Guida: tour dell'Inghilterra in 10 giorni

di Marco Rossomanno tramite: O2O difficoltà: media

L'Inghilterra è una delle nazioni più importanti d'Europa, con la sua storia antichissima e le sue ricchezze culturali ed economiche. Visitare tutta l'Inghilterra non è uno scherzo, date le tantissime cose da vedere e l'estensione del territorio. Se amate i viaggi on the road e avete poco tempo però, bisogna sapere che, con un po' di organizzazione, è possibile visitare l'Inghilterra in poco tempo. Non vi resta altro da fare che preparare i bagagli e seguire questa guida: tour dell'Inghilterra in 10 giorni.

1 La capitale
Innanzitutto la prima tappa è senza ombra di dubbio la magnifica capitale Londra. Una grande metropoli sogno di tutti per essere visitata almeno una volta nella vita, e meta di milioni di turisti provenienti da tutto il mondo.
Tra le strutture che la rendono speciale non possiamo non menzionare il famoso ponte il cosiddetto Tower Bridge dal quale si può ammirare: il Tower Bridge Exhibition.
Qui vi è una delle ruote panoramiche più grandi al mondo. Il London Eye, il cosiddetto occhio di Londra permetti di ammirare le bellezze della città vista da metri e metri d'altezza.
Volete conoscere la Regina o i vip più famosi? Allora recatevi al Madame Tussauds, vi aspetteranno moltissimi personaggi non proprio in carne ed ossa ma fatti di cera molto simili alla realtà.
E per gli amanti dello shopping, vi aspettano molti negozi famosi nella rinomata Oxford Street.
A Londra troverete anche il famoso orologio monumentale chiamato: Big Ben, ma vi è anche la Torre di Londra e Buckingam Palace.
Sempre in questa città non dimenticatevi di visitare alcune sue bellezze naturali come i parchi: St. James, Hyde, e regents Park.

2 Oxford e Cambridge Terminato il tour di Londra, che è visitabile in un giorno pieno, è ora di passare ad Oxford e Cambridge, che si trovano nelle vicinanze. Queste città racchiudono importanti università anche antichissime oltre che molti borghi medievali e opere di architettura tra le quali ricordiamo: la chiesa di San Michele ad Oxford e la cappella del King's college a Cambridge, fortemente influenzata dallo stile gotico.

Continua la lettura

3 Manchester e Liverpool Vi è poi Manchester, che si classifica come settima città inglese per grandezza, ma ha un grande patrimonio musicale, ricco anche di musei, architettura, teatri e pub.  Qui ci sono anche strutture da visitare gratuitamente come il Municipio e la Cattedrale.  Approfondimento 10 luoghi da visitare in Inghilterra (clicca qui) Non molto lontano da Manchester vi è Liverpool.  La città si visita in poco tempo e non può mancare una passeggiata sul porto ed una visita al Yellow Submarine.

Come visitare Londra in cinque giorni Londra è la Capitale dell'Inghilterra, la città più abitata dell ... continua » Londra: come organizzare una vacanza a Londra State organizzando le vostre vacanze. Discutete quindi con il vostro partner ... continua » Come organizzare un viaggio a Londra I viaggi sono sempre uno dei migliori modi per spendere i ... continua » Come visitare l'inghilterra per il festival di Glastonbury L'Inghilterra è un paese che da sempre ha suscitato grande ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I 5 parchi più visitati al mondo

Il turismo naturalistico costituisce attualmente una delle fette più grosse del mercato internazionale delle vacanze, tanto è vero che, secondo una recente ricerca dell'Università ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.