intrattenervi.  Approfondimento Come visitare le spiagge della parte nord dell'Isola della Maddalena (clicca qui) Immancabile sarà poi una visita al faro, situato nel punto più elevato di Capo Sandalo da cui è possibile godere di una vista spettacolare; questo è il faro più ad occidente d'Italia.

4 La Maddalena Altra isola bellissima da non perdere? La Maddalena! Quest’isola fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago de "La Maddalena", un’area marina protetta di incomparabile bellezza. Qui le acque ricordano quelle dei Caraibi e le spiagge di sabbia fine sono una coccola per i piedi. Anche qui è presente una spiaggia rosa a massima protezione ambientale.

5 Caprera Ed infine, l'ultima isola di cui parleremo è Caprera, l’isola più piccola di tutte, ma che assolutamente non ha nulla da invidiare alle altre! Qui potrete ammirare numerosi boschi, scarpate a picco sul mare, cale sabbiose e acque di un verde cristallino. Si tratta di un connubio perfetto. La natura incontaminata e selvaggia dell'isola, ha determinato, nel 1982, la dichiarazione di Riserva Naturale ed il suo inserimento nel marco naturale di La Maddalena. Caprera è anche famosa per essere stata l'ultima dimora di Giuseppe Garibaldi, che costruì lì la famosa "Casa bianca", oggi museo aperto al pubblico, dove si può visitare la sua tomba.
Visitare la Sardegna in pochi giorni sarebbe impossibile, ma una bella e lunga vacanza alla scoperta di questa terra potra' solo farvela apprezzare di piu. I consigli di questa guida vi aiuteranno certamente a pianificare un bellissimo viaggio, e godervi la vacanza che tanto aspettavate. Potrete raccontare delle bellezze viste una volta che tornerete a casa, facendo invidia ai vostri amici che vorranno sicuramente accompagnarvi per la prossima vacanza.
Non vi resta altro che prenotare un biglietto e partire, e chissà che non vi venga voglia di rimanere lì per sempre! Buon viaggio!
Alla prossima.

Non dimenticare mai: Non fate un tour itinerante, ma visitatene una per volta

Guida alle isole italiane Oltre alla Sicilia e alla Sardegna, che sono le due maggiori ... continua » Le 10 isole più belle d'Italia L'Italia, si sa, è la terra dove la natura e ... continua » Le 10 isole più belle della Scozia La Scozia è senza ombra di dubbio una delle mete più ... continua » Stabilimenti balneari: i più famosi della Sardegna La Sardegna è un'isola meravigliosa con un mare pulito e ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare la Sardegna a piedi

La Sardegna, vanta un paesaggio variegato e ricco di storia. È una meta turistica di straordinaria bellezza culturale come architettonica. Ricca di sentieri immersi nel ... continua »

Grecia: le 10 isole più belle

Le isole della Grecia sono una delle mete preferite per le vacanze estive. I turisti, giunti nelle isole, rimangono incantati nell'ammirare le bellezze naturali ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.