Guida alle isole italiane

di Giulia Cannavale tramite: O2O difficoltà: media

Oltre alla Sicilia e alla Sardegna, che sono le due maggiori isole italiane, il nostro Paese conta un vasto patrimonio di piccole isole, affioranti dai mari, dai laghi o dai fiumi. Molto conosciute e meta di turismo internazionale sono anche le isole campane Capri, Ischia e Procida, e quelle prossime alla Sicilia come le Egadi o le Eolie. Tra le più grandi che troveranno posto in questa guida, ci sono le isole marine dell'Elba nell’Arcipelago Toscano, di Sant’Antioco, legata alla Sardegna da un istmo artificiale, e di Pantelleria, situata nel Mar Mediterraneo lungo il Canale di Sicilia. Per quanto riguarda i laghi invece, al nord, più precisamente nel territorio piemontese del Lago Maggiore, sono presenti le Isole Borromee. Un arcipelago composto da 3 isole: Isola Madre; Isola Bella e Isola dei Pescatori.

Assicurati di avere a portata di mano: Le isole si possono raggiungere con un servizio di traghetti disponibili presso i porti più vicini

1 L'arcipelago Toscano L’Isola d’Elba, insieme alle isole di Giannutri, Gorgona, Pianosa, Montecristo, del Giglio e di Capraia, forma l’Arcipelago Toscano, una grande riserva naturalistica marina caratterizzata da vegetazione selvaggia e numerose specie animali. Ha un’estensione di circa ventiduemila ettari, conta 127 chilometri di coste ed è immersa fra il Mar Ligure e il Mar Tirreno. L’isola è divisa in otto comuni e conosciuta anche per le sue cave di ferro. Attrae turismo balneare (spiagge di sabbia bianca o dorata e strutture alberghiere ben organizzate), turismo subacqueo (principianti ed esperti) e turismo montano (Monte Capanne è raggiungibile con una cabinovia e si presta a escursioni e passeggiate).

2 Isola di Pantelleria Pantelleria appartiene alla provincia di Trapani ed è situata tra le coste della Sicilia e quelle della Tunisia. La superficie di più di ottanta chilometri quadrati, ha uno sviluppo costiero di cinquantuno chilometri. Presenta fenomeni di vulcanismo secondario, ha un clima caldo e ventoso e mostra un paesaggio straordinario creato dall’opera dell’uomo che nei secoli ha realizzato muretti a secco, dammusi di pietra e i caratteristici giardini panteschi. A Pantelleria vengono prodotti capperi, vino moscato e passito di alta qualità ottenuto dallo zibibbo oltre ad agrumi gustosissimi.

Continua la lettura

3 Isole Sarde L’Isola di Sant’Antioco, situata a sud della Sardegna, è di prevalente origine vulcanica e ha coste rocciose che a tratti presentano pareti molto scoscese; nella parte orientale rivolta verso la Sardegna la costa diventa bassa e sabbiosa.  Divisa in due comuni, Sant’Antioco e Calasetta, presenta fondali di alto interesse per le attività subacquee ed è luogo ideale per la pesca d’altura soprattutto nel periodo primavera-autunno, mentre a maggio e a giugno vi si pesca il tonno rosso.  Approfondimento Come visitare l'isola dei Pescatori e l'isola Madre a Stresa (clicca qui) Tra le curiosità e peculiarità di quest’isola c’è la filatura del bisso, fibra tessile ricavata da un mollusco endemico.  Nella parte nord-orientale della Sardegna si trova il celebre arcipelago della Maddalena.  Questo territorio non è celebre solo per le sue spiagge con acque cristalline ma anche perché ospitò gli ultimi anni di vita in esilio di Giuseppe Garibaldi.  Nell’isola di Caprera è possibile infatti visitare il compendio garibaldino, costituito dalla casa, dalle tombe dell'”eroe dei due mondi”, dei suoi familiari e del suo amato cavallo.
Altra isola di importante valore turistico e storico è L'isola di Tavolara.  Metà isola rimane visibile al pubblico mentre un altra metà fa parte delle basi militari Nato.  Fa parte dell'area marina protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo e vanta numerose specie animali autoctone.

4 Isole Lacustri L'arcipelago delle Isole Borromee è situato nel medio Lago Maggiore, a occidente e vede affacciate e contrapposte Stresa e Pallanza. La maggiore, L'isola Madre è un connubbio di arte e natura incontaminata, in quanto su quest'isola è presente il palazzo in stile rinascimentale che ai tempi fungeva da casa vacanza alla famiglia dei conti Borromeo, i quali avevano fatto installare nel giardino una moltitudine di piante e fiori provenienti da tutto il mondo. L'isola Bella, la più piccola delle tre, ospita il palazzo in stile barocco fatto costruire dal Conte Carlo Borromeo e il suo giardino è considerato il miglior giardino barocco d'Europa. L'unica isola di questo arcipelago lacustre che non appartiene ai Borromeo è L'isola dei Pescatori, che come suggerisce il nome è stata un borgo di pescatori fino a circa 50 anni fa e con l'avvento del boom economico si è trasformato da borgo di pescatori a borgo turistico dove ancora oggi risiedono 50 abitanti.

Non dimenticare mai: Il periodo migliore per visitare le isole va dalla primavera all'autunno. Occorre prenotare in tempo se si vogliono evitare disagi

Guida alle isole della Sardegna L'Italia è tra i paesi più belli e visitati di ... continua » Guida alle migliori spiagge dell'Elba L'isola d'Elba è un'isola dell'arcipelago Toscano, nel ... continua » I Comuni più belli sul lago Maggiore Il Lago Maggiore, noto anche come Verbano, è uno dei più ... continua » Le 10 più belle isole del Mediterraneo Il Mediterraneo è pieno di bellissime isole, adatte a dalle vacanze ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come visitare le isole borromee

L'Italia, il nostro bel Paese, offre posti incantati e meravigliosi. Molti sono anche sconosciuti e quindi poco visitati. Ma soprattutto, tutti godibili con una ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.