Guida: tour della Croazia in 10 giorni

di Maria Liccardo tramite: O2O difficoltà: media

Molti italiani preferiscono trascorrere le loro vacanze all'estero, perché spesso i prezzi sono inferiori rispetto a quelli delle nostre località turistiche; così capita sempre più di frequente che chi voleva passare qualche giorno a Gallipoli, decida di farlo in Grecia e chi invece desiderava un po' di movida sulle spiagge romagnole, decida di scappare in Croazia. Ecco, la Croazia, nell'ultimo decennio, è balzata in testa alle mete preferite scelte dagli italiani in vacanza, perché offre tantissimo, con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Non avrete che l'imbarazzo della scelta: qualche tuffo nelle acque cristalline che bagnano le famose spiagge del Paese, una visita nella meravigliosa Dubrovnik, o qualche scatto indimenticabile sulle rive dei laghi di Plitvice. Ecco una guida per poter eseguire il tour della Croazia in 10 giorni.

1 Per iniziare il tour della Croazia in dieci giorni, partendo dall'Italia, si può decidere di fermarsi in Istria (poco distante da Trieste) e concedersi un piatto di pesce, per poi raggiungere il centro portuale di Pola, o Pula. Questa città dalla storia antica, in cui si ammirano l'Arena e il Tempio di Augusto, è una tappa imperdibile per chi ama dare un taglio culturale alle proprie vacanze. Proseguendo verso sud, nel golfo di Quarnaro si trova la più grande isola della Croazia e del mare Adriatico, in cui vale la pena programmare un paio di giorni: l'isola di Krk. Tra un tuffo nelle splendide baie e uno nella storia delle sue mura, ci si immerge nel vivo della vita locale.

2 Piena di giovani e giovanissimi che tirano tardi nelle discoteche, Krk piacerà anche ai più grandi in cerca di relax e mare da sogno. Spalato, in croato Split, dista poche ore di viaggio da Krk ed è il capoluogo della regione spalatino-dalmata. Il centro storico nel 1979 è entrato a far parte del patrimonio dell'UNESCO e il Palazzo di Diocleziano, una delle rovine romane più suggestive, merita sicuramente un posto nell'album di fotografie da mostrare agli amici.

Continua la lettura

3 Continuando il nostro tour della Croazia in dieci giorni, prima di risalire verso l'Italia è d'obbligo lasciarsi catturare dal fascino di Dubrovnik, visitata da turisti di tutto il mondo e definita da Lord Byron la "perla dell'Adriatico".  Qualche giorno di sosta permette di avventurarsi all'interno delle antiche mura, tra gli arboreti e i giardini da cui è circondata la città e apprezzarne le tradizioni e la gastronomia.  Approfondimento Come pianificare un viaggio a Dubrovnik in Croazia (clicca qui) Sulla via del ritorno, prima di "perdersi" nelle meraviglie dell'Entroterra, vale la pena fermarsi per una passeggiata nelle città vecchia di Zara, per una visita alla Chiesa di S.  Donato e al Campanile.  L'ultima tappa consigliata, i laghi di Plitvice, sono poco distanti.  Per chi ama la natura e sentirsi parte di essa, sarà uno dei ricordi più suggestivi.  Nel villaggio di Rastovaca è possibile affittare una stanza e concedersi un po' più di tempo da dedicare al Parco Nazionale.

5 itinerari in Croazia La Croazia è una terra meravigliosa: tratti di costa da mozzare ... continua » Guida alle vacanze estive in Croazia La Croazia è diventata negli ultimi anni una meta molto gettonata ... continua » I migliori campeggi della Croazia Per gli appassionati di campeggio, la Croazia è il paradiso del ... continua » Croazia: itinerari La Croazia è uno di quei paesi sottovalutati per quanto riguarda ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.